Un blog creato da aure2000 il 24/11/2007

Pensieri e parole

Racconti, poesie, riflessioni

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Piacere di conoscere il tuo blog.
Inviato da: infinitylive
il 22/08/2008 alle 16:12
 
Quante volte lo gridiamo.."NON CE LA FACCIO...
Inviato da: hengel0
il 22/07/2008 alle 13:02
 
Buona estate ... anonimo viandante
Inviato da: aure2000
il 01/07/2008 alle 15:10
 
Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 15:51
 
Ciao Laura,ti ho mandato un mex lasciandoti il mio...
Inviato da: Anonimo
il 04/03/2008 alle 13:19
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

I MIEI BLOG AMICI

 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 

LIBERTA' ... ADDIO! 

Post n°37 pubblicato il 01 Ottobre 2008 da aure2000
 

CELATO, NASCOSTO, VOLUTAMENTE OCCULTATO.

COMPLICI E REE ( SPESSO NON CONFESSE) LE ISTITUZIONI.

CAUSATO DA DISINTERESSE COLLETTIVO, DA DELIRI DI ONNIPOTENZA DI DIRIGENTI, DA  NEGLIGENZE  AMMINISTRATIVE.

VISSUTO TRAUMATICAMENTE DA COLORO CHE, GIORNO DOPO GIORNO, PORTANO .... QUESTO FARDELLO!!!

DI COSA STO PARLANDO? NON VI VIENE IN MENTE NULLA? NON SERVE L'IMMAGINAZIONE MA UNA BUONA DOSE DI SENSO PRATICO E, NEL CONTEMPO, LA CAPACITA' DI LEGGERE OLTRE CIO' CHE APPARE ..... SE NON AVETE INDOVINATO ... PAZIENZA NON HO  VOGLIA DI DIRE ALTRO.... "SILENZIO ... PARLINO GLI ALTRI PER ME"

Dedicato a tutti coloro che:

1. hanno strumentalizzato le MIE PAROLE

2.  hanno usato e CONTINUANO ad utilizzare MINACCE implicite ed esplicite 

3. non capiscono PERCHE' IO NON HO PAURA

4.  mi SANZIONANO INGIUSTAMENTE

5. non PERMETTONO al mio PENSIERO DI ESSERE LIBERO DI ESPRIMERSI

6. si CELANO DIETRO UN POTERE EFFIMERO

7. dovrebbero ESSERE L'ESPRESSIONE DELLA CONVIVENZA DEMOCRATICA e GARANTIRLA poiché RAPPRESESENTANO L'ISTITUZIONE SCOLASTICA.

 
 
 

PER NON DIMENTICARE: FINE 1° ATTO

Post n°38 pubblicato il 19 Ottobre 2008 da aure2000

Solo ieri 18 Ottobre 2008, tramite raccomandata della Controparte, sono venuta a conoscenza , dell’epilogo del Procedimento cautelare 29314/RG2008 del Tribunale Ordinario di Roma - Prima sezione Civile - Giudice designato Dott. Massimo Corrias.

PERTANTO :

  • Letto l’atto del Giudice designato datato 25 Agosto 2008 e depositato in Cancelleria il 17 Settembre 2008
  • Non avendo avuto modo di essere presente all’udienza del 19 Agosto 2008 perché non avvisata
  • Avendo partecipato alle precedenti udienze: 15 Maggio, 19 Giugno, 23 Luglio 2008

Sono costretta, come ordinato dal Giudice designato Dott. Massimo Corrias, a rimuovere da questo blog il video del Sig. Longo Pasquale “Addio Ghidetti Amalia ex Preside dittatrice” dai post n. 11 dell’8 Dicembre 2008 h. 16.48 e n. 17 del 15 Dicembre 2007.

Si conclude il Primo Atto e, confidando nella Giustizia Italiana, preferisco non aggiungere commenti.

Laura Di Nella

 
 
 

BUON NATALE A TUTTI E UN AUGURIO SPECIALE A TUTTI COLORO CHE SPERANO IN UN FUTURO MIGLIORE

Post n°39 pubblicato il 02 Dicembre 2008 da aure2000
 

Il 2008 è stato un anno particolare: quello della CONSAPEVOLEZZA!

Ho scoperto che - come asseriva un mio prof. di Filosofia -  con  un'oscura e  sinistra frase " La situazione è tragica e volge al peggio" e che sintetizzava un concetto con cui ho dovuto fare i conti negli ultimi anni .... anche se la disperazione, intrisa in questa consapevolezza, non ha sopraffatto  la SPERANZA di GIORNI MIGLIORI.

Cosa mi auguro per il nuovo anno?  SOLIDARIETA'

Cosa cercherò di fare per il nuovo anno? RIBADIRE GLI IDEALI IN CUI HO SEMPRE CREDUTO: LIBERTA' DI PENSIERO,  MORALITA',  RISPETTO RECIPROCO.....

Cosa farò sicuramente? DIFENDERMI: utilizzando tutte le modalità giuridiche idonee a garanire la dignità della mia persona! Voglio divertirmi nell'ascoltare "alcune testimonianze" ... speriamo che - nel frattempo - la falsa testimonianza sia ancora un reato!!!!

A PARTE GLI SCHERZI .... auguri a tutti  e se potete ... cercate di essere più buoni ... almeno a Natale!

Con rinnovato affetto

Laura Aurefilia Anna Di Nella

 
 
 

NETTUNO: STORIA DI UNA STRAGE ANNUNCIATA

Il gruppo diventa branco: assenza di valori e di ideali -  istituzioni sorde al malessere di una generazione.

Ho aspettato qualche giorno prima di pronunciarmi su tale orripilante vicenda su cui - giustamente - tante personalità politiche si sono espresse:

 

  • consapevole che una situazione dolorosa e tragica, prima o poi,  evidenziasse il drammatico quadro di degrado sociale - relazionale in cui versano molti giovani;
  • e, nello tempo, inorridita, come tutti, per le modalità utilizzate da questi tre ragazzi, un gruppo di amici (forse!) che si trasforma in " branco" in cerca di emozioni e , con una leggerezza senza eguali, consuma un macabro rito immolando, beffardamente, il diritto di vivere di un uomo, di nazionalità indiana mentre dormiva nella stazione ferroviaria di Nettuno, senza rimorso e legittimando la brutale azione con una spiegazione raccapricciante: la noia, il voler dare un senso a quella serata per poterla ricordare ….In questo, penso, che  abbiano raggiunto il loro scopo: nessuno dimenticherà il  mefistofelico atto  da “più parti strumentalizzato”.

 

La prima cosa “strana” - data altresì per scontata - da molti, secondo il mio modesto parere, è che un uomo, al di là della nazionalità, sia costretto a dormire in una stazione ferroviaria; da ciò che viene riportato da varie fonti - aveva perso il lavoro e non aveva un posto dove dormire: ciò sembra essere sintomatico di un’ incapacità di accogliere le persone che vengono in Italia a lavorare onestamente e garantire loro di vivere con dignità.

Conosco (ahimè !!) molto bene il luogo dove si è consumata la tragedia e anche la prassi - utilizzata da alcune “istituzioni educative” - per affrontare il fenomeno del bullismo, oggi tutte “in corsa” per fronteggiare questa problematica, e fino a circa due anni fa, insensibili e tese a confutare e negare l’evidenza di ciò che il loro miope operato stava creando ( a tal proposito leggasi:  http://mobbingebullismo.myblog.it/archive/2007/12/05/i-bulli-di-anzio-ringraziano.html, http://mobbingebullismo.myblog.it/archive/2007/12/14/bulli-star-del-terzo-millennio.html )

Non voglio ripetermi, ma oggi è doveroso da parte mia sottolineare, PER L’ULTIMA VOLTA, che ognuno di noi deve riflettere su ciò che è accaduto e pensare come mai si possa arrivare a tanto.

Il concetto espresso non è mera retorica ma espressione di un'attenta analisi sul territorio da parte di un’insegnante che ha tentato - senza risultati (suo malgrado!!!!) -  di sensibilizzare dirigente e colleghi a non sottovalutare il fenomeno del bullismo e, ancor più,  ad evidenziare la mancanza delle fondamentali regole di convivenza democratica all’interno della Scuola tra gli alunni, tra gli insegnanti ;oggi in aspettativa non retribuita - per “ scelta” - poiché dopo anni di vessazioni di ogni ordine e grado ha appeso i suoi ideali al chiodo “liberi di sventolare dove li porta il vento

Sono molteplici le variabili su cui soffermarsi, ma il mio intento, è quello di esaminare, in base al ruolo che “dovrei rivestire” - quello di insegnante - un aspetto: l’incapacità ideologica di riuscire a creare un modello alternativo a quello del bullo. Infatti ciò che si conferma tacitamente - in base alla  pessima esperienza vissuta  come insegnante e come mamma - è l’indifferenza rispetto all’altro!!! E’ un’espressione forte - lo ammetto - ma se i docenti, in primis, non sono consapevoli che devono essere espressione e garanti delle più comuni regole di convivenza democratica, i risultati che si possono aspettare dai ragazzi sono quelli che, fino ad ora, i più non hanno voluto vedere:

  • confusione, mancanza di sensibilità, incoerenza, paura o facilità a farsi trascinare dal bullo di turno ,in sintesi il gruppo che si trasforma in branco,;
  • mancanza di valori e di ideali,
  • un vuoto esistenziale incolmabile che crea un cinismo spietato tale da portare all’impensabile: bruciare un uomo “per provare qualcosa “e obliare, almeno per qualche istante,  quella carenza interiore che li disorienta e li rende apatici, indolenti alla sofferenza altrui.

Non penso che sia un caso - e concludo - che il primo fenomeno nazionale di bullismo si è verificato, in una stazione vicina, Villa Claudia (Anzio), vittima un ragazzo finito sotto il treno, preso di mira dal branco!

UMILMENTE:

Laura Di Nella

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lazialottors1unamamma1angelobranconestrong_passiongiupy46coretti1959di.nella2010spazio70Egadismaxliodapaolo.mor1aquilone10ecologiaanziobaby10.dglpit1961
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Piacere di conoscere il tuo blog.
Inviato da: infinitylive
il 22/08/2008 alle 16:12
 
Quante volte lo gridiamo.."NON CE LA FACCIO...
Inviato da: hengel0
il 22/07/2008 alle 13:02
 
Buona estate ... anonimo viandante
Inviato da: aure2000
il 01/07/2008 alle 15:10
 
Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 15:51
 
Ciao Laura,ti ho mandato un mex lasciandoti il mio...
Inviato da: Anonimo
il 04/03/2008 alle 13:19
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 

TAG