Creato da: feel14 il 13/09/2006
e ascolto il tuo silenzio, nel silenzio del mio mondo

per votarmi linkare qui accanto e lasciare un commento.grazie a tutti...immaginehttp://blog.libero.it/blog2007

 
 
 
 
 
 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

Ultime visite al Blog

MITE_ATTACHET_2tinuzza1animafragilexdanysagipterorettaciancamerlamichela.costantini91viscontina17mirela873vincy8288unamamma1manuela_brighentimicaelaaleDORIAN_GRAY1quarzorosa1963
 

Ultimi commenti

buona giornata
Inviato da: Hail131_FriendsOnly
il 26/11/2008 alle 15:42
 
Ciao Feel, ti auguro una dolce e serena Pasqua.
Inviato da: shine_out
il 06/04/2007 alle 12:41
 
...Meravigliosa ... bentornata ...
Inviato da: shine_out
il 22/03/2007 alle 11:11
 
...un pò triste.. vero.. ma al tempo ..il tempo.. xxxc
Inviato da: forsesei
il 12/03/2007 alle 20:44
 
mi chiedevo come stavi ... spero a presto.
Inviato da: shine_out
il 05/03/2007 alle 12:12
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

il silenzio nella musica...

 

 

 

Post N° 71

Post n°71 pubblicato il 29 Novembre 2006 da feel14

immagine

Ne oggi ne domani,

 

ne ora ne mai.

Parole dette per dire

 

significati persi nei ricordi.

 

Momento magico

 

di unioni effimere

 

di finiti attimi

 

circoscritti nella soggettività delle menti.

 

Parole importanti

 

di vana pronuncia

 

incomprese infinite inutili.

 

Sessanta secondi

 

oblii sognati nell'incertezza del tempo

 

tra il domani che dimenticheremo

e lo ieri che già dimenticammo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 70

Post n°70 pubblicato il 27 Novembre 2006 da feel14

immagine

Oggi,

Forse domani 

Un viaggio di

Suoni e colori

In movimento e fermi

Perché sono io che mi muovo

Io che giro nel mondo ed il mondo girerà

Sempre. Chiudo gli occhi ed apro l'infinito

Nella mente che non è nella mia vita, è nella sua

E non vive, cammina e non muore,

Corre mi accorgo sto cercando i suoi occhi sono chiusi

Per non dirle Ti amo e non fare

Rumore  scappare ovunque

 Perché c'è tanta bellezza nel mondo

Ma niente è tutto quanto lei

e allora più nessuna paura

E allora ritorno dov'ero partita

Triste e felice

Sola, ma insieme al Silenzio

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 69

Post n°69 pubblicato il 24 Novembre 2006 da feel14

immagine

Perdo,

oppressa dal fragore della noia,

la lucidità sul momento.

Cedo,

tormentata dal frastorno dei pensieri,

la pienezza del mio me

e il fardello del totale.

Cado,

scivolando tra le ore,

nel sonno della distrazione

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 68

Post n°68 pubblicato il 23 Novembre 2006 da feel14

immagine

Se un giorno ti svegliassi

e le tue sicurezze,

diventassero incertezze,

tu vivi!

Se un giorno aprendo gl'occhi

ti accorgessi che il cielo

non è più lo stesso,

tu vivi!

 

Se un giorno la tua stessa vita

tranquilla e ordinata,

diventasse impossibile,

tu vivi!

Se cercherai l'orgoglio

e non lo troverai,

se cercherai l'amore

e non lo vedrai,

 

se avrai ancora voglia di sorrisi

e non ne troverai i motivi,

allora vivi, vivi ogni momento.

 

E cerca sempre più  vicino,

vicino a te, che stai

correndo più lontana, da te stessa, dalla vita,

 

da chi ancora ti è vicino

e non lo vedi.

Allora vivi!

 

Non hai perso la tua vita,

hai perso te stessa.

Ritrova te stessa:

ritroverai la tua vita!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 67

Post n°67 pubblicato il 22 Novembre 2006 da feel14

immagineL'uomo dice alla donna: ti amo,
come se stringessi tra le palme il mio cuore,
simile a scheggia di vetro che m'insanguina le dita,
quando lo spezzo follemente.

La donna dice all'uomo:
ho guardato nei tuoi occhi,
nel mio cuore,
con amore curvandomi sulle tue labbra.

L'uomo ha taciuto.

Un libro caduto sul pavimento.

Una finestra si è chiusa.

Come un mormorio nelle tenebre

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 66

Post n°66 pubblicato il 21 Novembre 2006 da feel14

immagineSe per un istante Dio si dimenticherà che sono una marionetta di
stoffa e mi regalerà un pezzo di vita,
probabilmente non direi tutto quello che penso,
ma in definitiva penserei tutto quello che dico. Darei valore alle
cose, non per quello che valgono, ma per quello che significano.

Dormirei poco, sognerei di più, andrei quando gli altri si fermano,
starei sveglio quando gli altri dormono, ascolterei quando gli altri
parlano e come gusterei un buon gelato al cioccolato!!

Se Dio mi regalasse un pezzo di vita, vestirei semplicemente,
mi sdraierei al sole lasciando scoperto non solamente il mio corpo
ma anche la mia anima.
Dio mio, se io avessi un cuore, scriverei il
mio odio sul ghiaccio e aspetterei che si sciogliesse al sole.

Dipingerei con un sogno di Van Gogh sopra le stelle un poema di
Benedetti e una canzone di Serrat sarebbe la serenata
che offrirei alla luna.
Irrigherei con le mie lacrime le rose, per sentire il dolore delle
loro spine e il carnoso bacio dei loro petali.

Dio mio, se io avessi un pezzo di vita non lascerei passare un solo
giorno senza dire alla gente che amo, che la amo.
Convincerei tutti gli uomini e le donne che sono i miei favoriti e
vivrei innamorato dell'amore.

Agli uomini proverei quanto sbagliano al pensare che smettono
di innamorarsi quando invecchiano,
senza sapere che invecchiano quando
smettono di innamorarsi.
A un bambino gli darei le ali,
ma lascerei che imparasse a volare da solo.

Agli anziani insegnerei che la morte non arriva con la vecchiaia ma
con la dimenticanza. Tante cose ho imparato da voi, gli Uomini!
Ho imparato che tutto il mondo ama vivere sulla cima della montagna,
senza sapere che la vera felicità sta nel risalire la scarpata.
Ho imparato che quando un neonato stringe con il suo piccolo
pugno, per la prima volta, il dito di suo padre,
lo tiene stretto per sempre.

Ho imparato che un uomo ha il diritto di guardarne un altro
dall'alto al basso solamente quando deve aiutarlo ad alzarsi.
Sono tante le cose che ho potuto imparare da voi, ma realmente, non
mi serviranno a molto, perché quando mi metteranno dentro quella
valigia, infelicemente starò morendo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 65

Post n°65 pubblicato il 19 Novembre 2006 da feel14

immagineLa realtà è un sogno.Se sogniamo
che la pietra è pietra, questo è la pietra.
Ciò che scorre nei fiumi non è acqua,
è un sognare, l'acqua, cristallina.
La realtà traveste
il sogno, e dice:
"Io sono il sole, i cieli, l'amore".
Ma mai si dilegua, mai passa,
se fingiamo di credere che è più che un sogno.
E viviamo sognandola

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 64

Post n°64 pubblicato il 16 Novembre 2006 da feel14

immagine

Non muovere nulla.
Sono in equilibrio
appoggiata appena
sul filo
di un'intuizione:
Sono.
Non viva.
Sono.
Se il silenzio si preservasse
ancora
per un istante...

Sono questa pioggia
d'universo
che mi scorre sulla pelle
come acqua su roccia
lacrima su viso
come musica nell'aria.
Ma i tuoi occhi
già parlano
di lunghe e affannose
corse per le strade
di luci folgoranti e
risate chiassose
ed io...
io cerco il riso
che si perde
nell'azzurro lucente.
Sono.
E non chiedermi
di vivere.

Tutto il resto
è solo
disperata follia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 63

Post n°63 pubblicato il 10 Novembre 2006 da feel14

immagine 
in una sera fredda,
in una situazione ambigua,
un momento.......
uno sguardo.......
 
e poi........
 
un sorriso
che ha riempito le fredde
sere di dicembre.......
 
uno sguardo
che ha carezzato il mio cuore.......
 
e poi........
 
tanta confusione dentro di me andava accrescendo.......
tante domande nella mia testa aleggiavano leggere......
 
e poi..........
 
solo silenzio........
 
di quello sguardo,
di quel sorriso,
solo un bel ricordo
di quelli indelebili.......
 
come due anime in cerca di un perchè
così ci siamo incontrate,
troppo distanti per poterci avvicinare,
troppo diverse per poterci amare.......
 
errante in cerca di un rifugio
questa io sono,
 
spaventata dai colori della vita
in me mi sono nascosta,
 
come un fresco vento di primavera
tu, hai minato le mie certezze e paure,
forse ancora troppo grandi per poter essere affrontate.......
 
come impalpabile brina mattutina,
tu hai stagliato dentro me
brividi ed emozioni da tempo dimenticate.....
 
ma, non è facile
far rivivere delle emozioni
che un tempo tanto hanno fatto soffrire.....
 
spero di aver lasciato là,
nel tuo cuore
un brivido,
un emozione....
 
forse un giorno,
io dentro di me
troverò certezze e serenità,
 
fino a quel giorno,
non voglio illudere
chi dalla vita merita amore e serenità,
 
emozioni che dentro di me
ancora non trovano spazio,
 
un giorno ricomincerò a sognare,
ma adesso
qualcosa di forte dentro di me
dai sogni mi tiene lontana.......

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 62

Post n°62 pubblicato il 08 Novembre 2006 da feel14

immagineE crescendo impari che la felicità non e' quella delle grandi cose.
Non e' quella che si insegue a vent'anni, quando, come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi...
La felicità non e' quella che affanosamente si insegue credendo che l'amore sia tutto o niente,...
non e' quella delle emozioni forti che fanno il "botto" e che esplodono fuori con tuoni spettacolari...,
la felicità non e' quella di grattacieli da scalare, di sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova.
Crescendo impari che la felicità e' fatta di cose piccole ma preziose....
...e impari che il profumo del caffe' al mattino e' un piccolo rituale di felicità, che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un libro dai colori che scaldano il cuore, che bastano gli aromi di una cucina, la poesia dei pittori della felicità, che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane per sentire una felicità lieve.
E impari che la felicità e' fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore, che le stelle ti possono commuovere e il sole far brillare gli occhi,
e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto, che il profumo della primavera ti sveglia dall'inverno, e che sederti a leggere all'ombra di un albero rilassa e libera i pensieri.

E impari che l'amore e' fatto di sensazioni delicate, di piccole scintille allo stomaco, di presenze vicine anche se lontane, e impari che il tempo si dilata e che quei 5 minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore,
e impari che basta chiudere gli occhi, accendere i sensi, sfornellare in cucina, leggere una poesia, scrivere su un libro o guardare una foto per annullare il tempo e le distanze ed essere con chi ami.

E impari che sentire una voce al telefono, ricevere un messaggio inaspettato, sono piccolo attimi felici.
E impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma preziosi.

E impari che tenere in braccio un bimbo e' una deliziosa felicità.
E impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persone che ami...
E impari che c'e' felicità anche in quella urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri, che c'e' qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia.

E impari che nonostante le tue difese,
nonostante il tuo volere o il tuo destino,
in ogni gabbiano che vola c'e' nel cuore un piccolo-grande
Jonathan Livingston.
E impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso