L' OPINIONE AUTONOMA

LIBERO COMMENTO ALLA POLITICA E All'attualità

 

 

CARI LETTORI ,BENVENUTI NEL MIO BLOG ,SE VI FA PIACERE LASCIATE UN COMMENTO!!

 

C'è bisogno di una opinione autonoma,obiettiva ,senza condizionamenti esterni!!

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

Ntoni romanzo

Post n°172 pubblicato il 12 Maggio 2019 da salvatoremaenza.67
Foto di salvatoremaenza.67

 

Un dramma famigliare, una morte prematura, una matrigna arpia, un ragazzo vessato, un signorotto tiranno e tanta violenza, sono gli ingredienti del romanzo Ntoni. A far da sfondo a tutto questo c'è una Sicilia rurale e contadina degli anni cinquanta-ottanta. L'autore racconta questi anni, descrivendo in modo dettagliato scene di vita contadina e paesana tipica di quegli anni.  

Rimasto orfano di madre, il protagonista del racconto Ntoni, finisce nelle grinfie della matrigna. Il ragazzo vessato e umiliato da questa donna, ingaggia una battaglia che non può vincere e quindi viene cacciato di casa. Da quel momento in poi Ntoni conoscerà uomini e situazioni diverse, in un susseguirsi di avventure che lo faranno crescere e lo faranno diventare uomo rude e spietato. Arriverà in val Demone dove verrà addestrato alla dottrina violenta del signorotto locale. Dopo anni di violenze la giustizia troverà le prove per inchiodarlo. Il finale potrebbe sembrare scontato, ma rientrerà in campo un personaggio che provocherà un colpo di scena. 

 

 

 
 
 

Giocare con la vita degli altri

Post n°170 pubblicato il 26 Agosto 2018 da salvatoremaenza.67
Foto di salvatoremaenza.67

 

Quel genio di M.S. si comporta come un bambino che ha appena ricevuto il giocattolo nuovo. Vuole far vedere che lui gioca e sa giocare anche bene. Per questo regalo ricevuto,deve dire grazie a certi elettori che l'anno votato e adesso godono del suo comportamento. Fanno i gradassi,giocando con la vita delle persone. Loro,con disprezzo li chiamano extracomunitari,ma sono delle persone con i loro diritti e con la loro dignita. 

 

 

 
 
 

Il medioevo del ventesimo secolo

Post n°169 pubblicato il 25 Agosto 2018 da salvatoremaenza.67
Foto di salvatoremaenza.67

 

 

Dopo la caduta dell'impero Romano, calarono in Italia i barbari. Questi popoli del nord Europa, che distrussero la civiltà Romana, precipitarono l'impero in una arretratezza che non si vedeva da secoli. Infatti quel periodo fu chiamato dagli storici: i secoli bui. Era il medioevo. 

In questi ultimi anni stiamo assistendo a qualcosa di simile. Ciò che davamo per scontato è messo in discussione. Anziché rafforzare l'organico delle forze dell'ordine, certi politici propongono la giustizia fai da te. In pratica dovremmo camminare con la pistola alla cintola. I vaccini vengono messi in discussione, così certe malattie che credevamo sconfitte per sempre, ritornano paurosamente a colpirci. Il razzismo sembrava sconfitto definitivamente, invece torna vergognosamente attivo.  Gente che scappa da fame e guerre, vengono schiavizzati e precipitati nel baratro, oppure ostaggio di politici senza scrupoli. Continuando di questo passo, ritorneremo nel medioevo. Gli anni bui del ventesimo secolo. 

 

 

 

 
 
 

"A raccolta d'alivi

Post n°168 pubblicato il 18 Agosto 2018 da salvatoremaenza.67
Foto di salvatoremaenza.67

   Video poesia in dialetto siciliano,di SALVATORE MAENZA. Recita NINO MARINO

 
 
 

L'era degli ominicchi

Post n°167 pubblicato il 08 Marzo 2018 da salvatoremaenza.67
Foto di salvatoremaenza.67

"Una pacca sulle spalle e via" Questo vorrebbero fare i nostri politici. Dopo tutte le offese,gli insulti e le volgarità,adesso che bisogna fare il nuovo governo si richiamano al senso di responsabilità. Non è così che funziona. Una persona che si candida alla guida del paese,deve comportarsi da uomo educato e rispettoso. Le volgarità sono bassezze da taverna. Qualcuno ha detto che siamo entrati nella terza repubblica. Sono d'accordo. Anzi,credo che sia una nuova era. Dopo l'era degli uomini,dei mezzi uomini adesso siamo entrati nell'era degli ominicchi.

 
 
 

Il genio Salvini

Post n°166 pubblicato il 09 Febbraio 2018 da salvatoremaenza.67
Foto di salvatoremaenza.67

 

Adesso, quel genio di Matteo Salvini, ce l'ha con gli Islamici. «Incompatibili con la nostra cultura» Dice lui.  Della lotta allo straniero,Salvini ha fatto il suo cavallo di battaglia. «fermiamo l'invasione» È il suo slogan.  È un genio sì,ma con la memoria corta.  Non ricorda che il suo partito,la lega nord,ha governato l'Italia per quasi dieci anni.  In tutti questi anni avrebbe potuto fermare l'invasione. 

 

 

 
 
 

Aprire gli occhi e accendere il cervello

Post n°165 pubblicato il 07 Febbraio 2018 da salvatoremaenza.67
Foto di salvatoremaenza.67

 

Succede,a volte, che la gente chiude gli occhi e spegne il cervello.  Questo è successo in Italia negli anni venti del secolo scorso. In quegli anni il popolo,galvanizzato da un megalomane, "S'imbarco" nella sciagurata avventura fascista. Quando da palazzo Venezia Benito Mussolini annunciò che l'Italia sarebbe entrata in guerra,il popolo entusiasta acclamava il duce e inneggiava al fascismo.  Il popolo si esaltò,non capendo e non vedendo i lutti che quella guerra avrebbe portato.

Visto i vari episodi che succedono,bisogna aprire gli occhi e accendere il cervello,evitando di rincorrere fantasmi del passato. 

 

 

 
 
 

Lega,ma non pił nord

Post n°164 pubblicato il 05 Febbraio 2018 da salvatoremaenza.67
Foto di salvatoremaenza.67

 

«La lega nord è antifascista per costituzione» Così diceva Umberto bossi. Evidentemente erano soltanto parole,visto che i fatti dimostrano il contrario.  Adesso,per raccattare voti al sud,hanno tolto la parola nord e si chiamano soltanto lega. Idea di quel genio di Matteo Salvini. Tuttavia le origini non cambiano. Un tempo erano anti meridionalisti,oggi con l'arrivo degli immigrati,sono diventati razzisti. Talmente razzisti da giustificare un deficiente,che spara a sei persone,colpevoli di avere la pelle di colore nero. 

 

 

 
 
 

La paura che aggrega

Post n°163 pubblicato il 01 Febbraio 2018 da salvatoremaenza.67

 

Certi politici sono maestri nell'insinuare la paura nella mente delle persone. La paura dei padroni che sfruttano gli operai; dei comunisti che sequestrano i nostri beni; degli Ebrei o degli stranieri che minacciano e indeboliscono la nostra "razza"o inquinano la nostra cultura. Facendo leva sulla paura,certi politici,cercano si aggregare le masse per fronteggiare il pericolo comune. Li inducono ad appartenere a una fazione, che si oppone a un'altra. A volte le paure sono reali,a volte no,e questo produce,come ci insegna la storia, enormi catastrofe. 

 

 

 
 
 

La fandonia della razza ariana

Post n°162 pubblicato il 29 Gennaio 2018 da salvatoremaenza.67

 

Quando si parla di razza,viene in mente la  "razza ariana" la cosiddetta  "razza pura" o   "razza superiore" .  Inutile dire che questa è una delle più grandi fandonie della storia. Una teoria inventata dai regimi nazisti per avere il pretesto di sterminare,ebrei e zingari.  È un fatto vergognoso della storia,come sono vergognosi i delitti perpetrati dagli altri regimi.  In questi giorni ho visto gente che,per politica, ancora difende tali atroci fatti,e questo mi fa pensare che la storia non insegna nulla. 

 

 

 
 
 

Tu uomo...

Post n°161 pubblicato il 12 Giugno 2017 da salvatoremaenza.67

 

Infedele

 

Tu uomo ...

Che ci chiami infedeli.

Che inneggi al divino,

facendo proseliti

con il libro e la spada.

Tu che impartisci

Bombe e sermoni

E semini odio e terrore

In nome dell'unico Dio

Che tu chiami Allah .

Sei tu il vero infedele

Che distruggi e sacrifichi

In suo onore

L'umana creatura.

 

 

 

 
 
 

Clemenza per Riina

Post n°160 pubblicato il 06 Giugno 2017 da salvatoremaenza.67

Totò Riina ha diritto a una morte dignitosa. Questo chiedono i suoi avvocati,che vorrebbero per lui,gli arresti domiciliari. Secondo me,una richiesta del genere non dovrebbe nemmeno essere fatta. Attualmente,vecchio e malato,può impietosire l'opinione pubblica. Ricordiamoci chi è Riina. Riina in passato fu una belva sanguinaria,che non ebbe pietà né per i suoi "colleghi mafiosi"né per quegli uomini dello stato che lo combattevano. Nella guerra di mafia tra il 1981 e il 1982 Riina fece uccidere oltre 200 mafiosi delle cosche rivali,oltre a quelli sciolti nell'acido o vittima della lupara bianca. Per non parlare poi delle ritorsioni sui pentiti. Infatti,per punire i collaboratori di giustizia,in testa Tommaso Buscetta,Riina ordino l'uccisione di tutti i famigliari fino al 20° grado compresi donne e bambini. Naturalmente ci sono pure gli omicidi e le stragi di politici,magistrati,carabinieri,poliziotti. Sarebbe lunga riportare qui la lista.
Morire in carcere per Riina è più che dignitoso,se non fosse stato catturato,probabilmente sarebbe stato ucciso come un cane da qualche mafioso suo rivale.

 
 
 

Regole,ma non per noi

Post n°159 pubblicato il 05 Giugno 2017 da salvatoremaenza.67

 

L'Italia è un paese strano. È un paese in cui tutti chiedono regole,ma pochi li rispettano.  Pensiamo sempre che debbano essere gli altri a rispettarli. Regole sì,chiare,ma non per noi. Critichiamo chi viaggia senza cinture,ma noi non li mettiamo. Giudichiamo chi usa il cellulare mentre guida,ma noi ci comportiamo allo stesso modo. Si parla male degli abusivi,ma tanti vanno a comprare da loro. Quello che e successo a Torino,durante la partita,dimostra uno scarso senso delle regole. Nonostante ci fosse il divieto di vendere alcolici,sono state vendute numerose bottiglie di vetro. Sicuramente le bottiglie non dovevano essere vendute,ma non dovevano nemmeno essere comprate da cittadini rispettosi delle  regole. Bisognerebbe riflettere su questo.

 

 

 
 
 

U lavatoiu du chianu Abbati

Post n°158 pubblicato il 15 Maggio 2017 da salvatoremaenza.67

 
 
 

Contributi Europei,manna dal cielo.

Post n°157 pubblicato il 19 Maggio 2016 da salvatoremaenza.67

 

Spesso,quando apprendiamo certe notizie,ci indigniamo. Ci indigniamo quando la mafia spara al presidente del parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci. È giusto indignarsi. La mafia è il cancro della nostra società. Nella zona dei Nebrodi,la mafia usa le intimidazioni  per accaparrarsi i terreni e truffare così la comunità Europea e lo stato. Purtroppo  a truffare non è soltanto la mafia. C'è gente insospettabile che specula. Potrebbero essere i nostri vicini di casa,i nostri parenti,oppure i nostri amici e conoscenti. Parlo di alcuni proprietari terrieri,grandi o piccoli. Gente che percepisce contributi per terreni mai coltivati,o per seminati mai raccolti. Magari poi arriva la siccità oppure il gelo,e arrivano altri contributi. Una vera e propria manna dal cielo.       

Nella lista dei truffatori bisogna aggiungere anche certi allevatori,i quali possiedono dieci bestie e percepiscono contributi per venti o trenta. Tutto con la complicità di veterinari corrotti. Succede pure che vendono per buoni,animali malati,che andrebbero abbattuti e bruciati. Naturalmente,dichiareranno di averli bruciati e puntualmente arriveranno i contributi. C'è chi percepisce contributi per costruire stalloni,mai utilizzati. O agriturismi mai aperti.

Dico a questa gente : «Non indignatevi, con il vostro comportamento speculativo,vi rendete complici di un sistema malato. Credendo di truffare la comunità Europea e lo stato,state truffando tutti noi.»

 

 

 
 
 

Assenteisti

Post n°156 pubblicato il 21 Gennaio 2016 da salvatoremaenza.67

 

Assenteisti

In Italia tanti cercano il posto fisso. Trovano il posto in comune o alla regione e si sistemano per tutta la vita. La maggior parte di loro vengono da altri mestieri, ma si adattano al nuovo lavoro e lo svolgono in modo egregio. Purtroppo una piccola minoranza,non pensa al lavoro,ma allo stipendio di fine mese. Ottenendo il posto,raggiungono il loro scopo e si credono intoccabili. Se capita di avere bisogno di loro,ti servono come se ti facessero un favore. Infastiditi e scazzati. Forse non sanno che i loro datori siamo noi. Tutti noi contribuenti d'Italia. Alcuni di loro timbrano il cartellino e poi vanno via. In giro per la città;a fare un secondo lavoro;al mercato. Truffatori!  Truffano tutti quanti noi,e i sindacati li difendono. Questa gentaglia,per rispetto della gente che lavora veramente, dovrebbe essere cacciata dal posto di lavoro a calci in culo.

 

 

 

 
 
 

QUELLA DONNA

Post n°155 pubblicato il 25 Novembre 2015 da salvatoremaenza.67

 

Quella donna

Quella donna,quella mamma

Che ogni giorno si rassegna,

Che subisce e non si lagna,

Che "incassa" e non si sdegna.

Con quei lividi sul volto,

Con le scuse da inventare.

Con quell'uomo da" accudire"

Con quel mostro da amare.

Lui si sfoga,poi gli passa

E ti dice che ti ama:

"Te lo giuro,mai più succederà!"

Così gli schiaffi son carezze,

Son sorrisi i denti stretti.

Gli artigli che ti avvinghiano.

Son braccia che ti stringono.

La donna che subisce

S'illude che sia vero.

Non sa la sua condanna,

Pensa che sia sincero.

Gli occhi tuoi di terrore,

Beffardo il suo sorriso,

Le tue mani giunte

Per proteggerti il viso.

Sotto una luce tetra

Una lama che brilla,

Lucida freddezza

Deturpa la bellezza.

Feroce esecuzione,

Pena da scontare:

Qual è l'orrenda colpa?

La condanna è esemplare!

Non c'è nessuna colpa,

Né pena da espiare.

C'è soltanto un" uomo piccolo"

Che vuol prevaricare.

Le donne non sono oggetti,

Né strumento di piacere.

Son creatura d'amare,

ma non da possedere.        

 

                                                                                            

                                                                                            

                                                                                             

                                                                                             

 

 

 
 
 

Dentro al baratro

Post n°154 pubblicato il 23 Novembre 2015 da salvatoremaenza.67

 

                      Dentro al baratro



Mangiai polvere e sabbia.

Respirai fumo denso e acre.

Bevvi acqua salmastra.

Per una strada buia e nebbiosa mi trovai.

A tentoni avanzavo sbattendo sui lati.

Una forza misteriosa e malefica mi spinse

fin sull'orlo del baratro

e senza opporre resistenza andai giù

e toccai quasi il fondo melmoso

Pullulante di vermi e viscide serpi.

D'improvviso,un angelica figura vestita di luce,

si elevò dalla melma,mi porse la mano

e mi portò fuori dal pozzo.

Mi condusse sulla sponda di un ruscello

E là si rivelò: Era l'amore!

 

 

 

 

 

 

 
 
 

INFEDELE

Post n°152 pubblicato il 20 Novembre 2015 da salvatoremaenza.67

 

La religione è un fatto di coscienza. Una cosa intima e personale. Nessuno può imporcela. Nessuno può obbligarci a pregare o a frequentare luoghi di culto. Possiamo mangiare ciò che vogliamo. Dobbiamo poter essere liberi di vestirci come ci pare e piace. Nessuno può limitare le nostre libertà personali. Chi tenta di imporci comportamenti di qualsiasi genere è un fanatico che usa la religione per imporre la propria volontà.

Se essere liberi, vuol dire essere degli infedeli,allora siamo infedeli. Siamo infedeli ma sono fatti nostri. Un giorno renderemo conto a Dio,del nostro comportamento. A Dio e a nessun altro.  

 

 

 
 
 

BOMBE SULL'ISLAM

Post n°151 pubblicato il 19 Novembre 2015 da salvatoremaenza.67

 

 

Politici,giornalisti e "benpensanti" accusano tutti gli islamici di essere terroristi. Qualcuno propone di mandare via dall'Italia e dall'Europa tutti quelli di religione  mussulmana. Altri propongono di chiudere le frontiere per impedirgli di entrare nel nostro paese.

Se io la pensassi come loro,proporrei:

1)    Allestire dei campi di concentramento per sterminarli tutti. Del resto i campi di sterminio hanno precedenti tristemente famosi. Basta pensare ai campi di sterminio nazisti.

2)    Identificare  e rastrellare tutti gli islamici,caricarli sui camion o sui treni e deportarli negli appositi campi.

3)    Affondare i barconi per impedirgli di raggiungere le nostre coste.

4)    Sganciare delle bombe atomiche per distruggere l'Africa,l'Asia e parte dell'Europa,visto che gli islamici vivono anche in Turchia,Albania ecc.

Così facendo aggiungeremmo orrore ad orrore.

Per fortuna tanti come me non la pensano come loro. Non penso come quei giornalisti e quei politici che vorrebbero innescare una guerra di civiltà e di religione.

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: salvatoremaenza.67
Data di creazione: 10/08/2009
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

salvatoremaenza.67trillyinaIrrequietaDStolen_wordsElemento.Scostanteanmicupramarittimamgf70cile54lacky.procinopaneghessaoscardellestelleantonio.natoniSky_Eaglesoltanto_unsognomisteropagano
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie per aver visitato il mio blog
Inviato da: soliinmezzoallagente
il 12/06/2017 alle 14:40
 
CARO SALVATORE PRIMA PARLI CHE L'UOMO DEVE ESSERE...
Inviato da: mago prof. Silva
il 10/06/2017 alle 19:14
 
Appunto, se il Paese č strano potrą mai cambiare? Chiunque...
Inviato da: EMMEGRACE
il 05/06/2017 alle 19:11
 
A volte l'amore apre nuove strade...
Inviato da: qmr
il 23/11/2015 alle 19:24
 
A mio personal pensiero, non solo il catechismo, dovrebbe...
Inviato da: hatterinavampira
il 15/11/2015 alle 20:11