Blog
Un blog creato da ginevrasdream il 14/07/2006

persefone

... quando persefone ritornò sulla terra la natura si risvegliò...

 
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ginevrasdream
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 55
Prov: AG
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ginevrasdreamedmondo2000Capt.aleSissy_NOquantumleap.italiapsicologiaforensegiulik.38GHOTIQUEnaar75jun78aymanezblumare77fernandez1983aupaz
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

io...

Post n°59 pubblicato il 05 Agosto 2010 da ginevrasdream

sono di Agrigento e vivo di emozioni, sensazioni e delicate passioni, come tutti.
Passo il mio tempo libero (quel poco che ho) contemplando il mondo e i suoi distratti abitanti, riflettendo e coltivando quelle meravigliose creature che sono i fiori e le piante.

 
 
 

don't know why..

Post n°58 pubblicato il 09 Agosto 2009 da ginevrasdream
 
Tag: life

 
 
 

don't know why

Post n°57 pubblicato il 18 Luglio 2009 da ginevrasdream
Foto di ginevrasdream

... perchè la gente non ama il mondo?

... perchè l'egoismo continua a prevalere?

... perchè abbiamo perso il rispetto per noi stessi e le cose?

 
 
 

malika ayane

Post n°56 pubblicato il 18 Aprile 2009 da ginevrasdream

... uno dei pezzi più raffinati della musica di questi anni...


 
 
 

Post N° 55

Post n°55 pubblicato il 19 Agosto 2008 da ginevrasdream
Foto di ginevrasdream

L’INFINITO

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
e questa siepe, che da
tanta parte

dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma, sedendo e
mirando, interminati

spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e
profondissima quiete

io nel pensier mi fingo, ove per poco
il cor non si
spaura. E come il vento

odo stormir tra queste piante, io quello
infinito
silenzio a questa voce

vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte
stagioni, e la presente

e viva, e il suon di lei. Così tra
questa

immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in
questo mare
.

G.Leopardi

 
 
 
Successivi »
 
 

NOBODY KNOWS WHEN YOU'RE DOWN AND OUT....

eric clapton...  nient'altro!
 
 
  vedo la mia vita in queste immagini e
ascolto i miei ricordi attraverso questo video