Creato da cla_19 il 10/10/2007
 

Pisoli in love...

Sperare in una favola non vuol dire sognare ad occhi aperti ma riuscire a realizzare un sogno!GRAZIE PISOLO!

 

 

CI SIAMO!!!

Post n°151 pubblicato il 22 Luglio 2009 da cla_19

Ebbene sì...

anche quest'anno ci siamo quasi...

Mancano ormai tre giorni all'attesissima vacanza estiva del gruppo Procoio che quest'anno vedrà la compagine di 18 elementi passare una settimana in Calabria, stavolta a Marinella di Cutro (Kr) villaggio... PORTO KALEO

L'adrenalina è alle stelle....

Le 9 ore di viaggio non ci spaventano! Il caldo nemmeno...

Siamo pronti a partire...tutti all'insegna del divertimento...

Mancano solo le valigie da fare...

PORTO KALEO...STIAMO ARRIVANDO!!!

 
 
 

Voglia di mare...

Post n°150 pubblicato il 29 Giugno 2009 da cla_19

Eccomi qua...

è il 29 giugno e ieri è stata, in parte, la prima giornata estiva decente dopo giorni di freddo e pioggia...

Ma possibile?!? Cioè dico quando arriva l'estate?!?

Ho voglia di mare, di sole, di caldo e di relax...

In questo periodo soprattutto ne ho proprio bisogno...bisogno di stare tranquilla, bisogno di staccare la spina, bisogno di NON PENSARE!!!!

Meno male che alla vacanza manca meno di un mese!!!

E speriamo che sia una bella vacanza, di quelle da non dimenticare, di quelle che non ti lasciano strascichi imprevisti e dolorosi nella tua misera esistenza senza che tu non te ne renda conto e senza che siano gli altri a farti aprire gli occhi su un mondo del quale ignoravi del tutto l'esistenza...

Una vacanza che non rischi di mandare a monte sogni e progetti di una vita o quasi, una vacanza che si possa definire tale...

 
 
 

AUGURI ALESSANDRA!

Post n°149 pubblicato il 26 Maggio 2009 da cla_19

Ieri è stato il compleanno di Alessandra che ha compiuto 26 anni...

AUGURI CHICCA E GUARISCI PRESTO....

MI MANCHI...

Ale

 
 
 

Fiuggi...

Post n°148 pubblicato il 26 Maggio 2009 da cla_19

Salve a tutti,

è un pò che non scrivo ma sono stata molto impeganta con il lavoro..

Meno  male però che ho trovato anche il tempo di divertirmi...

Venerdì, sabato e domenica infatti sono andata a Fiuggi con il  mio amore...

Abbiamo passato tre giorni bellissimi!!!

Ci siamo molto divertiti e ci siamo rilassati.

L'albergo era meraviglioso, un 5 stelle, e aveva due piscine, di cui una coperta, favolose...

Abbiamo anche mangiato benissimo...l'unica "pecca" è che la sera dopo cena non c'è molto da fare in giro per Fiuggi  dato che  è tutto chiuso salvo il bar in piazza...

Cmq sono stata veramente molto bene e spero di tornarci...

Come sempre però devo ringraziare il mio amore che anche stavolta ha reso il week-end indimenticabile...

GRAZIE TESORO....

TI AMO!!!

Ecco qualche foto di questa favola...

Sala da pranzo

Giardino

Camera

Piscina esterna

Esterno

La Ferrari ovviamente non c'era... :-D

 
 
 

Auguri "Zia" Claudia

Post n°147 pubblicato il 26 Aprile 2009 da cla_19

Ieri sera è stata una gran serata!!!

Abbiamo festeggiato il 29° compleanno della nostra amica Claudia... la "Zia"...

Abbiamo mangiato tantissimo e ci siamo fatti un sacco di risate!!!

A lei ancora

 

 

AUGURI

 

 

TVB

 
 
 

Di ritorno...

Post n°146 pubblicato il 14 Aprile 2009 da cla_19

Quella 2009 è stata una Pasqua all'insegna del divertimento ma anche del cibo... (purtroppo...).

Ecco cosa abbiamo fatto in questi giorni di festa, essenziali per carburare...

PASQUA

Sveglia alle 08:30 per colazione tutti insieme a base di pizza di Pasqua, salame, capocollo. uova sode e cioccolata!

Pranzo: A casa con i miei...Linguine allo scoglio e carne (che non ho mangiato...). Il pomeriggio tutti al Procoio per l'inaugurazione della nuova rete da pallavolo. Poi a cena a casa e la sera uscita collettiva...

PASQUETTA

Ore 12:30 Arrivo al Procoio per la Pasquetta procoiona...Prima partita di riscaldamento a pallavolo poi pranzo con pasta al sugo, coniglio, ripieno di coniglio, salsiccia, hamburger, insalata e dolci offerti da Sergio per il suo compleanno...Torta con crema e cioccolata, crostata con marmellata di castagne, crostata con ricotta e cioccolata.

Ore 16:00 incontro di pallavolo - selezioni per la spedizione Porto Kaleo 2009...

Ore 17:00 Consegna del regalo all'Architetto.

Ore 18:00 Partita a schiaccia 7 vinta da Alessia (con aiuto di Marco...)

Ore 19:00 Apertivo - Cena a base di salame, capocollo, pizza di Pasqua, Nutella, patatine, olive, noccioline, salatini, bibite e frutta.

Certo che feste così ci vorrebbero più spesso...

Baci a tutti!!!

A presto!

 
 
 

STUPENDA PARIGI!!!

Post n°145 pubblicato il 06 Aprile 2009 da cla_19

LUNEDI 30 MARZO

Ore 05:15 Sergio e Alessandra passano a prendermi a casa e da lì andiamo a prendere Carlo.

Ore 5:30 Si parte per l'aeroporto di Roma-Ciampino;

Ore 07:40 Arrivo all'areoporto dopo una interminabile fila...

Ore 08:25 Check in e imbarco

Ore 08:55 Decollo

Ore 11:00 Arrivo a Parigi- Orly. Prendiamo i bagagli e fuori l'aeroporto ci aspetta un pulmino che ci porta in albergo a Rue Voltaire.

Ore 11:30 Arriviamo in albergo dove posiamo solo i bagagli. Poi andiamo alla metro a fare l'abbonamento e da lì ci rechiamo al Louvre.

Ore 12:30 Arrivo avanti al Louvre. Pranziamo e nel primo pomeriggio facciamo il nostro ingresso al museo...

Abbiamo girato tutto il Louvre e fatto un sacco di foto. Abbiamo visto un sacco di opere famose, prima tra tutte la Gioconda. Il Louvre è bellissimo...e anche caro visto che un caffè lì costa 3€ ma...siamo in Francia...

Ore 18:30 Ritorno in albergo e sistemazione nelle camere.

Ore 20:30 Cena e poi alle 23:30 circa tutti a dormire. IL giorno seguente ci si alza presto ed è prevista una giornata impegnata...

MARTEDì 31 MARZO

MATTINA: Alle 7:00 in piedi, alle 8:00 colazione, alle 9:00 siamo usciti ed abbiamo visitato la Cattedrale di Notre Dame anche se non siamo saliti fino in cima in qaunto c'era molta fila e faceva caldo...poi era meglio non perdere tempo!!!

 Da lì siamo andati a visitare la Sainte Chapelle e la Conciergerie e poi a pranzo in un locale lì vicino...

POMERIGGIO: Siamo andati alla Torre Eiffel e, anche se c'era tantissima fila, siamo saliti e ci siamo visti Parigi dall'alto.

Siamo tornati in albergo, ci siamo sistemati e poi siamo andati a cena ai quartieri latini dove poi abbiamo fatto una lunga passeggiata.

Poi a dormire.

MERCOLEDI' 1° APRILE

MATTINA: Solita alzata e poi treno per andare a visitare la Reggia di Versailles, compresi giardini e piccolo e grande Trianon.

POMERIGGIO: Dopo pranzo siamo andati alle Gallerie LaFayette e alla Chiesa di San Sulpice. Poi di nuovo in albergo e a cena vicino Montmartre che poi dopo siamo andati a visitare godendo anche del panorama di una splendida Parigi illuminata. Peccato che non siamo potuti salire perchè era chiuso....

GIOVEDì 2 APRILE

MATTINA: Siamo andati al Museo D'Orsay dove abbiamo visto i dipinti di Van Gogh, Manet, Monet e molti altri!!!

Verso le 14 abbiamo pranzato e nel POMERIGGIO siamo andati agli champs Elysèe dove abbiamo fatto anche shopping al MERAVIGLIOSO  negozio della Disney. Lì il mio amore mi ha comprato il peluche di Dormeur, ovvero il Pisolo francese ed io ho comprato una maglietta delle Disney a mia sorella...Poi ho comprto dei souvenirs per parenti ed amici e alle 19:30 siamo andati a cena al McDonald.

Alle 20:30 ci siamo ritrovati tutti sotto la Torre Eiffel dove abbiamo preso il battello e abbiamo fatto la "crociera" (come la chiamano lì... ) sulla Senna.

Abbiamo visto Parigi illuminata in tutto il suo splendore.

Anche il tempo ci ha favorito visto che non era una serata fredda e ci siamo potuti godere tutto lo spettacolo.

VENERDì 3 APRILE (Ultimo giorno)

MATTINA: Siamo andati a vedere la Defense, il quartiere moderno di Parigi, poi, visto che avevamo ancora un paio d'ore prima della partenza, siamo tornati ai quartieri latini per un paio di compere. Lì abbiamo visitato anche una chiesetta molto carina.Poi abbiamo pranzato in un locale tipico, dopodichè alle 14:45 siamo tornati in albergo dove, alle 15:15, ci è venuto a prendere il pulmino che ci ha riportato in aeroporto.

Alle 17:20 avevamo l'imbarco e alle 17:50 il volo ma c'è stato un ritardo di mezz'ora per cui il decollo è stato posticipato alle 18:20.

Alle 20:16 siamo atterrati a Ciampino, dopo aver visto dall'aereo una Roma meravigliosa tutta illuminata!!! 

Abbiamo preso la macchina e alle 21:50 eravamo a casa.

QUESTA E' STATA SENZA DUBBIO L'ESPERIENZA PIU' BELLA DI TUTTA LA MIA VITA E PER QUESTO RINGRAZIERO' PER SEMPRE CARLO CHE HA RESO QUESTO SOGNO REALTA'...UNA FAVOLA DALLA QUALE NON VOGLIO PIU' SVEGLIARMI...

GRAZIE AMORE...TI AMO!!!

 
 
 

CAMPI ELISI E PARC LUXEMBURG

Post n°144 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

Campi Elisi

Il viale degli Champs Elysees fu creato per dare al re uno splendido scorcio su Parigi, inizialmente fu luogo di affari equivoci tra prostituzione e malavita.
Durante la rivoluzione francese fu louogo delle decapitazioni e per questo motivo rappresenta un luogo di orgoglio patriottico dal fascino notevole. Nel secolo scorso i giardini vennero migliorati ed abbelliti sino ad ottenere quello che oggi è senza dubbio uno dei luoghi più belli di Parigi.

CAMPI ELISI

CAMPI ELISI 2

 

Parc Luxemburg

Il parco Luxembourg è uno dei più belli di Parigi e merita sicuramente una visita tra la visita di un museo e l'altro, tanto per ritemprare in mezzo al verde le proprie energie.
La dimensione molto ampia e l'atmosfera
allegra che vi si respira vi ricaricheranno in un baleno.

PARC LUXEMBURG

 

 

 
 
 

PLACE DE LA CONCORDE E PIAZZA DELLA BASTIGLIA

Post n°143 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

Place De la Concorde

Place de la Concorde è una piazza quadrata magnifica di 8 ettari fra gli Champs Elysées ed il giardino di Tuileries accanto al fiume della Senna.
Costruito dall'architetto Jacques-Ange Gabriel nel 1763 per celebrare la glorificenza del re di allora Luigi XV,di cui ha inizialmente preso il nome, ha visto la decapitazione del suo successore e nipote Luigi XVI il 21 gennaio 1793 durante la rivoluzione francese!
A seguito di numerosi eventi bellici, la piazza subisce cambiamenti e viene definitivamente chiamata Place de la Concorde nel 1830.
Nel mezzo del quadrato, un obelisco, vecchio 3200 anni, che arriva dalle rovine del tempio di Luxor. È alto 23 metri e pesa più di 220 tonnellate ed è coperto di geroglifici.

PLACE DE LA CONCORDE

Piazza della Bastiglia

Il 14 luglio 1789 durante la rivoluzione la prigione della Bastiglia viene presa dalla popolazione di Parigi e la sua demolizione comincia il giorno dopo.
Più recentemente la costruzione dell'opera Bastiglia, rianima questa zona che si era assopita.
La colonna di Julliet commemora le vittime dei giorni rivoluzionari del luglio 1830 che causarono la caduta del re Charles X.
L'opera bastiglia è un edificio imponente e massiccio che è stato realizzato alla fine del xxo secolo.

PIAZZA DELLA BASTIGLIA

 
 
 

OPERA E TORRE SAINT JACQUES

Post n°142 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

Opera

La sua imponente costruzione inizia nel 1858 per iniziativa di Napoleone II che affidò a Charles Garnier la difficile realizzazione.
Tempio della borghesia, sito nel centro della Parigi economica l'edificio doveva trasmettere a chi lo vedeva la testimonianza dei fasti del Secondo Impero.
L'interno dell'Opèra è ricco di marmi policromi con un grande scalone al centro e affiancato da due sale (della Luna e del Sole).
I lavori di realizzazione terminarono nel 1875 sotto la Terza Repubblica. L'Opèra è un monumento all'arte ed al lusso al limite della pesantezza in uno stile che si rifà ad un misto neobarocco e neorinascimentale.

OPERA

OPERA 2

Torre Saint Jacques

Così chiamata poiché si trovava precedentemente al centro della zona delle macellerie, questa chiesa occupava la posizione dell'attuale piazza Saint-Jacques probabilmente dall'epoca carolingia e fu distrutta nel 1797.
È qui che si raccoglievano i pellegrini che partono per Saint-Jacques di Compostella, pellegrinaggio molto famoso nel Medioevo e dedicato all'apostolo S.Jacques.
La statua di Blaise Pascal, posizionata alla base della torre ricorda che egli fece qui le sue esperienze barometriche del Puy-de-Dôme.
Una statua di S.Jacques è posta all'angolo nord-ovest, la piattaforma sulla quale è installata una piccola stazione meteorologica del 1891.
Essa dipende dall'osservatorio di Montsouris.
I simboli scolpiti dei quattro evangelisti (il leone, il toro, l'aquila e l'uomo), appaiono negli angoli.
Queste statue sono state restaurate nel secolo scorso, sul modello delle diciotto statue di santi che decorano le pareti della torre.

SAINT JACQUES

SAINT JACQUES 2

 

 

 
 
 

ACCADEMIA FRANCESE E SAINT EUSTACHE

Post n°141 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

Accademia francese

Il ruolo della Académie Française è doppio: vegliare sulla lingua francese e compiere atti di patronato. La prima missione gli è stata conferita fin dall'origine dai suoi statuti. Per liberarsene, l'accademia ha lavorato in passato a fissare la lingua, fare un patrimonio comune a tutti i francesi ed a tutti coloro che conoscono la nostra lingua. Oggi, agisce per mantenere le qualità e seguire le evoluzioni necessarie. Ne definisce il buono impiego. Lo fa elaborando il suo dizionario che fissa l'impiego della lingua, ma anche con le sue raccomandazioni e con la sua partecipazione alle varie commissioni di terminologia. La seconda missione - il patronato -, non prevista all'origine, è stata resa possibile dai regali ed eredità che gli sono state fatte. L'accademia decreta ogni anno circa sessanta prezzi letterari. Menzione particolare deve essere fatta del grande prezzo della francofonia, decretato ogni anno dal 1986, che testimonia l'interesse costante dell'accademia per l'irradiazione della lingua francese nel mondo. L'accademia attribuisce anche sovvenzioni a società letterarie o erudite?uvres di beneficenza, aiuti a famiglie numerose, alle vedove, alle persone svantaggiate o che si sono distinti con il compimento di atti di devozione e un certo numero di borse. (Bourses Zellidja, neveux, Corblin, Damade).

ACCADEMIA

 

Saint Eustache

Datando tuttavia il XVI secolo, la costruzione adotta lo stile rinascimentale per le sue sistemazioni interne.
Si trova nella chiesa una delle due copie conosciute dei Disciples di Emmaüs che Rubens dipinge verso 1611.
Cominciata nel 1532, non aveva potuto essere terminata. La parte incompiuta fu realizzata tra il 1617 e il 1624.
La chiesa, già grande, avrebbe probabilmente raggiunto una dimensione ed un'altezza impressionante se fosse stata terminata. Il suo piano riprende quello di Notre-Dame di Parigi
Le decorazioni di stile Rinascimentale non riescono a mascherare lo stile gotico dei pilastri e delle arcate.
La facciata principale, incompiuta, sarà demolita nel 1754 e sostituita da una costruzione barocca di Hardouin-Mansart di Jouy dieci anni più tardi.

SAINT EUSTACHE

SAINT EUSTACHE 2

SAINT EUSTACHE 3

 

 
 
 

LA CONCIERGERIE ET MONTPARNASSE

Post n°140 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

La Conciergerie

Conciergerie fu il primo palazzo dei signori dell'Ile-de-France prima di essere i re della Francia. Al X secolo, Hugues Capet si serve del palazzo per insediare la sua autorità, i suoi successori continueranno poi nell'ingrandimento e modernizzazione.È sotto il regno di filippo Augusto, nel XII secolo, che il palazzo prenderà il nome di Conciergerie a causa del suo governatore che si chiama così ed il cui ruolo è di svolgere le funzioni di polizia e di giustizia a Parigi.
Alla fine del XIV secolo sarà trasformato in prigione. La storia del palazzo si completerà tragicamente per i re della Francia poiché è qui che il terrore rivoluzionario fu più violento, e che furono rinchiusi Maria Antoinetta ed i suoi figli.
Ad oggi la prigione che ha accolto i prigionieri fra i più famosi del regno della Francia si visita tutti i giorni dell'anno. Si possono scoprire con stupore le alte cantine incurvate di stile gotico e gli interni affasciananti di storia e architettura.
LA CONCIERGERIELA CONCIERGERIE 2LA CONCIERGERIE 3 

Montparnasse 

Nel 1934, la vecchia stazione Montparnasse non è più adatta al traffico e la città di Parigi prevede di riorganizzare la zona in questione. Lo scopo era di costruire una nuova stazione ma il progetto non decollò per la mancanza di un unanimità.
Nel 1956, una società viene creata appositamente per il suo rinnovamento, cosa che richiede di radere al suolo numerose vie. Nel 1969, Giorgio Pompidou decide finalmente di spostare la stazione e costruire un grande centro commerciale ed amministrativo.
Così la torre Montparnasse venne costruita tra il 1969 e la fine del 1972 sulla posizione della vecchia stazione.
Viene così inaugurata nel 1973. Il cantiere realizzato fu enorme immaginate un 56 pilastri di calcestruzzo inseriti a 70 m sotto terra per sopportare tale costruzione! La torre Montparnasse è stata costruita volutamente sopra una linea di metropolitana, cosa che necessitò di nuove strutture di rafforzamento e della sistemazione delle corsie per i treni.
Per mostrare la portata del lavoro compiuto, sappiate che la torre Montparnasse misura 210 m di altezza per 32 di larghezza, pesa 150000 tonnellate, conta 59 piani (con un terrazzo sul tetto) e 4 livelli sotterranei.
Un ristorante permette di servire le 5000 persone che lavorano in 90000 m2 di uffici su 52 piani.
L'edificio conta anche 25 ascensori e 600000 persone all'anno la visitano per il panorama ed il terrazzo.
La torre Montparnasse è situata nel cuore di un insieme immobiliare che comprende anche un centro commerciale.
Una delle particolarità della torre è la possibilità di trasformare il tetto in pista di atterraggio per elicotteri.
In occasione della sua costruzione, la torre Montparnasse fu criticata a causa della sua altezza che sfigura un po' con il resto della città di Parigi. Oggi, ad esempio, la costruzione di edifici superiori ai 7 piani è vietata a Parigi.

MONTPARNASSE

MONTPARNASSE 2

 

 

 
 
 

PALAZZO REALE E PONTI DI PARIGI

Post n°139 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

Palazzo Reale

Nel 1624 il cardinale di Richelieu diventa ministro del re Luigi XIII e decide di fare costruire nel 1632 il palazzo.
I lavori sono affidati al Mercier (architetto favorito di Richelieu) che costruirà il palazzo cardinale.
Il cardinale morì il 4 dicembre 1642.
Il palazzo è legato al re che morì l'anno successivo.
Successivamente Luigi XIV si instaura nel palazzo che prenderà allora il nome di palazzo reale.
Il palazzo è dato in uso a Philippe d'Orlèans, fratello di Luigi XIV che morì in questo palazzo.
Philippe II di Orlèans occupa in seguito il palazzo dove saranno realizzati affreschi libertini.
Nella sua parte posteriore vennero realizzati i giardini e un insieme di edifici che ospitarono negozi.
Durante la rivoluzione il palazzo reale è al centro degli eventi per diventare successivamente un centro molto animato del vizio: case da gioco ecc...
Il palazzo reale diventa a partire da 1801 la sede del tribunale, quindi della borsa e del tribunale del commercio.
È restituito alla famiglia d'Orlèans nel 1814.
Nel 1871 il palazzo reale è incendiato. Sarà restaurato per accogliere a partire da 1875 la sede del Consiglio di Stato fino ad oggi.
Si possono ammirare le colonne di Buren che nonostante alcune discussioni filosofiche si iscrivono perfettamente in questo contesto, particolarmente quando sono illuminate.

PALAZZO REALE

 

PALAZZO REALE 2

 

Ponti di Parigi

PONTE NUOVO Ponte Nuovo

come il suo nome non indica, è il più vecchio ponte di Parigi, uno dei primi ponti in pietra. Iniziato nel 1578 per facilitare le relazioni tra Louvre e l'abbazia di sant-Germain, fu inaugurato da Enrico IV soltanto nel 1607. Le due parti del ponte sono state riunite da un terre-pieno artificiale derivato dalla giunzione di due piccole isole della Senna. Il ponte-Nuovo ebbe immediatamente grande successi presso i parigini che apprezzarono le sue innovazioni architetturali: l'assenza di case che permette la vista sul fiume e sul Louvre, la sua larghezza accentuata dalle mezzaluna sistemate sopra ogni pilastro, i marciapiedi che proteggevano da fango e cavalli. Il ponte diventò presto il quadro di un'animazione perpetua: commercianti ambulanti, artisti, oziosi si trovavano in particolare vicino alla pompa del Samaritaine, pompa ad acqua che alimentava la città. Il ponte non ha conosciuto molte modifiche nel corso del tempo: le 385 maschere grottesche che decoravano precedentemente le arcate sono scomparse (sono alcune a Cluny ed a Carnavalet). I candelabri del 19esimo secolo sono stati disegnati da Victor Baltard. Nel 1985, l'artista Christo inserì il simbolo della vecchia Parigi.

PONTE DELLE ARTI Ponte delle Arti

Voluto nel 1801 da Napoleone Bonaparte, questo ponte segna l'arrivo del ferro e della ghisa all'inizio del 19esimo secolo. Prese questo nome in riferimento al palazzo delle arti, il Louvre, che veniva così collegato al collegio delle quattro-Nazioni (l'istituto). Decorata di fiori e di arbusti, la passerella pedonale costituiva una specie di giardino sospeso. Composta da 9 arcate che ostruivano la navigazione, troppo fragile, fu danneggiata varie volte dal passaggio di barche e chiusa al pubblico nel 1970. E' stata ricostruita nel 1984 su progetto di Louis Arretche. È ormai in acciaio e consiste soltanto di 5 arcate.

PONTE ALEXANDRE III  Ponte Alexandre III

Il ponte fu costruito contemporaneamente al grande e piccolo palazzo, per l'esposizione universale del 1900. Fu lo zar Nicola II a porre la prima pietra del futuro ponte, che prese il nome di suo padre per celebrare l'amicizia franco-russa. Composto da un'arcata di ghisa abbastanza bassa per non tagliare la prospettiva, è abbondantemente decorato da candelabri in bronzo, di cavalli alati e da altre statue, in particolare di Bourdelle, che si ergono anche lungo il cours de la Reine. All'angolo del cours de la Reine e del viale Franklin-Roosevelt, il giardino de la vallée suisse.

 
 
 

SAINT GERMAIN E MUNICIPIO

Post n°138 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

Saint Germain

Questa chiesa, inizialmente dedicata a San Vincenzo, venne edificata intorno al 500, fu poi così chiamato per la magnificenza della basilica ricca di marmi e splendida nei suoi pavimenti a mosaico.
Particolare il tetto rivestito in bronzo in modo da risplendere nelle giornate di sole. Dall'800 ad oggi la chiesa è stata spesso restaurata.

SAINT GERMAIN

SAINT GERMAIN 2

Municipio

Fu nel XIV secolo che venne costruito questo palazzo, già nella posizione attuale del municipio, un edificio dove si riuniva una delle corporazioni più potenti della città: quella dei commercianti dell'acqua.

Ma è nel 1533, sotto il regno di François I, che si fece appello all'architetto francese Chambiges ed all'italiano, Domenico da Cortone, per costruire il primo municipio di Parigi.
Di stile Rinascimentale con le sue finestre a crociera, la costruzione sarà completata soltanto nel 1628, sotto Luigi XIII - poiche'i lavori si sono interrotti durante le guerre di religione.
Devastato da un incendio nel 1871, il municipio di Parigi sarà ricostruito identico da parte di Ballu e Deperthes, alcuni anni in seguito.
Oggi, le sale ed i saloni sontuosamente decorati sono aperti alla visita su appuntamento: si possono vedere in particolare, oltre alla ricchezza delle tappezzerie e dei mobili lavorati, tessuti ed affreschi del Jean-Paul Laurens, Puvis di Chavannes, Henri Martin, Adolphe Willette o Morot.
Vengono organizzate esposizioni e manifestazioni di qualsiasi tipo: conferenze, esposizioni di fotografie, mostre ecc...

MUNICIPIO

 
 
 

NOTRE DAME ED IL PANTHEON

Post n°137 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

Notre Dame

Questo gioiello architettonico, inserito tra i due bracci della Senna viene anche chiamato 'Nave di Pietra' per la sua imponenza e la sua collocazione.
Iniziata nel IV secolo ad opera dei Cristiani venne ampliata tra l'VIII e il IX secolo. Nel 1148 si aggiunse un portale e altre piccole modifice.
Durante il periodo Luigi VI venne considerato non all'altezza del Regno e fu fatto ricostruire dal vescovo Maurice de Sully e ancora rimodificato fino a circa il 1300.
Gravemente danneggiata durante la Rivoluzione fu ricostruita tra il 1857 e il 1864

 

NOTRE DAME

NOTRE DAME 2

la cripta archeologica

CRIPTA

La cripta archeologica sotto la chiesa di Notre-Dame de Paris è stata sistemata per proteggere le vestigia scoperte in occasione degli scavi realizzati a partire dal 1965. Questo spazio, molto vasto, ha aperto le sue porte nel 1980 con obiettivo la presentazione degli elementi degli edifici che si sono succeduti nel sito, resti romani e medioevali in particolare.

La zona della piazza di Notre-Dame de Paris è stata oggetto di numerosi scavi, di cui due sono le campagne più importanti: la prima nel 1847, condotta da Théodore Vacquer, la seconda dal 1965 al 1967, condotta da Michel Fleury.

L' insieme di questi scavi ha permesso il ritrovamento di importanti reperti storici. Per mantenere intatti questi reperti e renderli accessibili al pubblico, una cripta apposita è stata costruita. Dall'anno 2000 illustra tutta una parte della storia di Parigi, ed è gestita dal museo Carnavalet.

Il Pantheon

La piazza su cui sorge il Pantheon fu progettata nel 1700 come prolungamento della chiesa di Sant Genevieve sulla piazza antistante.
Voluta da Luigi XV fu utilizzata come luogo di sepoltura di illustri personaggi legati in qualche modo alla rivoluzione francese:Marata, Voltaire, Rousseau...
Nel corso del secolo successivo fu modificata sino ad avere l'aspetto attuale. Lo spazio interno di circa 1000 metri quadri impressiona per la sua solennità.

PANTHEON

 
 
 

TORRE EIFFEL ED ARCO DI TRIONFO

Post n°136 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

TORRE EIFFEL

E' il simbolo di Parigi, chiamata così dal nome del suo progettista, l'ingegnere Gustave Eiffel.
La struttura è stata costruita in un tempo record:meno di due anni, dal 1887 al 1889. Costruita per celebrare i festeggiamenti di una Fiera Mondiale organizzata per celebrare il centenario della Rivoluzione Francese, fu inaugurata il 31 marzo del 1889.
Visitata mediamente ogni anno da cinque milioni e mezzo di turisti, la torre è alta ben 304 metri ed il suo peso supera le 10mila tonnellate!

TORRE EIFFEL 2

 

TORRE EIFFEL 3

PIANTINA

 

Arco di Trionfo

L'Arco di Trionfo (Arc de Triomphe in francese) è un importante simbolo di Parigi ed è collocato all'inizio del viale degli Champs-Élysées, al centro della Place de l'Étoile.
L'arco venne progettato come versione neoclassica degli antichi archi di trionfo dell'Impero Romano. Alto 50 metri e largo 45 serba, incisi all'interno delle sue pareti, i nomi di 558 generali francesi
La sua costruzione fu merito di Napoleone Bonaparte nel 1806 dopo la vittoria nella battaglia di Austerlitz.
Sotto terra, ai piedi dell'arco è presente un museo di oggetti di Napoleone Bonaparte e reperti della prima guerra modiale, oltre a documenti storici dell'arco stesso.

ARCO DI TRIONFO

ARCO DI TRIONFO 2

 
 
 

HOTEL DES INVALIDES E CENTRO POMPIDOU

Post n°135 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

HOTEL DES INVALIDES

 

L'hotel degli invalidi accoglie ancora oggi un centinaio di pensionati ed invalidi degli eserciti francesi, ma anche molti musei ed una necropoli militare.
L'amministrazione incaricata di questa missione è l'istituto nazionale degli invalidi.
L'istituzione degli invalidi ai tempi di Luigi XIV aveva lo scopo di venire in aiuto ai vecchi soldati invalidi che erano ridotti sia a rifugiarsi nei conventi sia alla mendicità.

Nel 1670 fu dunque creata l'istituzione degli invalidi che accoglie rapidamente un numero elevato di soldati feriti. La costruzione si completa nel 1676.

 

HOTEL DES INVALIDES 2

Centro Pompidou

È nel 1969 che George Pompidou, appassionato d'arte contemporanea, ha l'idea di creare uno spazio culturale immenso nel pieno centro di Parigi, a Beaubourg, ad alcune centinaia di metri da ciò che è ancora il foro dei mercati.

 

"Vorrei che Parigi possieda un centro culturale che sia allo stesso tempo un museo ed un centro di creazione".
Con queste parole pronunciate nel 1969, il Presidente della repubblica aprirà la via ad un grande contributo internazionale per la costruzione del centro che porterà il suo nome.
Una consultazione internazionale sarà lanciata alla fine dell'anno 1970, più di 650 progetti vennero esaminati
Il progetto di Renzo Piano e di Richard Rogers risulterà vincitore di questo progetto nel 1971. Si presenta sotto forma di un parallelepipedo gigantesco di 166 metri di lunghezza, di 60 metri di larghezza e di 42 metri d'altezza.
Molto innovatore nella sua concezione è decorato da camini di vapore e da condotti metallici dipinti di colori vivi.
I residenti e le guide sono stupefatti.
La stampa si accanisce sull'argomento ed alimenta la polemica.
Quando il centro apre le sue porte, il 31 dicembre 1977, numerosi ospiti si stupiscono della presenza delle armature.
L'evento architetturale suscita reazioni nel mondo intero. Numerose voci si alzano contro la presenza, nel cuore della Parigi storica, di un "mucchio di tubi", di plastica e di vetro.
Ogni livello della costruzione comporta un piano di 7500 metri quadrati. Le scale, ascensori e tutti i condotti d'aerazione e d'alimentazione sono stati tenuti e veicolati all'esterno, in facciata.
Il colore delle putrelle e delle guaine corrisponde alla loro funzione: blu per l'aria condizionata, verde per i fluidi, rosso per i trasporti e arancio per l'elettricità.
Di fronte alla piazza, una grande scala meccanica sale in diagonale, in un tubo di vetro circondato da arcate.
Lavori di restauro del centro Beaubourg, destinati a riparare gli oltraggi del tempo e rimettere a nuovo tutti gli impianti provati da un'affluenza di pubblico molto superiore alle previsioni iniziali, sono stati intrapresi nel 1997. Hanno comportato la chiusura del centro che ha riaperto le sue porte alla fine dell'anno 2000.

POMPIDOU

 

 
 
 

I Musei: IL MUSEO AUGUSTE RODIN E LA BIBLIOTECA NAZIONALE

Post n°134 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

RODIN

 

Il museo Rodin apre le sue porte al pubblico il 4 agosto 1919. Rodin affitta il piano terra dell'hotel Biron nel 1908. Lo scultore circondato dai suoi amici più fedeli manifesta la sua volontà di creare all'hotel Biron un museo che gli sarà dedicato.
È soltanto nel 1916 e per tre donazioni successive che Rodin rimette allo Stato la totalità delle sue raccolte, i suoi archivi personali, la sua proprietà di Meudon e soprattutto l'insieme della sua opera, sculture e disegni, accoppiato dei diritti di riproduzione.
Si possono oggi scoprire, marmi, bronzi, intonachi, cere, terracotta, ceramiche, vernici, disegni ed opere di altri artisti (Monet, Renoir, Van Gogh) che provengono dalla sua raccolta personale.

 

BIBLIOTECA NAZIONALE

 

Creata nel 1666 dal primo ministro Colbert, inizialmente biblioteca reale venne rinominata durante la Rivoluzione e prese il nome appunto di biblioteca nazionale.
Si ingrandì di opere grazie alle opere letterarie ed artistiche provenienti dalle congregazioni religiose e dai nobili espatriati dopo la rivoluzione.
Nel 1854 l'edificio venne rimodernizzato dall'architetto Labrouste che creò così la sala di lettura e l'imponente magazzino centrale.

 

 
 
 

I Musei: IL MUSEO D'ORSAY

Post n°133 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

ORSAY

Il museo è compèlementare al museo nazionale d'arte moderna e presenta al suo interno il medesimo concetto di arte a più epoche storiche.
La visita si può svolgere in mezza giornata ma va evitato di visitarlo durante il week-end, molto affollato.
Vi sono esposte in particolar modo le opere degli anni a cavallo del 1900. ORSAY 3

 

 
 
 

I Musei: IL LOUVRE

Post n°132 pubblicato il 27 Marzo 2009 da cla_19
Foto di cla_19

LOUVRE

 

Costruito nel 1200 circa fu inizialmente fortezza e dimora reale, successivamente luogo di villeggiatura ai tempi di Carlo V ospita oggi quello che può essere considerato un dei principali musei del mondo se non il primo in assoluto.
Per visitare degnamente quanto realizzato occorrono certamente più giorni ma se saprete scegliere sapientemente opere e periodi di vostro maggior interesse una giornata vi sarà sufficente a restar sbalorditi.

LOUVRE 2

 
 
 
Successivi »
 

I MIEI LINK PREFERITI

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

tessellibrandimarteaechmea1alessiac1984fedeginiarai1961lscuto75lorgensiniantoncap1973la_nespolapalfutguppy15corinne.bentivogliohighlander1967pit1961eglebart
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20