Creato da Essenza_Nera il 08/08/2009

BLACK DIAMOND

Percezioni e graffiti di un' Anima

 

.

Post n°21 pubblicato il 02 Settembre 2010 da Essenza_Nera

 

 

 

 

 

17/10/2010

Sarebbe cosa Gradita,
prima di Appropiarsi delle immagini

che Io ho lavorato e modificato, con tanta fatica,

Chiedere il Permesso.

Basta un messaggio sul blog.

Solo perche' ho chiuso il profilo momentaneamente,

questo non implica che non passi e non risponda.

Essenza_Nera.


 

 

 

 
 
 

Superstizione

Post n°20 pubblicato il 24 Agosto 2010 da Essenza_Nera

 

 

 

 

 

 

L'altro giorno stavo cercando delle cose che mi servivano
in internet, quando mi sono imbattuta in questo articolo,
cosi' ho deciso di fare un post al riguardo.
Ve lo cito qui sotto :

''Viene definita superstiziosa la persona che crede in cose soprannaturali,
nei sortilegi, nella magia ecc.

Sciocche e ridicole vengono considerate le superstizioni dai razionali
e dagli scettici, difficilmente si ammette di essere superstiziosi,
di credere a certe "ridicolaggini", come si è soliti affermarecon prosopopea
quando si è con amici a cui si vuole mostrare la propria superiorità
di fronte a simili "sciocchi pregiudizi".
Salvo poi, ìn privato, fare i debiti scongiuri per avvenimenti o situazioni
che necessitano dì un atto scaramantico.

Chi, sia pure segretamente, non ha effettuato scongiuri per propiziarsi la fortuna?
è incontestabile che, pur fingendo di non credere
si attribuiscano a taluni elementi una particolare influenza magica.
Un esempio del nostro, a volte falso scetticismo, ci viene dato dal filosofo Benedetto Croce, il quale interrogato sugli effetti di certi pregiudizi,
rispose con arguzia: "Non è vero... ma ci credo ! ".

Quanti sarebbero disposti a sfidare la sorte compiendo gesti o cerimoniali
che tradizionalmente sono ritenuti apportatori di negatività?
Chi volutamente è disposto a posare il pane sulla tavola capovolto,
o a versare il sale o a mettere i coltelli in croce,
oppure ad accendere tre sigarette con lo stesso fiammifero,(questa mi mancava) 
o ancora a passare sotto una scala,
ben sapendo che tutti questi gesti sono considerati negativi?

Che dire poi del nefasto "13 a tavola"?
Questa assieme a quella del Venerdì, è una delle superstizioni più diffuse.
Per non parlare di "venerdì 17" giorno per taluni così infausto,
che persino i quotidiani non mancano a volte di sottolinearlo.

Del resto, perché ironizzare su questi pregiudizi tutto sommato innocui?
Chi non ha le sue superstizioni?

E anche la superstizione affonda le sue radici nel tempo.
I primitivi infatti ritenevano che, colpendo l'immagine del bisonte,
fosse più facile uccidere l'animale durante la battuta di caccia.

Nasceva, in tal modo, la prima forma di superstizione. ''

 

Nella  lista manca quella piu' eccletante. Il gatto Nero.

Si dice che se ti attraversa la strada un gatto nero,
per evitare che porti sfortuna,
devi far passare davanti un'altra persona .

Una sera sono uscita con una mia amica, siamo andate a bere qualcosa,
e sulla via del ritorno, a un certo punto noto che si ferma al ciglio della strada
e mette le doppie frecce.
Al che la guardo e le chiedo: stai male?
Vuoi che giudi io?
(per chi mi conosce, astenersi commenti)
Lei: no no, ma figurati, sto benissimo, perche' ti e' venuta questa idea?
Ma, forse perche' hai accostato senza motivo?
Lei: ma come non l'hai visto?! Era enorme!
Io la guardo e penso che un  cocktail non puo' averle fatto cosi' male,
di solito lo regge bene, tra l'altro era semi alcolico.
Quindi cerco di capire qual'era il problema.

Hai visto un topo? Ti ha spaventata? Guarda che vanno per la loro stada,

micca guardano dove vai tu, hanno di meglio da fare.

Lei: ma che topo! Era un gatto nero! Mi ha tagliato la strada
e ora dobbiamo aspettare.
Io per un attimo rimango basita, al che la guardo e dico: stai scherzando!?
Lei: ti pare che scherzo? Ho gia' abbastanza casini,
ci manca pure il gatto, non lo sai che porta sfortuna?
Per chi ci crede si, le rispondo, ma sono sicura che per te fara' un eccezzione.
Lei: divertente, sta di fatto che da qui non ci muoviamo!
Dai, guarda che i gatti neri portano fortuna, non sfortuna,
e poi magari ha attraversato trasversalmente
ed era marrone scuro, non nero.

Lei: no no, ho visto benissimo, era nero.
Te pareva, penso io, non ne poteva passare uno rosso?!
Erano le 2 di notte passate, di un giorno fra settimana,
secondo voi quante macchine possono transitare a quell'ora?
La statistica non giocava certo a mio favore.

Ok, ti do' dieci minuti, giusto perche' non ho sonno,
ma passati quelli, metti in moto e partiamo.

Lei: non ci penso neanche, sono seria, io aspetto.
Mi armo di pazienza e l'accontento, in fondo cosa sono 10 minuti?
Ma i dieci minuti passano, lei e' ancora ferma,
e di macchine nemmeno l'ombra.
Quando servono trovi il deserto piu' assoluto,
quando invece non importa ci sono auto d'appertutto,
nemmeno un passante con il cane, niente.

Al che io non resisto piu' e sbotto: senti, o metti in moto,
o guido io e se il gatto deve portare sfortuna me la prendo io,
cosi' tu sei tranquilla e fai sogni beati stanotte,
ma da qui ci schiodiamo!

Mi sentivo una deficente.
Lei: Tu non guidi, non posso fare inversione perche' non ho spazio,
(ci passava un tir, ma sorvoliamo),
dobbiamo solo sperare che passi qualcuno prima di noi,
e' semplice, no?
Certo, dico io, perche' non mi e' venuto in mente prima?
Se lo sapevo portavo il sacco a pelo.
Tanto campeggiare per strada, sotto le stelle,
e' sempre stata una delle mie massime aspirazioni...
Al prossimo giro carichiamo anche il barbecue,
cosi' in queste occasioni possiamo sfruttarlo.  Ma sei fuori!
La prossima volta bevi un analcolico, o una coca cola,
con l'alcol per un po' hai chiuso!

Lei: non insistere, io ci credo e sono sicura che tra poco passera' una
macchina o magari il camion del rusco.
Certo, penso io, come minimo stasera e' in sciopero.
Morale?

Ho aspettato 40 minuti. (e poi dicono che non ho pazienza) ?!
Sono scesa, ho fumato una sigaretta, le ho parlato, niente...
Poi, arrivata al limite sbotto: Ora basta!
Vuoi che vada a prenderti un cappuccino e ci guardiamo l'alba
dal tuo tettuccio della macchina?
No, perche' tra un po' ci danno la residenza
in sta benedetta via.

Adesso scendi, guido io , superiamo la zona critica,
e passante, polizia, camion del latte, omino in bicicletta o nulla, ti porto a casa!

Sara' stato per il tono, oppure per il mio piglio deciso, non lo so,
sta di fatto che si convince e mi fa giudare. Evvai!

Era ora le dico, adesso non farti prendere dalle ansie,
canta, rilassati e in men che non si dica siamo a casa.

Hai un bel da dire tu, mi dice, e se ci fermano?

Certo che sei propio positiva, non c'e' che dire...
(solo perche' non ho la patente, piccolo dettaglio risolvibile). ^_*

Vi risparmio la menata dell'andare piano ad ogni passo,
ma sappiate che sono stata fortemente tentata di scaricarla per strada.
Solo perche' le voglio bene, se era un conoscente non ci pensavo due volte.

In breve, siamo rientrate, senza alcun intoppo 
e senza essere fermate da nessuno.
(ovvio, a quell'ora potevamo esserci solo noi).


Tutto questo per dire che molte persone sono superstiziose,
e a mio avviso bisogna Rispettare le loro credenze,
non deriderle.

Per quanto mi riguarda amo i gatti, sono felini eccelsi,
il numero 17, come il 13, sono sempre stati per me molto fortunati,
e sotto la scala non ci passo, perche' con la fortuna che ho,
se mi cade addosso rischio di farmi male.
L'unica cosa che faccio, se mi scivola del sale per terra,
e' buttarne 3 pugnetti alle spalle.

 

E voi cosa ne pensate,
siete o non siete Superstiziosi?

 

 



 
 
 

Maschera...

Post n°19 pubblicato il 16 Luglio 2010 da Essenza_Nera

 

 

 

 

 

 

Cosa sono le Maschere ?

Ognuno di noi ne Indossa una, per svariati Motivi.

Ci sono persone che sono Costrette a indossarle,

altre lo fanno abitualmente per ferire o nascondersi,

ma sta di fatto che Esistono.

Parecchie volte mi e' capitato di sentire personaggi,

dove decantavano la loro ''Bravura'' nel svelare il celato,

tra l'altro in breve tempo,

dopo aver scambiato con loro solo qualche opinione ,

su argomenti in generale.

Devo dire che sono rimasta un po' Perplessa.

La domanda nasce spontanea: ne siete propio Sicuri?

E' cosi' facile come pensate?

Mah,... io avrei da dissentire.

Penso che solo  chi e' Dotato di Enorme Sensibilita'

sia in grado di carpire i graffi

e Percepire come sta l'Anima di fronte a noi.

Per conoscere una persona ci vuole Tempo,

ma sembra che ce ne sia sempre meno...

Voi cosa ne pensate?

Portate una Maschera o sono solo Illusioni?

Cosa Rappresentano Realmente?



 
 
 

Incazzata Nera.

Post n°18 pubblicato il 10 Luglio 2010 da Essenza_Nera

 

 

 

 

 

Nera, Nera come la Pece,

Nera, Nera come la Notte,

il mare,

il Tempo.

Nera, come la tua Ombra,

il tuo Terrore,

il tuo Abisso,.

Nera, come l'Incubo che,

Inesorabile,

Incombe sulla tua anima.

Nera, come la Maledizione

piu' Cupa e Implacabile.

Nera, come Nessuno mai.

Scritto, come la tua Morte,

Nera come la Mia Rinascita!

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Riflessioni ...

Post n°17 pubblicato il 12 Giugno 2010 da Essenza_Nera

 

 

 

 


Vi siete mai fermati ad ascoltare la propia Anima?
Cosa sussurra, bisbiglia, grida?A volte facciamo finta di non sentirla, altre siamo troppo impegnati per prestarle attenzione,
altre ci convinciamo che sta errando per la prima volta, ma lei e' sempre li.
Ascolta tutto cio' che ci circonda, e' attenta alla piu' piccola emozione,
ad ogni battito, attende in silenzio, con tutta la calma del mondo e osserva.
Siamo circondati da un materialismo e una frenesia assoluta,
ma cio' non toglie che siamo noi a cercare di fare del nostro meglio,
per lo meno a provarci, per affrontare la vita e tutte le sue prove.
Io ho imparato che le parole si dissolvono nel vento, ma i gesti parlano per loro.
Ho imparato cosa significa cadere in ginocchio, piu' di una volta, e rialzarmi.
All'inizio devo ammetterlo, molto ammaccata, ah ah, poi,
dopo una notevole pratica,
mi rialzo e cerco di trarne la maggior forza possibile.
Ogni evento ti lascia qualcosa e si porta via un pezzettino di te,
ma ti fa crescere, ti mette davanti a situazioni dove ti evolvi,
dove, tramite la sofferenza,
comprendi cose che altrimenti non avresti mai potuto.
Ho imparato a riconoscere i miei errori con me stessa e con gli altri e a porvi rimedio.
Sono sempre stata un tipetto molto testardo, troppo a detta di molti, 
ma il proverbio chi la dura la vince e' verissimo.
Non mollare mai e' importante, almeno per me.^_^
Troppe volte ho volutamente ignorato la mia Anima, perche' non volevo sentirla,
ma da tempo sono attenta a quello che dice.
Capita che cio' che suggerisce non mi piaccia, altre mi posso trovare d'accordo,
ma non la mettero' mai piu' a tacere.
Lei non ti tradira' mai, ti e' sempre accanto e ti sostiene quando ne hai bisogno.
Quante volte ho sentito persone affermare con tono scocciato o svogliato, devo fare questo piacere, devo regalare questa cosa devo, devo, devo, ma sbuffando.
Apprezzo di piu' una margherita di campo donata con il cuore,
che delle rose regalate per dovere,
perche' per me il gesto vale tantissimo.
La spontaneita' e la sincerita' sono molto importanti,
e' cosa rara incontrarne oggi, ma non impossibile.
Poi esiste l'Umilta'. Una piccola parolina, ma con un valore immenso.
Come mai e' cosi' difficile essere umili?
Quando ero piu' piccola, spesso l'arroganza saltava fuori,
poi crescendo e imparando dalle situazioni che si incontrano sul propio cammino,
e' andata a disperdersi.
Meno male, gia' il mio carattere non e' tanto biondo, costellato da vari difetti,
ma per fortuna, tra questi, non rientra essere arroganti.
Altrimenti ero in guai seri, ahh.
Con il passare del tempo ho fatto amicizia anche con la pazienza e la calma.
Spesso puoi essere fraintesa e trovarti davanti un muro,
ma ragionando a mente fredda si deve cercare di far capire le tue reali intenzioni.
La calma la perdo anch'io, sono tutto fuori che santa, ma mi sono accorta che ,
se fino a poco tempo fa magari saltavo alla gola o a conclusioni affrettate,
per toni interpretati male, ora rifletto, faccio un respiro e sono piu' propensa a un dialogo.
E di questo devo ringraziare una persona a cui tengo moltissimo. La Twinny.
Ma se il dialogo manca non si va da nessuna parte.
Questo vale in tutti i campi, amicizia, famiglia, colleghi di lavoro e tra patner.
Capita anche, che nonostante il bene che si prova per le persone che ci stanno accanto,
ci sono dei momenti nella vita, dove non si riesce a farsi capire.
Ma alla base ci deve sempre essere un dialogo.
Per quanto mi riguarda preferisco un ''vai a quel paese, ora non  ho voglia di parlarne'',
ma rimanere in silenzio non e' salutare per nessun tipo di rapporto o persone.
Almeno questo e' il mio pensiero.
Ho fatto molti errori in passato, e ne faro' altri, d'altra parte
se cosi' non fosse, non potrei evolvermi e non imparerei cio' che la vita
vuole insegnarmi.
Ma penso anche di essere cambiata molto nell'ultimo anno,
riscontro in me un carattere differente, delle sfumature che prima mancavano.
Penso di essere una persona migliore, nel suo piccolo si intende,
 ma ho fatto dei passi avanti,
grazie anche alle persone che mi sono state e mi stanno vicino,
e a loro dico Grazie.
Della pazienza, della comprensione, di Tutto.


E voi,  vi siete mai fermati ad ascoltarvi ?
Vi sentite  diversi, notate dei cambiamenti o la vita
e' troppo frenetica
e anche un solo  istante fa la differenza ?

 

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 37
 

 

 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.