Creato da kinderella.lilla il 05/02/2009

MONDO DI KINDERELLA

DI TUTTO UN PO', TRA IL SERIO ED IL FACETO,PIU' FACETO CHE SERIO

 

 

« LASCIA CHE L'AMORE SORRIDA (1)LASCIA CHE L'AMORE SORRIDA (3) »

LASCIA CHE L'AMORE SORRIDA (2)

Post n°1867 pubblicato il 23 Marzo 2015 da kinderella.lilla

Sì, quella sera, sarebbe uscita con un paio di amiche.

"Brera", pensò! A quel pensiero, un velo di tristezza le attraversò il bel viso. Conosceva bene Brera, le tipiche viuzze pavimentate di pietra, i molteplici locali, sempre affollati di artisti e non. Ci aveva vissuto per più di un anno, proprio al civico 28, il palazzo sede della famosissima; Pinacoteca Brera. Adorava Brera, ma non il periodo in cui ci aveva abitato, quando era arrivata dal paese ed era andata a vivere da una zia, sorella di sua mamma, ed il marito. Erano i custodi del Palazzo Brera, da cui: prese il nome tutta la zona antistante ed oltre.

Era innamorata dell'enorme cortile con il colonnato e le statue, il via vai degli studenti, dei modelli e dei visitatori, la mettevano quasi in soggezione, anche se lei non aveva mai potuto visitare, ne' la Pinacoteca, ne' l'Osservatorio. Entrò solamente in un'aula dell'Accademia Belle Arti.

Allora, non si spiegava il carattere arcigno e diffidente, della zia. Era la più giovane delle sorelle di sua mamma, ma, caratterialmente: non le somigliava affatto. Mentre, suo marito, era una persona mite, la bontà fatta persona che subiva il pessimo carattere della moglie.  Cominciò a pensare che fosse così acida perchè non aveva potuto avere figli, mentre Gioia, aveva ben tre fratelli e tre cugini. Col tempo però, la zia cominciò ad affezionarsi e stimare la  nipote, che si dava parecchio da fare: studiava, lavorava ed aiutava in casa. Ne diventò addirittura orgogliosa, quando un professore dell'Accademia Belle Arti, le chiese:

"Signora Silvia, sua nipote lavora?"

"Sì professore, Gioia studia e fa qualche lavoretto."

" Le potrebbe chiedere, se sarebbe disponibile a venire a fare da modella nella mia aula? Verrebbe pagata adeguatemente."

"Oh professore, vedrò di parlargliene ma non sò se ne sarebbe adatta."

"Lei, gliene parli e si vedrà. Non deve far nulla, se non  rimanere immobile."

Il trillo del telefono la tolse a questi ricordi.

"Uè ciao, passo a prenderti per le 19.30, va bene?"

"Ok, ci vediamo alle 19.30 e........ sciambolaaaa."

Si salutarono con una risata.

*Gi* To be continued.....


La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/kinderella/trackback.php?msg=13155702

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
est.la.belle.epoque
est.la.belle.epoque il 23/03/15 alle 21:50 via WEB
Ciao Gilda..ti leggo per la prima volta e del tuo scritto, ne sono affascinata.. Lieta sera di inizio settimana..in un abbraccio, Liliana
 
 
kinderella.lilla
kinderella.lilla il 24/03/15 alle 19:36 via WEB
Ne sono lusingata, Liliana. Detto da te; mi sembra un grande complimento, anche se non ho le pretese di eguagliare la tua bravura in TUTTO. anche a te, auguro una splendida settimana. Un sorriso ed un abbraccio. Ciao, Gi
 
paperino61to
paperino61to il 24/03/15 alle 17:15 via WEB
Ciao Gilda come sempre sai prendere il lettore ed accompagnarlo in quel mondo fantastico dove le parole diventato quadri viventi..bravaaaaaa smack
 
 
kinderella.lilla
kinderella.lilla il 24/03/15 alle 20:03 via WEB
Tu sì che sai far "vivere e dialogare" i tuoi personaggi, con grande abilità. Caro il mio Paperottolo, io ci tento col mio scritto un po' naif. Grazie per l'incoraggiamento. Buona serata smackkkkkkkkkkkkkkkkk *_*
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

dd

 

 BB

 

BB

157

BB

 

BB

 

 

BB

 

 

g

BB

 

foto0143_001

 cc

foto0138_001_001

BB

 

xx

BB

bb

 

 

Io ti verrò a cercare.

Lo sai che lo farò!

Ma la domanda è:

"Tu faresti lo stesso

con me?"

E' questo che devi capire.

Perchè un giorno la

smetterò di inseguirti.

Alda Merini

BB

 

kw

 

 

 

GAB

 

gab

 foto0139_003

gab

 

acq

   ^_^   SMILE ^_^

Sorridi, anche se il cuore ti duole
sorridi, anche se si sta spezzando
quando ci sono nuvole nel cielo
ci passerai sopra
se sorridi attraverso
la tua paura e al dolore
sorridi e forse domani
scoprirai che la vita vale ancora
la pena di essere vissuta
se tu solo sorridi
illumini il tuo viso di tristezza
e nascondi ogni traccia di contentezza
ma anche se una lacrima sta per scendere
è quello il momento in cui devi
continuare a provare
sorridi, a che serve piangere?
scoprirai che la vita vale ancora
la pena di essere vissuta
se tu solo sorridi
anche se il cuore ti duole
sorridi, anche se si sta spezzando
quando ci sono nuvole nel cielo
ci passerai sopra
se sorridi attraverso
la tua paura e al dolore
sorridi e forse domani
scoprirai che la vita vale ancora
la pena di essere vissuta
se tu solo sorridi
è il momento in cui devi continuare
a sorridere, a che serve piangere?
scoprirai che la vita vale ancora
la pena di essere vissuta
se tu solo sorridi.....

C. Chaplin

gab

 

 

 

gab

 

 

 gino

GAB

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

pierre360cassetta2squaloduebellinas0das.silviaguarise.gildalubopowhitedogodolcesettembre.1mariagdelucamariomancino.mkinderella.lillaP.aol.obelf1desiderob
 

I MIEI BLOG AMICI

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
 

TAG

 
Citazioni nei Blog Amici: 26
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom