Blog
Un blog creato da hillmad il 25/08/2004

hillmad

vai percorri e vai ancora

 
 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

« librienergie scarse i viaggi ... »

Il capitano Shackleton e il viaggio con l'Endurance

Post n°190 pubblicato il 17 Maggio 2008 da hillmad

La scorsa settimana sempre per quel lavoro sul teamwork che vi dicevo, sono capitata sul sito della spedizione Shakleton. Il capitano insieme ad un gruppo di intrepidi è partito per attraversare l'Antartide e si è ritrovato con la nave stritolata dai ghiacci, riuscendo solo dopo due anni a tornare indietro.
“MEN WANTED:FOR HAZARDOUS JOURNEY. SMALL WAGES, BITTER COLD, LONGS MONTH OF COMPLETE DARKNESS, CONSTANT DANGER, SAFE RETURN DOUBTFUL, HONOUR AND RECOGNITION IN CASE OF SUCCESS. SIR ERNEST SHACKLETON “ questo l'annuncio sul giornale dell'epoca.
L’Endurance, un veliero a vapore, partì da Londra il 1 Agosto 1914 con l’obiettivo di approdare sulla banchisa dell’Antartico, da dove una squadra di uomini e di cani sarebbe arrivata dall’altra parte attraversando il Polo Sud: un’impresa che non aveva precedenti. Ma solo un giorno di navigazione dopo aver avvistato il continente Antartico, la nave fu intrappolata fra i ghiacci nel mare di Weddel e alcuni mesi avanti fu distrutta dalla pressione del ghiaccio e saltò letteralmente in aria, era il 2 Settembre 1915. L’equipaggio un mese dopo dovette abbandonare la nave e accamparsi sul pack. Dopo essere sopravvissuti per 5 mesi sul ghiaccio, l’oceano fu attraversato da due scialuppe di salvataggio per raggiungere il South Georgia, le montagne di quel luogo inospitale furono poi superate da Shackleton e due compagni con un trekking ininterrotto di 36 ore sul ghiacciaio per raggiungere la lontana postazione di avvistamento balene. Dopo soli 3 giorni di sosta i tre ripartono per salvare i compagni rimasti nel pack, era il 23 maggio 1916, ma solo il 30 Agosto riusciranno a raggiungere e portare in salvo tutto l’equipaggio.
Pazzesco vero ? E nel mezzo 4 +4 mesi di completa oscurità , fame da mangiarsi i cani da slitta , il ghiaccio che divide in due l'accampamento e freddo freddo e ghiaccio senza fine un deserto di freddo infinito. Che uomini !! Cercasi capitani coraggiosi......che ne penserà inthemoodforlove1 ?

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/hillmad/trackback.php?msg=4714855

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 

la dove c'è il pericolo cresce anche ciò che salva

(F.Hoelderlin)

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fao75mariagrazia.camerotavale19851matteoradognaBillo_Majamatapaolo.caponeraSuddinoquelloveroclaudio.nigrisc.gambarmapajamaskylongianluca68dgl1fotocircolo.cepranomarzioromano
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom