Un blog creato da librodade il 26/01/2008

Canto XXXV - Inferno

Donne affette da Endometriosi

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

 

 
« STORIA DI MAUROSTORIA DI PAOLA »

STORIA DI FLORINDA

Post n°3 pubblicato il 26 Gennaio 2008 da librodade

08-10-07 Florinda 

A dire il vero non saprei da dove iniziare... potrei iniziare dal primo intervento, 14 anni fa, quando mi hanno tolto una piccola cisti di 5 cm dall'ovaio destro e uscii dall'ospedale pensando che l'endo poi non fosse cosi' complicata come malattia, oppure potrei iniziare dal secondo intervento fatto dieci anni dopo il primo, quando dopo 6 mesi di matrimonio ci cominciammo a chiedere perche' non rimanevo incinta, il medico disse che forse era il caso di "aiutare" le ovaie a produrre ovociti con una "piccola stimolazione", cosi' disse;  presi delle pilloline microscopiche, una al giorno x 5 giorni...il 5° giorno ero piegata in due dai dolori...iperstimolazione! le mie ovaie non si vedevano piu', erano finite dietro l'utero, tutto si stava contorcendo...beta hcg 6.

Operata d'urgenza. A Palermo c'era un gran professorone francese in quei giorni, Vatiez, cosi tutti medici che mi seguivano pensarono di farmi operare da lui. L'operazione duro' 5 ore...quando mi svegliai Vatiez era gia' sull'aereo per Lione ed il medico che vidi aprendo gli occhi mi disse "mi dispiace...mi dispiace davvero tanto, ma non abbiamo potuto togliere le aderenze, sono troppo tenaci e si è perforato l'intestino, le ovaie sono rimaste saldate dietro l'utero...non potra' avere figli, possiamo solo provare con una fivet, ma non adesso, prima deve riprendersi, deve pensare alla sua salute, fra un anno ne riparliamo"....si, forse potrei iniziare a raccontarvi da qui....di quanto è stata dolorosa quella fivet un anno dopo....o di quanto lo sia stata quella di tre anni dopo....ma non ci riesco...proprio non ce la faccio...ricordo i miei embrioni....li' sul monitor...per la prima volta ero quasi mamma!!...non riuscivo a smettere di pensare che il loro posto era dentro di me!...cosa gli stavo facendo?! poveri figli miei!...proprio non ce la faccio!...lo sguardo del mio Matteo, quando dopo il prelievo ovocitario dissero che c'erano tre embrioni lui con le lacrime agli occhi mi urlo' felice abbracciandomi "sei stata bravissima!! bravissima!!" ed io sentii come un macigno tutto il peso della sua illusione...della nostra illusione!...no...non ce la faccio.

Oppure potrei iniziare a raccontare  dalla terza operazione, quando una notte mi svegliai dai forti dolori, ed io ero convinta fosse solo nervosismo!! la mattina seguente sarei dovuta andare dagli assistenti sociali x il primo colloquio x l'adozione, ma non era nervosismo...erano le mie aderenze che avevano pensato bene di comprimere l'appendice tanto da farla andare in peritonite, con riversamento di liquido sul rene. Andai all'ospedale, intanto iniziava a salire la febbre, la nausea, l'infezione nel sangue...arrivai e subito mi fecero preparare per la sala operatoria...raccolsi tutte le mie forze e dissi a mio marito "dobbiamo andare dagli assistenti sociali!!!" mi disse che ero folle! cosi lo dissi al mio ginecologo, che era presente, gli parlai lontana da mio marito, gli chiesi se ero in pericolo di vita e lui rispose si, "appunto" dissi io, "allora devo andare" "vado dagli assistenti sociali e torno" "se devo morire lo voglio fare da mamma!"...lui capi' e mi fece mettere firma. Andai dagli assistenti sociali nella sedia a rotelle...non ricordo cosa ci siamo detti, stavo troppo male. Tornai e mi operarono dopo un'ora. Mi svegliai e il medico mi disse "è stata fortunata!!! ce l'abbiamo fatta!!" ma mi disse anche "l'endometriosi è tutta li, non abbiamo potuto togliere nulla è tutto saldato, utero ovaie intestino ureteri...se tiriamo uno vengono via tutti!...menopausa chimica  a vita!"....si...potrei iniziare a raccontare da li', ma non lo farò! perchè il punto cruciale della situazione è da cercare molto molto prima!!! quando una sera mia madre per farmi addormentare mi raccontò la favola di pinocchio!...beata innocenza!!! ero convinta fosse solo una favola!!! ma non è cosi'!! c'ho messo 35 anni a capirlo! ma adesso so che quello era il piu' importante insegnamento di vita! vi chiedete perche?? care le mie amiche  "Geppette" come me!! ve lo dico io perche': perche' mi ha insegnato che si puo' aspettare una vita senza mai perdere la speranza che il nostro piccolo "Pinocchio", che adesso vive nella nostra mente e nel nostro cuore, prima o poi diventi un bimbo in carne ed ossa! ed io, dovessi anche finire nella pancia della balena, giuro che aspetterò e sono sicura che un giorno, come Geppetto mi sveglierò e troverò accanto a me il mio piccolo Pinocchio!! ma nel frattempo lo amerò così com'e' , nel mio cuore e nella mia anima. A tutte voi amiche "Geppette", abbiate pazienza! un giorno il vostro "pinocchio" prenderà vita! vedrete! Un abbraccio forte.
Florinda
 

Quando rileggo questa testimonianza mi viene la pelle d'oca e so che non succede solo a me.
Ho voluto pubblicarla su questo blog non per spaventare le altre ragazze che la leggeranno, perchè ognuna ha la "sua endometriosi" e non si deve passare per forza attraverso il "peggio".
Fortunatamente ci sono Endometriosi meno invadenti di altre che non devastano in questo modo e con questa forza una donna.
Ma l'esperienza di Florinda DEVE avere voce. Sono le storie forti come la sua che possono fare da portavoce a tutte le storie che restano invece silenziose, non raccontate.
Se siamo in 3 milioni solo in Italia e ben 150 milioni nel mondo e quasi nessuno ha sentito parlare di questa malattia è per questo.
Non tutte le donne sono disposte a raccontare a conoscenti, colleghi, amici, famigliari i propri problemi intimi e sessuali.
Grazie quindi Florinda del tuo piccolo-grande contributo.
Vero

Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 
 
 
 
 

IN QUESTO MOMENTO SIAMO IN

web stats