Creato da est.la.belle.epoque il 08/12/2010

...fini la comédie

il est temp de rouvrir le rideau...*Blog dedicato all'arte ed alla cultura in ogni sua sfumatura....Una redazione forte e solidale pronta a postare con gusto e conoscenza. Uno scrigno di solidarietà, di stima e di affetto*

 

« LA VECCHIETTA TRISTE...Avvento »

4 giorni a Parigi...

Post n°745 pubblicato il 12 Dicembre 2014 da marziabel

 


Circa 4 anni fa all'improvviso
in un mattino di dicembre, decisi di andare.
Telefonai a Elena mia figlia e le dissi:
" io vado a Parigi per Natale dal 23 al 27 " e lei:
" sei matta ed io lo so" poi mi fa:
" hai avvertito Simon?" ed io." mica mi perdo..."
non l' avevo avvertita, cosi a mia insaputa la chiama
e le dice che il giorno 23 arrivo con l'aereo
delle 13,30 perché mi accompagnava lei a Caselle.
Arrivai a Parigi tutta contenta di girare
un po' da sola invece appena fuori l'aeroporto 
rimasi stupita perché trovai mio cugino David
(figlio di Simon) che mi era venuto a prendere,
salgo in macchina di malavoglia e vado con lui
a casa sua, lungo la strada appena lasciato
l'aeroporto il primo stupore, le strade erano tutte
addobbate di mille colori di luci...


in quel momento
ho capito perché era ancora giorno, i negozi tutti
addobbati a festa mai visto una cosa così prima,
neanche quando ero andata la prima volta a Napoli
avevo trovato cosi tanta illuminazione.
Il giorno dopo, la vigilia di Natale, sono uscita
con mia cugina che abitava vicino la stazione,
cioè proprio nel centro città, decidemmo così
di andare a le Champes- Elyseès

tutto lungo il percorso dalla mattina alla sera incominciando ad incontrare saltinbanchi, giocoglieri,
babbi Natali con la carrozza che portavano in giro
tutta la famiglia a fare un giro per le vie di Parigi,
giostre per i bambini e giostre per i più grandi,
un infinità di divertimenti per tutte le età, e
di tanto in tanto si trovava chi suonava
in qualche angolo strumenti di vario genere,
musica per i giovani per i bambini e per i meno giovani, c'era chi ballava chi cantava, era molto bello
sentire e vedere  chi cantava e ballava.


Ad ogni angolo di stradine Babbo Natale
stupiva i bambini con giochi di ogni genere poi
dava loro palloncini. Ad ogni piazzetta cerano
bancarelle che distribuivano ogni sorta di prelibatezza per grandi e piccini. Poi bancarelle per le strade che vendevano vestiti di Babbo Natale per e ogni genere di cose inerente al Natale.

Poi cerano banchi che vendevano stelle illuminate,
botti di ogni genere a partire da 10 f fino a 200 f
e questi erano la cosa che era più comprata
anche dai ragazzini, non immaginate nemmeno
come si buttavano su sti banchi a comperare i botti
anche quelli grossi che costavano cari
andavano col fratello, col cugino maggiorenne
e ne compravano a palate.


Il giorno di Natale nel tardo pomeriggio ci dirigiamo
tutti verso la torre Eiffel, abbiamo già i biglietti
per salire è la cosa più bella che si potesse fare
in una serata cosi. arriviamo c'è una marea di gente
in coda, c'è chi va a piedi, all' 8° piano noi ci fermiamo per fare cena al ristorante, è un po' illuminato, ma il più bello arriva a mezzanotte quando si illumina tutto, un mondo fantastico visto dall'alto fuochi d'artificio tutto intorno è ancora più bello.


La mattina del 26 andiamo a fare un giro a Montparnasse a Le Jarden du Lussembourg era tutto addobbato con montagne di cartone e neve che luccicava stelle cadenti nel cielo che scendevano come se fossero state vere, ai lati c'erano giardini con erba e sopra neve e pupazzi di neve allestiti con cavallucci che volavano, dove c'erano i laghetti,  poi le pecorelle, i pulcini, poi infine vedemmo il presepe molto grande con la Madonna, San Giuseppe, Il bambino Gesù, il bue e l'asinello, e un angioletto sopra di loro e tantissimi pastorelli ,ma  era molto molto grandepraticamente i pastorelli erano grandi come una persona ed erano di carton gesso rivestiti con abiti veri.


Il pomeriggio del 26 abbiamo abbiamo fatto un bellissimo e lungo giro sulla senna con tanti babbi Natali che sembravano di neve tutto lungo il barcone e che ci hanno fatto fare il giro sulla senna ed arrivati sul piazzale ci aspettavano altrettanti babbi Natali con tanti sacchettini che davano ad ogni passeggero, ma dentro oltre a cioccolatini e caramelle c'era una candela che come la prendevi in mano...boom scoppiava !
E tante luci colorate cominciavano a colorare il cielo.
Il giorno 27 ultimo giorno l'aereo ce l'avevo alle ore 15, quindi la giornata la dovevo sfruttare al meglio,
primo siamo andati al Moulin Rouge,  

che in occasione delle feste Natalizie
facevano spettacoli di Natale, ed abbiamo visto
un balletto dedicato al Re di Francia,
lo spettacolo è iniziato alle ore 9 e finito alle 11,30
abbiamo mangiato qualcosa cosi in un fast food
per non andare a casa altrimenti si faceva tardi
ho solo tel. a David che mi portasse il trolly  
con la roba, e poi ancora un giro in centro


a vedere le vetrine imbandite di tante cose buone
da mangiare, da vestire, carte colorate, giocattoli
di ogni genere, ma quello che più mi ha colpito
sono state le vetrine con quei dolci di ogni specie
di ogni prelibatezza che in ogni vetrina
mi sarei fermata ad assaggiarne almeno un pezzetto.



E' giunta l'ora di partire David e Simon
mi accompagnano all'aeroporto
prendo il mio aereo per Torino e sono
a casa,ho trascorso un meraviglioso Natale.

Ciao Grazia
      


stiamo ascoltando: "Dalida Noel, Natale, Christmas"

               

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 71
Prov: EE
 

ULTIMI COMMENTI

E ADESSO L'ARI è FRESCA??? CIAOOO.GINO
Inviato da: avvbia
il 19/03/2021 alle 19:39
 
Purtroppo la relazione di affetto stabile non è transitiva...
Inviato da: cassetta2
il 03/05/2020 alle 11:42
 
Buon 26 gennaio!
Inviato da: Mario939
il 26/01/2018 alle 09:43
 
BUON FINE SERATA E BUON FINE 2017. CHE IL 2018 TI SIA...
Inviato da: Mario939
il 30/12/2017 alle 14:47
 
Buona serata Marì e...un abbraccio
Inviato da: Mario939
il 24/09/2017 alle 16:34