Creato da VoglioDonnaGenova il 28/06/2007

IL TRAPEZISTA

A Genova....in equilibrio sulla mia schizofrenia..... E ....via il sipario.....una volta che hai varcato questa soglia non potrai più tornare indietro e non avrai più certezze e punti di riferimento! Impertinente Irriverente Invadente Antipatico Pungente Demente Demenziale Goliardico Inutile Trash Ironico Grottesco. Sono uguale a tutti gli altri uomini, anzi più uguale degli altri: il solito Stronzo Bugiardo Bastardo Porco Sfigato che si insinua in modo speculativo e opportunistico nel mondo femminile. Cosa accadrà dopo il Trapezista? Incontri Imperfetti si stanno avvicinando? Incontri Imperfetti potrebbe essere un utile vademecum ma anche un toccasana, una medicina per la tua anima ed il tuo corpo per raggiungere benessere e salute?

 

 

« Ci vuole un civico bestiale!Voglio metterti il pesce... »

Ho perso la fede……

Post n°350 pubblicato il 20 Febbraio 2008 da VoglioDonnaGenova
 
Foto di VoglioDonnaGenova

Forse non ve ne ho ancora parlato del mio caro amico Fulgenzio, un po’ di tempo fa’ si è sposato e per noi tutti è stato un trauma, visto che secondo me e i miei amici: lui non è affatto portato per le donne.

Prima di convolare a sbagliate nozze, Fulgenzio era veramente un gran falegname: bravissimo nei lavori manuali si era iscritto negli artigiani

Un giorno poi (brutto giorno per la nostra famigerata combriccola) ha deciso di andare  per troie in via Prè (notissima via di Genova).

Noi lo abbiamo avvertito:”Fulgenzio guarda che in via Prè ormai non ci sono più le ragazze con le borse ma solo borseggiatori”. Lui non ha voluto ascoltarci e ci è andato lo stesso, ha conosciuto Gina, e in fretta e furia ha cominciato a programmare il suo matrimonio.

Nel frattempo ha fatto una gran cazzata e si è cancellato dagli artigiani e quando era il momento di dare il bianco a casa visto che non pagava più l’inps e non era più in regola con i contributi ha dovuto chiamare un imbianchino: non l’avesse mai fatto!

Arrivò l’imbianchino, lui andò via e lo lasciò con Gina, la sua futura moglie, in modo che le spiegasse dove voleva che venisse dato il bianco.

Quando Fulgenzio  tornò a casa, bello contento di trovare tutta la casa imbiancata, trovò invece l’imbianchino in camera da letto con Gina che le aveva spiegato dove doveva dare il bianco e l’imbianchino che aveva dato si il bianco ma non dove doveva darlo!

Vedi Fulgenzio che cazzata hai fatto a cancellarti dagli artigiani?

Comunque Fulgenzio, non si perse d’animo e riuscì comunque ad arrivare al gran giorno all’altare con la casa imbiancata e sposò Gina.

L’altro giorno però Fulgenzio è venuto a casa mia disperatissimo dicendomi:”Ho perso la fede! Mi è caduta nel lavandino e visto che non sono più iscritto negli artigiani non so proprio come fare a recuperarla”.

A quel punto mi offrì io di svitare i tubi del lavandino e di cercare l’anello nuziale caduto nel lavandino ma lui si rifiutò dicendomi che non si può visto che anche io non sono iscritto negli artigiani e decise di chiamare un idraulico: non l’avesse mai fatto!

Arrivò l’idraulico, lui andò via e lo lasciò con Gina, sua moglie, in modo che le spiegasse su quale tubo dovesse mettere le mani per trovare l’anello.

Quando Fulgenzio tornò a casa, bello contento di aver ritrovato la sua fede nuziale, trovò invece l’idraulico in camera da letto con Gina che aveva messo lei le mani su un tubo ma non sul tubo che dovevano essere messe.

Fulgenzio, a ragione, si incazzò come una bestia con Gina che si era messa a toccare i tubi non essendo anche lei iscritta negli artigiani.

 

COMMENTATE QUESTO POST E INVIATE NUOVE IDEE PER QUESTO BLOG MOLTO INUTILE.

E-mail completamente dedicato agli INSULTI delle RAGAZZE della provincia di GENOVA e anche alle DONNE delle altri parti d'ITALIA: incontriagenova@libero.it

 

 

Se vuoi che il mio blog non muoia iscriviti GRATIS a questo link!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

LA VERAMENTE VERA FILOSOFIA DELL'INCONTRO!

Qual'è la vera essenza della parola incontro?

Molti guardando sto cazzo di blog chiamato "incontri a genova" pensano in modo malizioso a qualche strano incontro erotico, pseudo godereccio.

In effetto l'uso improprio della parola incontro e la percezione del suono: "incontro" è stata usata ad arte dall'autore ignobile e stronzo di questo blog (cioè io, praticamente me stesso).

Uno o una entra in questo blog e pensa subito a sesso, erotismo, incontri clandestini, erotismo, scopate e trombate varie...

Beh se volete ve lo lascio pure pensare in fondo provocare le care ragazze di Genova è il mio scopo ultimo.

Comunque volevo farvi una piccola confessione in effetti sono un vero sfigato (di classe però) uno che sta' tutto il giorno davanti al pc perchè non ha una vita reale, non esiste praticamente, uno zombie alla cena dei cretini: eccomi qua.....in persona.

Volete che vi spieghi veramente la vera essenza che la mia mente malata da' alla parola incontro?

Non volete? Ok fa niente.....

Sapete sono molto depresso e represso e quindi mi andava un po' di sfogarmi, un po' di essere egocentrico ed essere almeno per un minuto al centro dell'attenzione.

In effetti ho anche dei complessi di inferiorità (n.b. un complesso di inferiorità è un complesso musicale che suona piano per non svegliare la vicina di casa).

Dai, a parte scherzi lo volete proprio sapere che significa ha per me e per tutti i nani di Biancaneve che vedo quando guardo gli altri fumarsi una canna?

L'incontro è il dialogo, e l'avvicinarsi tra due persone, che anche la pensano in modo diverso e cercano di parlare, di discuture e di trovare un punto in comune o in chiesa.

Volevo creare, con questo blog di merda, un vero è proprio forum multimediale per le donne della provincia di Genova e ho miseramente toppato. Vabbè pazienza!

Che dite sono profondo eh? Vi ho stupito con la mia filosofia tascabile?

Per farvi capire meglio il concetto della parola incontro o dialogo vi farò un esempio eppoi vi lascio tranquillamente chiudere il pc, per poi buttarvi giù dal ponte monumentale di Via XX settembre a Genova dopo le cazzate che avete sentito.

Prendete due seni di una donna sola (sola non nel senso che sta da sola ma che è una soltanto), li avete presenti? Provate a guardarVi dentro la maglietta?  Ecco bene brave. L'incontro/dialogo è come quando due seni che sono vicini ma non si vedono mai si avvicinano e si sfiorano.

Ok? Ora potete andare. (dove vi porterò i fiori?).

 

Per i temi trattati, l'accesso e la visione di questo blog è consentito solo ad un pubblico adulto femminile residente nella provincia di Genova.

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

andreandre3peppo60puppo2015distintodgl180Alessio80amaranto84mimmocavallo65massimiliano.cicconeGoon1ciambyomisdarissanmarco1952bella.figheira7macellaioinboxercorsanovincenzo
 

ULTIMI COMMENTI

Saludos desde España. Soy aficionado a la fotografía y...
Inviato da: JFMM
il 16/02/2012 alle 18:18
 
aahah è vero
Inviato da: giusy
il 24/05/2011 alle 22:00
 
MA NON C'è NESSUNA CHE CI PRUDE LA FIGA? CAMBIATE UN...
Inviato da: sognig
il 19/07/2010 alle 14:53
 
....mi hai fatto amico e cominci con il mal di...
Inviato da: GCarlo9
il 17/04/2010 alle 08:19
 
Sei sicuro di voler dormire? Blog e profilo molto...
Inviato da: Ashley.Wilkes
il 03/10/2009 alle 14:39
 
 
 

I CLASSICI "SECONDI FINI"

Sono un Gran Porco e una Gran Faccia da Culo!

Ecco la verità vera carissime ragazze genovesi e non!

Prima, con questo mio blog, mi sono buttato a capofitto (ho preso anche una testata contro il pavimento) nella poesia con l'unico e nascosto segreto del famoso"secondo fine" (non è un parente di Gianfranco Fini e neanche di Fini, quello dei tortellini).

Poi visto che la situazione incresciosa e visto che non ho neanche una volta raggiunto il mio "secondo fine" (non l'ho neanche mai sfiorato) ho deciso di trasformare il mio blog in versione ironica, simpatica.

E’ un clichè no? Tutti vengono in chat e/o su internet per questo dolce e famoso “secondo fine”. No?

Eppoi è risaputo che alle donne piaccia il romanticismo, la dolcezza, la poesia da una parte e la simpatia, l’ironia e gli scherzi dall’altra.

Così, come fan tutti, ho provato con la tattica della poesia, poi mi sono buttato sulla strategia della simpatia, e sono qui che mi sto già fregando le mani, sicuro di grandissimi risultati. Wow!

In fondo le donne di Genova mica si immaginano cosa ho orchestrato per raggiungere il famoso “secondo fine”.

NON SARO’ CERTO IO A DIRGLIELO! MI TERRO’ DENTRO, TUTTO IL MIO SEGRETO, E LE RAGAZZE DI GENOVA CADRANNO A FROTTE NELLA MIA DIABOLICA RETE (sono andato anche a lezione dai pescatori di Camogli per carpire tutti i misteri della pesca miracolosa!).

Un dubbio però mi assale e se cadessi io nella rete delle donne? E se fossero le donne di Genova e di altre province ad avere “secondi fini” nei miei confronti?

Aiuto!

 

NOTE LEGALI

1) Il blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

2) L'autore non è responsabile per il contenuto di Articoli, Commenti, Recensioni inseriti da altri utenti. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. 

3) Il blog non ha alcun fine di lucro e contiene immagini, video e copertine di libri prelevate dalla rete pertanto tutti i diritti rimangono dei rispettivi autori ed editori. Se dovessero esserci infrangimenti a regole di Copyright non è intenzionale e in caso di violazione di eventuali diritti, le immagini, i video e le copertine in questione saranno rimosse dietro avviso e prova di autenticità.

4) Il blog contiene links ad altri siti internet ma sono forniti solo come informazione e non pubblicità pertanto l'autore non è in alcun modo responsabile del loro contenuto, della loro veridicità, della loro legalità e per eventuali danni provocati dalla visione di essi.

5) I pensieri scritti: per quelli che rappresentano una citazione viene chiaramente indicata la fonte, per gli altri sono pensieri personali dell'autore che NON ne autorizzata la copia.