Creato da lorisea il 22/02/2011

religione società

pensieri sentimenti

QUESTO GESU'...


QUESTO GESU' E' UN PROVOCATORE

Io mi arrabbio, e lui mi dice: Perdona!
Io ho paura, e lui mi dice: Coraggio!
Io ho dubbi, e lui mi dice: Fidati!
Io sono inquieto, e lui mi dice: Sii tranquillo!
Io voglio star comodo, e lui mi dice: Seguimi!
Io faccio progetti, e lui mi dice: Mettili da parte!
Io accumulo, e lui mi dice: Lascia tutto!
Io voglio sicurezza, e lui mi dice: Dona la tua vita!
Io penso di essere buono, e lui mi dice: Non basta!
Io voglio essere il primo, e lui mi dice: Cerca di servire!
Io voglio comandare, e lui mi dice: Obbedisci!
Io voglio comprendere, e lui mi dice: Abbi fede!
Io voglio tranquillita', e lui mi dice: Sii disponibile!
Io voglio rivincita, e lui mi dice: Guadagna tuo fratello!
Io metto mano alla spada, e lui mi dice: Riconciliati!
Io voglio vendetta, e lui mi dice: Porgi l'altra guancia!
Io voglio essere grande, lui mi dice: Diventa un bambino!
Io voglio nascondermi, e lui mi dice: Mostrati alla luce!
Io voglio il primo posto, e lui mi dice: Siediti all'ultimo!
Io voglio essere visto, lui mi dice: Prega nella tua stanza!
No! Proprio non capisco questo Gesu'!
MI PROVOCA!
Come molti dei suoi discepoli anche io avrei voglia
di cercarmi un maestro meno esigente.
Pero', anche a me succede come a Pietro:
io non conosco nessuno, che abbia parole di Vita eterna come lui.
(Ignoto)

 

ALLA PORTA DEL TUO CUORE

Gesu_che_bussa_alla_porta2

 

AREA PERSONALE

 

APOCALISSE E LA CHIESA CATTOLICA..

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

SAPERE..

Sapere che c'è qualcuno da qualche parte dal quale ti senti compreso malgrado le distanze o i pensieri inespressi, fa di quasta terra un giardino. Anonimo

 

L'INDIFFERENZA..

NON HO PAURA DELLA CATTIVERIA DEI MALVAGI, MA DEL SILENZIO DEGLI ONESTI.

Martin Luther King

 

ADAGIO

L'amore, cercato, sognato, inventato, il bisogno di ogni essere umano, il bisogno del mondo!!!

 

 

« Tu vedraiCRISTO VIVE »

Elezioni

Post n°68 pubblicato il 25 Febbraio 2013 da lorisea

         ELEZIONI.

AMARISSIMA DELUSIONE. NON POSSO PRONUNCIARE PAROLE PER CHI HA VOTATO ANCORA UNA VOLTA BERLUSCONI!!!!

A LIVELLO RAZIONALE E' IMPOSSIBILE CAPIRE QUELLA GENTE, OPPURE SI', HA GLI STESSI DIFETTI E OBIETTIVI DI B.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/lorisea/trackback.php?msg=11945097

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
dorek
dorek il 26/02/13 alle 00:01 via WEB
enza condivido ...purtroppo e con grande amarezza come si può pretendere che la politica o i politici cambino se poi chi li elegge ha le stesse aspettative dei politici? e cioè corruzione, disonestà rubare non pagare le tasse eccecc. e questo mi dispiace in special modo al sud con la mafia e tutto il resto l'italia e i politici sono governati dal sottobosco della malavita affari sporchi ecc e finanza ciao domenico non prendiamocela con i politici prendiamocela con noi stessi e con tjtta la gente che preferisce essere ignorante in nome e per un favore e via di seguito
 
lorisea
lorisea il 27/02/13 alle 00:02 via WEB
Infatti caro Domenico, se noti bene non me la prendo con berlusconi ma con chi lo ha votato. Un abbraccio. buona notte, corro a dormire, ciaooooooooooo
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

IL VOLO..

I TRE TENORI DI "TI LASCIO UNA CANZONE"

 

ROSSETTI

Teodorico Pietrocola Rossetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vai a: navigazione, cerca

Teodorico Pietrocola Rossetti (Vasto, 1825 - Firenze, 3 giugno 1883) è stato un predicatore e patriota italiano del risorgimento. È un nipote del poeta e pittore pre-raffaellita italo-inglese Dante Gabriel Rossetti ed amico di Lewis Carroll per il quale traduce in Italiano Alice nel paese delle meraviglie. Rivoluzionario mazziniano, era stato condannato a morte nel Regno di Napoli per aver partecipato ai moti rivoluzionari del 1848 e fugge in Inghilterra per salvarsi la vita, accolto da Gabriele Rossetti, suo cugino materno.

T. P. Rossetti si converte nel 1853 al cristianesimo evangelico ad opera del Guicciardini che conosce in casa di Gabriele Rossetti ed ambedue frequentano per un certo tempo i gruppi di evangelici a Londra. Viene considerato fra gli originatori delle Chiese dei fratelli in Italia, quando si distanzia dal movimento della Chiesa cristiana libera.

Nel 1857 può rientrare in Italia (in Piemonte), grazie ad un passaporto a firma del Conte di Cavour con la motivazione: "per andare ad Alessandria a predicare l'Evangelo" e si mette immediatamente al lavoro con una testimonianza continua e costante, formando comunità evangeliche.

La collaborazione con Guicciardini che considera suo padre spirituale rimane costante. Egli si occupa di organizzare l'evangelizzazione in Italia. Si tiene in contatto con i vari comitati evangelici a Nizza, a Ginevra, con gli amici in Gran Bretagna. Tiene l'amministrazione, inviava resoconti dell'Opera ai donatori, mantiene contatti con le autorità. Al Rossetti spettava il compito di evangelizzare, curare i nuovi convertiti, riunirli in comunità, istruire i futuri evangelisti, scrivere inni, insegnare e pascere il gregge. Inoltre, dove era possibile, fondava scuole.

Dotato di notevoli capacità organizzative, si circonda di un gruppo di giovani che egli chiamava "operai del Signore". Si mettono sulla strada, a due a due, e, a piedi, di paese in paese, con alcuni foglietti e copie del vangelo in tasca, cercano di comunicare con i passanti. Gli interessati li invitavano a casa propria ed è nelle case che si formano gruppi per la lettura biblica, la preghiera ed il canto, non essendovi allora il permesso di riunioni pubbliche. Spesso si scontrano con il clero cattolico locale che, non di rado, al grido di: "Arrivano i protestanti" solleva la popolazione che li accoglie a sassate.

Alcune comunità nascono lungo le direttrici ferroviarie intorno ad Alessandria, il principale nodo ferroviario dell'Italia settentrionale. L'"operaio" spesso era un ferroviere che durante le pause del servizio, comunica ai colleghi la fede evangelica.

Nel maggio del 1857 T. Pietrocola Rossetti si stabilisce ad Alessandria e inizia un'opera di evangelizzazione che dà frutti. Nascono diverse comunità nel Piemonte. Nel 1866 Rossetti e la moglie si trasferiscono a Firenze in un piccolo appartamento messo a loro disposizione da Guicciardini.

Dal 1870 Rossetti inizia la pubblicazione del periodico: "La Vedetta Cristiana". Nel 1874 si fa battezzare a  Bologna. Nel 1881 è colpito da paralisi e muore il 3 giugno del 1883 all'età di soli 58 anni.

Teodorico Pietrocola Rossetti ha composto o tradotto in italiano numerosi inni evangelici, tra cui "V'è una patria più bella del sole".

 

MI RIALZERAI

 

EL SHADDAI

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ALLA TUA PRESENZA

 

ULTIME VISITE AL BLOG

audicentoblack.whaleOdisseo1dgldolce_baby_84loriseafrfengheluboposorce007frattale58amore_nelcuore1catanzarogiusep50_1sabry69scsasimasoRavvedutiIn2perla23dgl0
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom