GIORNI
E infilerò i giorni in una collana,
 tra i fili di  pietruzze dei giorni inutili,
ci saranno piccole perle di dolcezza,
e quando riuscirò a chiuderla
con un fermaglio stretto ,
la metterò nel cassetto
quello dei ricordi belli,
insieme ai pezzetti
di anima graffiata.
Eli

 
Creato da: laancella il 17/08/2005
Scrivere come parlare. Come giocare.

 

 
« quattrocentocinquantaquattroquattrocentocinquantasei »

quattrocentocinquantacinque

Post n°455 pubblicato il 06 Aprile 2009 da laancella

Non è tristezza. È una miscela di rabbia e paura. Di lacrime che non ho saputo trattenere quando ho visto un uomo grande e grosso che esce dalle macerie di quello che era casa sua e piange. Piange un pianto dirotto, un pianto disperato. Ho pianto. Non serve a nulla. Lo so. Sarà la vecchiezza. Oppure il fatto che ero a casa e ho seguito di più le notizie. Sarà che ora sono più consapevole di quello che è pilastro della mia vita. E provo ad immaginare che cosa potrei provare se nello spazio di trenta secondi si frantumasse tutto quello che ho. Non ci riesco. Non so immaginare una cosa del genere. Non so che sarebbe di me se nella notte restassi con la camicia da notte abbracciata a mio figlio sotto una coperta, in mezzo a una strada e davanti agli occhi le macerie della mia casa. Stanotte, la notte sa di polvere.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
. il 07/04/09 alle 15:54 via WEB
l'ho visto anche io. era quasi nudo e qualcuno gli appoggia addosso una giacca nera cercando di coprirlo. la giacca cade perchè ha le braccia aperte sul collo di due uomini che lo sorreggono portandolo via. l'alluvione non è la stessa cosa ma in parte sò cosa si prova a guardare impotenti la distruzione delle cose più care e cercare di pensare che la vita comunque, per chi resta, va avanti e bisogna trovare la forza per ricominciare....g.
(Rispondi)
 
 
liberante
liberante il 28/04/09 alle 00:13 via WEB
A tre settimane di distanza mi rendo conto che provo ancora gli stessi sentimenti e ancora più forti perchè tutta quella gente sta vivendo un qualcosa che non riesco nemmeno ad immaginare come possa essere distruttiva. Oltre al dolore della perdita di tutto e delle morti, il malessere del disagio e della precarietà, non so trovare bene le parole e mi stranisce cercarle. E' terribile.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.