Creato da valerio74xx il 07/04/2009
il mondo che ci gira intorno (secondo me)

Contatta l'autore

Nickname: valerio74xx
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Etą: 46
Prov: RM
 

Il libro pił bello della mia vita

Il Piccolo Principe

..."Ecco il mio segreto. E' molto semplice: non si vede bene che col cuore.
L'essenziale e' invisibile agli occhi"... 
..."E' il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosi' importante"...
..."Gli uomini hanno dimenticato questa verita'. Ma tu non la devi dimenticare...."

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
 
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

dolenerafabriziolupo5castellabellavalerio74xxFrancescoCortuccisolomassoandrea22004sarnodgl1Eucherio55psicologiaforenseasssbrockecciu_2010Aperegginaaniuta5
 

Ultimi commenti

abbast na jurnat' e sole:)
Inviato da: shamaya79
il 08/02/2010 alle 18:19
 
CONCORDO E MI CORREGGO: (NESSUN DIVIETO:))
Inviato da: shamaya79
il 11/01/2010 alle 16:09
 
i minori di 18 anni so pure peggio secondo me
Inviato da: valerio74xx
il 11/01/2010 alle 16:06
 
capisc a me... mmmm;)DIALOGHI IN CODICE (VIETATI AI MINORI...
Inviato da: shamaya79
il 11/01/2010 alle 15:57
 
mmmm
Inviato da: valerio74xx
il 11/01/2010 alle 15:49
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 

 

« Roma-Napoli (400 km???)come a scuola »

Roma09, si comincia...o quasi

Post n°9 pubblicato il 28 Aprile 2009 da valerio74xx

Non so quanti di voi lo sanno, ma quest’anno a Roma ci saranno i mondiali di nuoto. Anzi a dir la verità tra qualche mese, il via è fissato per il 17 Luglio.I mondiali di nuoto rappresentano il più importante evento per gli appassionati di nuoto di tutto il mondo, nonchè la possibilità di promuovere lo sport come passione di vita, opportunità di lavoro e scambio socio-culturale, valori che sono sempre alla base di queste manifestazioni. Inoltre per quanto mi riguarda il nuoto non è uno tra i tanti sport, ma lo Sport (con la S maiuscola) perchè credo che sia il modo di fare attività sportiva più sano e completo in assoluto.Sono un appassionato di nuoto sin da piccolo. Lo pratico, a fasi alterne, da quando avevo 8 anni e per questo ho molta voglia, interesse ed entusiasmo a partecipare e vivere questo evento, anche perchè fortuna vuole che si svolgerà nella città in cui vivo. E per questo ho fatto le selezioni per partecipare attivamente all’organizzazione di questo evento. Risposta positiva. Mi hanno preso!Ma il problema non è questo.

Roma, quartiere Tor Vergata. Un enorme cantiere con un cartello all’ingresso: "Qui sorgerà la città dello sport". Un impianto avveniristico e moderno pronto per ospitare i mondiali di nuoto del 2009. Un polo sportivo disegnato da uno dei più famosi architetti del mondo, Santiago Calatrava. E dopo i mondiali questa meraviglia sarà a disposizione dei cittadini di Roma. Ebbene? Direte voi. Ebbene non se ne farà nulla!!! Il cantiere resterà tale e con esso diversi altri impianti che erano stati progettati e anche iniziati andranno a farsi friggere e Roma non avrà il suo tanto agognato polo sportivo del nuoto.

Ma i mondiali sono alle porte, che si fa? Si dovrà ristrutturare, o meglio rimodellare quello che è il complesso del Coni al Foro Italico, ma questo non prima della fine degli Internazionali di Tennis previsti a Maggio. E bisognerà farlo in fretta perchè ai giochi del nuoto manca davvero poco, meno di 3 mesi.

Ma perchè è successo tutto questo? Intanto la prima risposta che si potrebbe dare è che siamo in Italia. E già con questo, per molti, si sarebbe detto tutto. Ma volendo soffermarsi sulla vicenda, senza scendere troppo nei particolari, qual’è stato il problema?

Il problema è stato che Roma si è aggiudicata i mondiali di nuoto (invece di essere un’opportunità è diventato un problema). Per organizzarli ha bisogno di impianti che vanno costruiti. L’impianto più grande, la sede centrale, sarà a Tor Vergata e un altro nodo importante sull’Appia antica. La costruzione di questi impianti viene approvata in un primo momento e avviata. Poi cominciano continui blocchi ai lavori dovuti principalmente a vincoli geologici, urbanistici, paesaggistici, ambientali, artistici (ma non li potevano valutare prima?) e uno smisurato aumento dei costi rispetto ai piani (chi è che ci voleva mangiare su? Forse un pò tutti?).

Ma queste sono solo le motivazioni ufficiali, perchè quella ufficiosa è che siamo in Italia. E se c’è da organizzare un evento di questa portata qualcuno ci deve pur mangiare. I finanziatori, i politici, i “trafficoni”, i “magna-magna”, non possono non trarne alcun vantaggio. E allora stop ai cantieri pubblici che non fanno mangiare nessuno. Ok a quelli privati che fanno mangiare, anche tanto, quei pochi, i soliti, che questo paese lo rovinano a colpi di firme su richieste di avalli. L’importante è che quelle richieste siano “pane” per i loro denti, anzi diciamo pure caviale e champagne per le loro zanne.

E intanto 190 milioni di euro di soldi pubblici (i nostri) sono stati spesi e sono andati in fumo. E ancora una volta lo Stato non avrà alcun polo sportivo da mettere al servizio dei propri cittadini, ma gli resteranno due cantieri-scheletro come cicatrici; ancora una volta nessuna piscina, nessun nuovo impianto; ancora una volta i privati costruiranno i loro alberghi, allargheranno i loro impianti e i loro portafogli grazie alle agevolazioni pubbliche. Ancora una volta dobbiamo subire la sconfitta della comunità da parte del singolo.

E io che parteciperò a questi mondiali da volontario, mosso esclusivamente da passione, spirito sportivo e di aggregazione, mastico amaro. Da italiano. Ancora una volta.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog