Un blog creato da librodade il 26/01/2008

Canto XXXV - Inferno

Donne affette da Endometriosi

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Storia di Lara

Storia di Stefy

Post n°520 pubblicato il 28 Maggio 2010 da librodade

Ciao come stai? Io bene, sono una donna di 35 anni.

Ho pensato di raccontarti la mia storia.

Sono stata operata 2 volte per un’endometriosi severa, ho preso x 4 mesi di Deca peptyl e ora sto prendendo la pillola.

Fisicamente ora stò molto meglio, non ho grossi dolori, non devo programmare la mia vita in base al ciclo. L’effetto negativo è stato quello psicologico, che non mi aspettavo, soprattutto dopo il 2° intervento, quando mi hanno descritto la mia situazione veramente bruttina. Nessuno mi aveva preparato a questo.

Mi sono ammalata di depressione che stò curando e che ora è migliorata tantissimo.

Accettare di non riuscire ad avere figli è stata durissima, pensare ad un futuro diverso difficile, per fortuna ho trovato un medico che mi ha aiutato tanto, il quale mi ha detto che non avere figli non è una certezza.

Ora mi godo quello che ho, non penso troppo al futuro, scrivo pensieri, fiabe, coloro, leggo e mi dedico alle cose che mi piacciono. Cerco di esprimere quello che sento a chi mi vuol bene e non mi giudica, se non mi fossi tenuta dentro tutto forse avrei evitato di cadere nella tristezza.

A volte c’è stato il timore di non essere compresa, di essere considerata una lagna, ma io stavo veramente male, porcaccia la miseria. Vabbè anche questo mi è s ervito….

La mia vita è fatta di piccoli passettini, io mi vedo sempre come una lumachina che piano piano va avanti, a volte mi riposo all’ombra di qualche albero secolar e, a volte mi appoggio a qualche altro animaletto più veloce di me, non sono sol a in questo immenso bosco.

Il mio cuore fatto in mille pezzi si stà ricomponendo in qualcosa di speciale or a cerco solo pace e tranquillità.

Grazie per la tua attenzione.

Stefi

 

Ciao Stefy. Si lo so ... l'aspetto psicologico spesso è quello più "toccato" dall'endometriosi. Ma da come scrivi, vedo che sei sulla strada giusta. Credo molto nella creatività di noi donne e nel nostro potenziale.
Se solo tutte noi capissimo che non siamo al mondo solo per partorire, ma anche e soprattutto per vivere, assaporare, godere di tante tante passioni, ti assicuro che la strada sarebbe meno in salita.
Bisogna sempre avere un progetto parallelo da coltivare. Abbiamo bisogno di concretezza, di manualità, di stupirci delle nostre potenzialità.
Mi hai fatto venire in mente un video di un amico.
http://www.simoneperotti.com/wp/?page_id=641
Ve lo voglio presentare, se avete tempo guardate tutti i suoi videi a questa pagina www.simoneperotti.com
Sono videi che trattano vari temi che ho sentito molto vicini a me e a noi.
Ascoltare le sue parole fa molto riflettere sul nostro futuro, su quello che ci possiamo aspettare, su quello che possiamo fare per renderlo migliore.
Un bacione Stefy. Grazie per averci scritto.
Vero

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

IN QUESTO MOMENTO SIAMO IN

web stats