Un blog creato da hscic il 26/02/2009

Memorie di una colf

Contorsionismi mentali e funambolismi lessicali

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Memorie di una colf. Per...Memorie di una colf. 450... »

Memorie di una colf. Romeo e Giulietta.

Post n°568 pubblicato il 26 Luglio 2013 da hscic

Per natura, siamo abituati a porci al centro del mondo, a vedere ciò che ci accade come unico, irripetibiile, individuale ed esclusivo. Forse, se non pensassimo così, se non avessimo il personale convincimento di essere pezzi unici non potremmo sopravvivere. Una foglia sull'albero, in mezzo a mille altre foglie come lei, che stormisca all'unisono con le sorelle per ogni alito di vento, ha la fortuna di non essere una creatura pensante e di non porsi quindi domande sul suo destino, sulla sua ragione d'esistere. Se lo fosse, probabilmente impazzirebbe. Noi invece no. Noi pensiamo, o sragioniamo se più vi piace. Però, ogni tanto, se abbiamo la pazienza d'ascoltare le antiche storie, non possiamo non riconoscere che il racconto è sempre lo stesso. Cambiano le epoche, cambiano i costumi, cambiano le macchine ma la storia degli uomini rimane sempre uguale. E questo spiega perchè certi capolavori della letteratura siano immortali. Perchè ciò che raccontano resta intatto, attuale, condivisibile, malgrado gli uomini che passano. Eppure somigliamo veramente tanto ai virus. Occupiamo, colonizziamo, consumiamo e spesso uccidiamo la natura che ci ospita. Un virus non possiede la cognizione dell'individualità. Un virus ha solo una dimensione collettiva che fa si che non sia importante che ogni singolo elemento sopravviva ma piuttosto che il suo DNA si sposti da un ospite all'altro, spesso uccidendolo (e così facendo, uccidendo moltissimi dei virus colonizzatori), in un viaggio senza fine da una vittima all'altra.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/memcolf/trackback.php?msg=12246561

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
pepitapablita
pepitapablita il 30/07/13 alle 09:17 via WEB
Beh...il non pensare che ciò che ci accade e che viviamo sia poi così "unico, irripetibiile, individuale ed esclusivo" non sempre è un male. Certe difficoltà ed angosce si superano proprio perché, anche se è banale, ma è vero che "mal comune mezzo gaudio". E' anche rassicurante che la storia degli uomini rimanga poi nonostante tutto sempre uguale, no? E voglio pensare che i virus avranno anche la loro ragione di esistere in questo grande mistero che è la vita... Ciao hscic...un forte abbraccio!:)
 
 
hscic
hscic il 30/07/13 alle 15:35 via WEB
...ho appena ricevuto una telefonata da un sedicente comitato "Salvate i Virus" che ringrazia per la solidarietà e l'interessamento....
 
   
pepitapablita
pepitapablita il 31/07/13 alle 00:49 via WEB
Ahahah...sono troppo buona io...:)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

karma580hscicstefy.gavtestipaolo40canescioltodgl10miss.piggyalberodegliamicicaserta1969cassetta2Io_Me_Stessa_E_Mewasp_hackerlatortaimperfettaoversize47zancarlo2010