Creato da Amico_di_Geova il 04/05/2009

Svegliatevi

Annunciamo il Regno di Dio

 

 

CHE COS'E' IL REGNO DI DIO ?

Post n°1 pubblicato il 04 Maggio 2009 da Amico_di_Geova

GESÙ CRISTO insegnò ai suoi seguaci: “Voi dovete dunque pregare così: ‘Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome. Venga il tuo regno. Si compia la tua volontà, come in cielo, anche sulla terra’”. (Matteo 6:9, 10) Questa preghiera, detta “Padrenostro” o Preghiera del Signore, spiega lo scopo del Regno di Dio.

Per mezzo del Regno, il nome di Dio sarà santificato e tutto il disonore recato su di esso dalla ribellione di Satana e dell’uomo sarà cancellato. È una questione importantissima. Le creature intelligenti possono essere felici solo se considerano sacro questo nome e riconoscono di buon grado che Dio ha il diritto di governare. — Rivelazione (Apocalisse) 4:11.

Il Regno è stato istituito anche perché ‘si compia la volontà di Dio, come in cielo, anche sulla terra’. Qual è tale volontà? Quella di ristabilire la relazione tra Dio e l’umanità, relazione che Adamo perse. Il Regno conseguirà anche l’obiettivo del Sovrano universale Geova di fare della terra un paradiso, in cui i buoni potranno vivere per sempre. Il Regno di Dio cancellerà tutti i dannosi effetti del peccato originale e realizzerà l’amorevole proposito di Dio per la terra. (1 Giovanni 3:8) Questo Regno e ciò che esso compirà costituiscono in effetti il principale messaggio della Bibbia.

 
 
 

REGNO DI DIO

Post n°2 pubblicato il 04 Maggio 2009 da Amico_di_Geova

Il Regno di Dio è un governo vero e proprio che ha grande potere. Il profeta Daniele ci diede un’idea di quanto sia potente. Molto tempo fa predisse: “L’Iddio del cielo stabilirà un regno che . . . stritolerà tutti questi regni [i regni umani] e porrà loro fine”. Inoltre, a differenza dei governi umani che sorgono e decadono, il Regno di Dio “non sarà mai ridotto in rovina”. (Daniele 2:44) E non è tutto. Questo Regno è di gran lunga superiore a tutti i governi umani in ogni senso.

Il Regno di Dio ha un Re superiore. Pensate a chi è il Re. In un sogno accompagnato da visioni Daniele vide il Governante del Regno di Dio, “qualcuno simile a un figlio dell’uomo” che veniva introdotto alla presenza dell’Iddio Onnipotente e a cui venivano dati “dominio e dignità e regno” permanenti. (Daniele 7:1, 13, 14) Il Figlio dell’uomo non è altri che Gesù Cristo, il Messia. (Matteo 16:13-17) Geova Dio designò suo Figlio, Gesù, come Re del suo Regno. Quand’era sulla terra Gesù disse ai malvagi farisei: “Il regno di Dio è in mezzo a voi”, intendendo dire che lui, il futuro Re di quel Regno, era in mezzo a loro. — Luca 17:21.

 

 
 
 

Gesù Rè

Post n°3 pubblicato il 04 Maggio 2009 da Amico_di_Geova

Geova ha designato Gesù Cristo come Re del Suo Regno

Quale essere umano ha le stesse credenziali di Gesù come governante? Gesù si è già dimostrato un leader giusto, affidabile e compassionevole nel senso più pieno. I Vangeli lo descrivono come un uomo sia dinamico che affettuoso e dotato di grande sensibilità. (Matteo 4:23; Marco 1:40, 41; 6:31-34; Luca 7:11-17) Inoltre il risuscitato Gesù non è soggetto alla morte o ad altri limiti umani. — Isaia 9:6, 7.

Gesù e i suoi coregnanti governano da una posizione superiore. Nella visione avuta in sogno Daniele vide pure che “il regno e il dominio . . . furono dati al popolo che sono i santi”. (Daniele 7:27) Gesù non regna da solo. Ci sono altri incaricati di regnare con lui e di servire in qualità di sacerdoti. (Rivelazione 5:9, 10; 20:6) Di loro l’apostolo Giovanni scrisse: “Vidi, ed ecco, l’Agnello stava sul monte Sion, e con lui centoquarantaquattromila . . . che sono stati comprati dalla terra”. — Rivelazione 14:1-3.

L’Agnello è Gesù Cristo nella sua posizione regale. (Giovanni 1:29; Rivelazione 22:3) Il monte Sion rappresenta il cielo.* (Ebrei 12:22) Gesù e i 144.000 regnano insieme dal cielo, una posizione davvero elevata grazie alla quale vedono le cose da una prospettiva molto più ampia. Avendo sede in cielo, il “regno di Dio” è chiamato anche “regno dei cieli”. (Luca 8:10; Matteo 13:11) Nessun’arma, nemmeno un attacco nucleare, può minacciare o rovesciare questo governo celeste. È inattaccabile e raggiungerà lo scopo per cui Geova l’ha istituito. — Ebrei 12:28.

Il Regno di Dio ha sulla terra rappresentanti degni di fiducia. Come lo sappiamo? Salmo 45:16 dichiara: “Costituirai principi in tutta la terra”. Questa profezia è rivolta al Figlio di Dio. (Salmo 45:6, 7; Ebrei 1:7, 8) E proprio Gesù Cristo nominerà i principi o rappresentanti. Abbiamo la certezza che seguiranno fedelmente le sue direttive. Anche oggi viene insegnato agli uomini qualificati che servono come anziani nella congregazione cristiana a non ‘signoreggiare’ sui compagni di fede, ma a proteggerli, ristorarli e confortarli. — Matteo 20:25-28; Isaia 32:2.

 
 
 

Sudditi

Post n°4 pubblicato il 04 Maggio 2009 da Amico_di_Geova

Il Regno ha sudditi giusti. Si tratta di persone irriprovevoli e rette agli occhi di Dio. (Proverbi 2:21, 22) “I mansueti stessi possederanno la terra”, dice la Bibbia, “e in realtà proveranno squisito diletto nell’abbondanza della pace”. (Salmo 37:11) I sudditi del Regno sono mansueti, cioè umili e disposti a imparare, miti e gentili. Si interessano in primo luogo delle cose spirituali. (Matteo 5:3) Desiderano fare ciò che è giusto e si lasciano guidare da Dio.

Il Regno di Dio ha leggi superiori. Le leggi e i princìpi del Regno vengono da Geova Dio stesso. Lungi dall’essere troppo restrittivi, sono per il nostro bene. (Salmo 19:7-11) Molte persone hanno già dei benefìci vivendo secondo le giuste norme di Geova. Per esempio, seguire i consigli che la Bibbia dà ai mariti, alle mogli e ai figli migliora la vita familiare. (Efesini 5:336:3) Quando ubbidiamo al comando di ‘rivestirci d’amore’, i nostri rapporti con gli altri migliorano. (Colossesi 3:13, 14) Vivendo secondo i princìpi scritturali acquistiamo anche buone abitudini lavorative e un punto di vista equilibrato sul denaro. (Proverbi 13:4; 1 Timoteo 6:9, 10) Il fatto di evitare ubriachezza, immoralità sessuale, fumo e droga ci aiuta a proteggere la nostra salute. — Proverbi 7:21-23; 23:29, 30; 2 Corinti 7:1.

Il Regno di Dio è un governo stabilito da Dio. Il Re, ovvero il Messia Gesù Cristo, e i suoi coregnanti hanno la responsabilità di sostenere le giuste leggi e gli amorevoli princìpi di Dio. I sudditi del Regno, inclusi coloro che lo rappresentano sulla terra, sono felici di vivere secondo le leggi di Dio. Di conseguenza nella vita dei governanti e dei sudditi del Regno Dio viene al primo posto. Questo Regno è perciò una vera teocrazia, o dominio di Dio. Riuscirà sicuramente a conseguire lo scopo per cui è stato istituito. Ma quando il Regno di Dio, detto anche Regno messianico, comincia a esercitare il dominio?

 
 
 

Comincia a dominare

Post n°5 pubblicato il 04 Maggio 2009 da Amico_di_Geova

Il Regno comincia a dominare

Un elemento chiave per capire quando il Regno inizia a dominare si trova in queste parole di Gesù: “Gerusalemme sarà calpestata dalle nazioni, finché i tempi fissati delle nazioni non siano compiuti”. (Luca 21:24) Su tutta la terra Gerusalemme era l’unica città direttamente associata al nome di Dio. (1 Re 11:36; Matteo 5:35) Era la capitale di un regno terreno approvato da Dio. Doveva essere calpestata dalle nazioni nel senso che il dominio di Dio sul suo popolo doveva subire un’interruzione ad opera dei governi del mondo. Quando sarebbe iniziato quel periodo?

All’ultimo re che sedette sul trono di Geova a Gerusalemme fu detto: “Rimuovi il turbante, e togli la corona. . . . Certamente non diverrà di nessuno finché venga colui che ha il diritto legale, e a lui lo devo dare”. (Ezechiele 21:25-27) La corona doveva essere tolta dalla testa di quel re e il dominio di Dio sul Suo popolo doveva essere interrotto. Ciò accadde nel 607 a.E.V., quando i babilonesi distrussero Gerusalemme. Durante i “tempi fissati” che sarebbero seguiti, Dio non avrebbe avuto sulla terra un governo che rappresentasse il suo dominio. Solo alla fine di quei tempi Geova avrebbe dato il potere di governare a “colui che ha il diritto legale”, Gesù Cristo. Quanto sarebbe durato quel periodo?

Una profezia del libro biblico di Daniele dice: “Tagliate l’albero, e rovinatelo. Tuttavia, lasciatene il ceppo stesso con le radici nella terra, ma con un legame di ferro e di rame . . . finché passino su di esso sette tempi stessi”. (Daniele 4:23) Come vedremo, i “sette tempi” menzionati qui hanno la stessa durata dei “tempi fissati delle nazioni”.

 

 
 
 

Casa farà Gesù quale Rè del Regno ?

Post n°7 pubblicato il 05 Maggio 2009 da Amico_di_Geova

Cristo realizzerà pienamente ciò che Adamo mancò di fare, tant’è vero che la Bibbia chiama Gesù “l’ultimo Adamo”. (1 Corinti 15:45) Inoltre, nella sua preghiera modello, Gesù collegò il futuro della terra con il Regno di Dio dicendo: “Venga il tuo regno. Si compia la tua volontà, come in cielo, anche sulla terra”. — Matteo 6:10.

Come futuro Re della terra Gesù, quando era qui come uomo, poté giustamente dire al malfattore pentito messo al palo accanto a lui: “Tu sarai con me in Paradiso”. (Luca 23:43) Il Paradiso che Gesù aveva in mente sarebbe stato sulla terra, come Dio si era proposto in origine. Questo fatto è ampiamente confermato nella Bibbia. Considerate i seguenti brani.

“I giusti stessi possederanno la terra, e risiederanno su di essa per sempre”. (Salmo 37:29) “Ci sarà abbondanza di grano sulla terra; in cima ai monti ci sarà sovrabbondanza”. (Salmo 72:16) “I retti son quelli che risiederanno sulla terra, e gli irriprovevoli quelli che vi resteranno”. (Proverbi 2:21) “[Gli irriprovevoli] non faranno danno né causeranno rovina in tutto il mio monte santo; perché la terra sarà certamente piena della conoscenza di Geova come le acque coprono il medesimo mare”. — Isaia 11:9.

In armonia con queste dichiarazioni, nel suo famoso Sermone del Monte Gesù disse: “Felici quelli che sono d’indole mite, poiché erediteranno la terra”. (Matteo 5:5) In seguito l’apostolo Giovanni scrisse: “La tenda di Dio è col genere umano . . . Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e la morte non ci sarà più, né ci sarà più cordoglio né grido né dolore. Le cose precedenti sono passate”. (Rivelazione 21:3, 4) È evidente che questi brani biblici non si riferiscono a un “paradiso” in cielo, ma a un paradiso letterale qui sulla terra.

 
 
 

 

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

gabriella.bioliKyarangelocalendicvaleanto_1961annymoreakarla_92Jarodinonealebrtocimminodonalduck1900Danny_Sinclairfabvicarirosylove1Ministro_Teocraticoprogenie_di_viperefan.di.haidi
 

ULTIMI COMMENTI

Buona Domenica pomeriggio (^_^)SmaKKeTTi:)))
Inviato da: rosylove1
il 15/05/2011 alle 14:03
 
Grazie .. Una serena Giornata..Rosanna
Inviato da: rosylove1
il 03/05/2011 alle 10:17
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 
Perché esisto? Che scopo ha la vita?

Queste domande spesso derivano dalla frustrazione che si prova quando le attività quotidiane non recano vera soddisfazione, come accade a molti. Altri milioni di persone credono che il corso della vita di ognuno sia in qualche modo predestinato da Dio. È così? Se Dio ha davvero uno scopo speciale per voi, vorrete senz’altro sapere qual è.

Fra tutti i libri del mondo ce n’è uno che dice chiaramente di essere ispirato da Dio. Come vi aspettereste da un messaggio veramente inviato da Dio a tutta l’umanità, questo libro è disponibile in molte più lingue di qualsiasi altro libro. Si tratta della Sacra Bibbia. In essa il Creatore del cielo e della terra, Dio stesso, rivela chi è e qual è il suo nome. Conoscete questo nome? Sapete cosa dice la Bibbia su che tipo di Persona è Dio? Sapete cosa dice in merito a ciò che Dio richiede da voi?

 

 
Quando muore una persona cara

Quando la nemica morte colpisce, il dolore può essere grande, anche se si spera nella risurrezione. Abraamo aveva fede che sua moglie sarebbe tornata in vita, eppure leggiamo che “Abraamo entrò a fare lamento per Sara e a piangerla”. (Genesi 23:2) E che dire di Gesù? Quando Lazzaro morì, Gesù “gemé nello spirito e si turbò”, e poco dopo “cedette alle lacrime”. (Giovanni 11:33, 35) Perciò, quando muore qualcuno che amate, non è segno di debolezza piangere.

Può essere particolarmente duro, per una madre, accettare la morte di un bambino. Infatti la Bibbia riconosce il profondo dolore che può provare una madre. (2 Re 4:27) Naturalmente, è un dolore anche per il padre. “Oh fossi morto io, io stesso, invece di te”, si lamentò il re Davide quando morì suo figlio Absalom. — 2 Samuele 18:33.

Eppure, avendo fiducia nella risurrezione, il vostro dolore non sarà inconsolabile. Come dice la Bibbia, ‘non vi rattristerete come fanno anche gli altri che non hanno speranza’. (1 Tessalonicesi 4:13) Piuttosto, vi accosterete a Dio in preghiera, e la Bibbia promette che ‘egli stesso vi sosterrà’. — Salmo 55:22.

Salvo diversa indicazione, tutte le citazioni della Bibbia sono tratte dalla Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture.