Blog
Un blog creato da melitone il 18/10/2007

DISABILI UNITI

DISABILITA'

 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

RADIOMID LA RADIO DEL MOVIMENTO ITALIANO SUL WEB

Post n°41 pubblicato il 20 Gennaio 2011 da melitone
Foto di melitone

Nasce Radiomid sul Web, per dare la voce ai più fragili e deboli.

www.spreaker.com

RADIOMID 

per partecipare e dire la tua, in diretta puoi scrivere sulla casella mail

midlanostraradio@gmail.com

diretta ogni giorno dalle ore 16.00 alle ore 17.30

www.spreaker.com/user/radiomid

RADIOMID WEB la voce della fragilità su Spreaker

 
 
 

PETIZIONE

Post n°40 pubblicato il 07 Ottobre 2010 da melitone

Sul sito del M.I.D. (Movimento Italiano Disabili) è aperta una petizione per l'aumento dell'assegno sociale, in quanto da anni fermo alla cifra di 257 euro.

Tutti possono sottoscrivere la petizione, disabili e non, e la petizione è possibile anche scaricarla in formato word e stamparla e inviarla all'indirizzo accluso.

Basta andare sul sito http://www.ilmid.it sulla destra in rosso è evidenziata la scritta della petizione, e quindi cliccarci sopra, e vi porta alla pagina della petizione.

Dopo aver inserito i dati e accettato la petizione cliccare su invio, apparirà una ruotina nera che gira, la petizione è inserita, anche se la ruotina nera continua a girare potete uscire dalla pagina.

Entro un paio gi giorni vi arriverà mail di conferma della petizione garzie.

 
 
 

L’ESAME DI UNA POLITICA CORROTTA E INCAPACE

Post n°39 pubblicato il 18 Luglio 2010 da melitone

Noi del M.I.D. (Movimento Italiano Disabili) ci siamo chiesti, ma ancora, ci credete ai partiti politici che oggi ci rappresentano, sia dell’una che dell’altra coalizione?

La seconda domanda che ci siamo anche posti e quindi rivolgiamo a chi ci segue e ci legge, credete ancora all’ideologia politica?

A noi del M.I.D., ci resta difficile crederci, in quanto il 7 luglio, abbiamo visto gente disabile, di tutte le regioni, di tutte le correnti politiche unite, e a differenza delle classiche manifestazioni che tutti conosciamo, questa non aveva nessuna corrente politica, anche se si è tentato di strumentalizzare
La manifestazione.
Si è detto che eravamo più di 1500 ma quindi se essendo disabili, in quella piazza eravamo tanti, pensiamo anche a chi non è potuto venire perché immobilizzato, chi non è riuscito anche per motivi economici ad esserci, inoltre le persone anche anziane.
Quindi quella piazza raggruppava più del doppio, e forse il triplo delle persone che anche idealmente sarebbero volute esserci.

Questo per dire che forse, le persone almeno quelle disabili si sono stancate dei primi due punti che abbiamo citato sopra, forse che si sono stancate, dei poteri forti della politica, manovrati da mafia e grandi industriali e banche, vedi inquisiti e le ultime dimissioni che ci sono state nel parlamento.

Forse quelle persone che erano in piazza sono stanche di tutto questo, in quanto sono anni che per esse, non si è fatto nulla, anzi oggi si prova anche a levare quel poco.

Quando il M.I.D. è nato, è nato per creare una politica diversa, nuova al fronte della disabilità, in quanto come base si è posta la domanda di dire, se un partito come quello che vogliamo essere noi, riesce a farlo, e cioè a migliorare le cose per i disabili, allora in effetti ha migliorato tutto il sistema, in quanto se un disabile, riesce a vivere una vita tranquilla e dignitosa con delle basi solide avrà una tranquillità economica e di seguito quindi una dignità, il M.I.D., quindi è il partito di tutti.

Questa in effetti è la nostra ambizione verso il nostro futuro, perché pensiamo che vi possa essere una politica diversa, e se questa politica, mira al basso a migliorare il sistema sociale, di questo se ne avvantaggeranno tutti complessivamente.

Certo è una strada lunga e in salita, piena di ostacoli e anche di minacce, in quanto certamente diamo fastidio a parecchi, ma non abbiamo paura, potete continuare a minacciarci, frasi, sibilline e allusive, come”il continuare a mangiare la propria minestrina” in quanto quella fatta dalla propria mamma è sempre la migliore, e di non metterci in testa cose più grandi di noi.

Quindi a questi galantuomini, che ci inviano mail, minatorie, che sicuramente pensiamo che siano dei buontemponi, rispondiamo che l’ideale non muore con le persone che lo hanno creato.
Movimento Italiano Disabili

 
 
 

Post N° 38

Post n°38 pubblicato il 20 Aprile 2010 da melitone
Foto di melitone

CI E' STATO COMUNICATO DALL'ASSOCIAZIONE HANDIAMO, CHE PER PROBLEMI DI AUTORIZZAZIONI, LA MANIFESTAZIONE DEL 25 APRILE 2010 HA CAMBIATO IL SUO PERCORSO.

PARTIRA' DA PIAZZA DEL POPOLO ALLE 11 E ARRIVERA' A PIAZZA FARNESE.

 

IL MID, ALLE 10.30 SI TROVERA' DIRETTAMENTE A PIAZZA FARNESE.

 
 
 

LETTERA DEL PRESIDENTE DEL MID

Post n°37 pubblicato il 01 Aprile 2010 da melitone

Cari amici affiliati al MID, sono ormai mesi, che come Presidente, insieme ai miei coordinatori, abbiamo cercato nelle varie regioni, di riuscire a chiudere qualche accordo politico con i vari partiti, sia essi di destra che di sinistra. Purtroppo il nostro intento è andato fallito, in quanto ogni volta, al momento di mettere nero su bianco le nostre richieste, il tutto falliva. Questo è successo per parecchie volte, in quanto, sono interessati a noi, solo a parole, per avere il voto e solo in campagna elettorale stranamente ci cercano. Questo, ci ha fatto capire dopo i vari contatti avuti dalle varie forze politiche, che nessuna di essa ha interesse a noi ed ai nostri problemi sulla disabilità, anzi come abbiamo e sicuramente anche voi avrete potuto notare, nei vari programmi dei partiti, non vi è alcun accenno al sociale e specificamente alla disabilità. Quindi prese le dovute considerazioni, abbiamo deciso di non affiancarci, ad alcun schieramento, anzi, consigliamo di andare a votare, ma di annullare la scheda. In quanto al futuro, la nostra decisione è quella verso quindi le elezioni politiche che si terranno tra c.a. tre anni, di presentarci ma soli, Quello che tengo a sottolineare come Presidente del MID, è che se vogliamo ottenere qualcosa, verso i nostri confronti, non dobbiamo certo attenderlo da questa classe politica, ma dobbiamo avere il coraggio di crescere uniti sotto un’unica bandiera che poi portiamo ognuno di noi e che è la disabilita. Il Mid ha cominciato questa lotta già da qualche anno, i nostri tesserati sono cresciuti e giorno dopo giorno continuano ad aumentare, ma questo non basta se vogliamo far sentire la nostra voce alle prossime elezioni politiche. Bisogna che ognuno di noi, si sforzi a diffondere il nostro movimento per farlo conoscere il più possibile. Solo avendo dei nostri rappresentanti disabili, riusciremo ad ottenere qualcosa, con la differenza che i nostri uomini, non potranno eludere le aspettative dei suoi elettori in quanto eletti direttamente da noi disabili. Ecco la differenza che può fare un partito di diversamente abili, a differenza di altri che anche se eletti ed invalidi, devono seguire le linee guida del proprio partito, quindi disattendendo le nostre aspettative. Siamo un movimento nato dal nulla, si autofinanzia tramite i nostri coordinatori che ci mettono l’impegno e la volontà con sacrificio, senza nulla a pretendere in quanto non riceviamo alcun finanziamento da nessuno, e come ben sapete il nostro tesseramento è gratuito e vitalizio ed è possibile effettuarlo on-line. A differenza delle associazioni e delle onlus, che sono benvenute, noi essendo disabili, siamo la voce dei disabili e vogliamo che i benefici, siano per tutti, e non solo per pochi, vogliamo che non debbano nascere viaggi all’estero della speranza per le persone, e leggere di dover far collette per benficenza per poter aiutare le persone. La salute è un diritto sacrosanto e su di essa non si può mercanteggiare o risparmiarci sopra per far altre cose, essa viene prima di tutto. La dignità dei disabili oggi, viene ogni giorno calpestata, trattati in modo ambiguo dalle istituzioni che dovrebbero aiutarli, dando molte volte o per meglio essere precisi, non dandogli informazioni chiare ad essi. Non parliamo poi dei soldi che vengono dati sotto forma di assegni sociali, o di accompagnamento e pensioni di invalidità, in questo caso possiamo dire una vera e propria “carità”. Vogliamo creare un dipartimento unico per il disabile, dove possa la persona essere assistita e trovare tutto insieme chiaro e ben definito. Amici per fare questo il MID e i suoi collaboratori vi chiedono aiuto e partecipazione anche nel tesseramento molto importante al fine di capire quanti ci seguono e di che forze possiamo disporre.

 
 
 
Successivi »
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mauripussyTeivesalvatoredsbondie_tondiegiaguaro51strong_passionunamamma1PresidenteMIDsofya_mpolly_bloglametadisabiliSognograficaannamaria.cherchimelitone
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom