Creato da est.la.belle.epoque il 08/12/2010

...fini la comédie

il est temp de rouvrir le rideau...*Blog dedicato all'arte ed alla cultura in ogni sua sfumatura....Una redazione forte e solidale pronta a postare con gusto e conoscenza. Uno scrigno di solidarietà, di stima e di affetto*

 

« Santo Graalun saluto agli amici ed ... »

" L'uccello in chiesa " di Trilussa ( recitata da A. Bocelli )

Post n°13 pubblicato il 28 Dicembre 2010 da zeno1949

Era d’agosto e un povero uccelletto,
ferito dalla fionda d’un maschietto,

andò, per riposare l’ala offesa,
sulla finestra aperta d’una chiesa.



Dalle tendine del confessionale

il parroco intravide l’animale
ma, pressato dal ministero urgente,
rimase intento a confessar la gente.
Mentre in ginocchio alcuni, altri a sedere

dicevano i fedeli le preghiere,
una donna, notato l’uccelletto,
lo prese al caldo e se lo mise al petto.
D’un tratto un cinguettio ruppe il silenzio

e il prete a quel rumore
il ruolo abbandonò di confessore
e scuro in viso peggio della pece
s’arrampicò sul pulpito e poi fece:



“Fratelli, chi ha l’uccello, per favore,

esca fuori dal tempio del Signore.”
I maschi, un po’ stupiti a tal parole,
lenti s’accinsero ad alzar le suole.
Ma il prete a quell’errore madornale
“Fermi!”, gridò, “mi sono espresso male.
Rientrate tutti e statemi a sentire:
solo chi ha preso l’uccello deve uscire.”

 

A testa bassa, la corona in mano,

cento donne s’alzarono pian piano.
Ma mentre se n’andavano ecco allora
che il parroco strillò:
“Sbagliate ancora! Rientrate tutte quante,
 figlie amate, ch’io non volevo dir quel
che pensate.” “Ecco, quello che ho detto
torno a dire: solo chi ha preso l’uccello
deve uscire, ma mi rivolgo, non ci sia sorpresa,
soltanto a chi l’uccello ha preso in chiesa.”
Finì la frase e nello stesso istante
le monache s’alzaron tutte quante,
e con il volto pieno di rossore
lasciavano la casa del Signore.
“Oh Santa Vergine!”, esclamò il buon prete,
“Fatemi la grazia, se potete!
Poi: “Senza fare rumore dico, piano piano,
s’alzi soltanto chi ha l’uccello in mano.”
Una ragazza, che col fidanzato
s’era messa in un angolo appartato,
sommessa mormorò, col viso smorto:
“Che ti dicevo? Hai visto? Se n’è accorto!”

 

 

Alcune curiosità

Il Presidente della Repubblica Luigi Einaudi

nominò Trilussa senatore a vita il 1° dicembre 1950,

venti giorni prima che egli morisse.

Già da tempo malato, ma con immutata ironia,

il poeta commentò:

"M'hanno nominato senatore a morte".

Belli, Pascarella e Trilussa furono i tre più grandi poeti

dialettali comparsi sulla scena dall' Ottocento in poi,

nell'ambiente romano.

Belli con il suo realismo espressivo prese a piene mani

la lingua degli strati più popolari per farla

confluire in brevi castici sonetti,

Pascarella propose la lingua del popolano dell'Italia Unita

che aspira alla cultura e al ceto borghese inserita in un

respiro narrativo più ampio.

E Trilussa, ideò un linguaggio ancor più prossimo

all'italiano nel tentativo di portare il vernacolo

del Belli verso l'alto.

Trilussa alla Roma popolana, sostituì quella borghese,

alla satira storica l'umorismo della cronaca quotidiana.

Lo pseudonimo Trilussa non è altro che l'anagramma

del suo cognome: Salustri Carlo Alberto....



Mi è sembrato giusto chiudere questo 2010,

 un anno che ha portato cose belle e molte altre

 meno, con un po' d'ironia. L'anno vecchio sta per finire,

 ormai manca poco, ma prima voglio ringraziare tutte

le persone che me l'hanno reso fantasticamente bello!

...i miei amici..voi... colgo l'occasione per augurare a tutti,

e con voi i gentili ospiti di questo blog,

 un Felice e Sereno Anno Nuovo


 


 

 

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 70
Prov: EE
 

ULTIMI COMMENTI

E ADESSO L'ARI è FRESCA??? CIAOOO.GINO
Inviato da: avvbia
il 19/03/2021 alle 19:39
 
Purtroppo la relazione di affetto stabile non è transitiva...
Inviato da: cassetta2
il 03/05/2020 alle 11:42
 
Buon 26 gennaio!
Inviato da: Mario939
il 26/01/2018 alle 09:43
 
BUON FINE SERATA E BUON FINE 2017. CHE IL 2018 TI SIA...
Inviato da: Mario939
il 30/12/2017 alle 14:47
 
Buona serata Marì e...un abbraccio
Inviato da: Mario939
il 24/09/2017 alle 16:34