Creato da ciaodaf3 il 28/09/2008

microtesla space

Astronautica e scienza, appunti e piccole ricerche personali.

INDICE DEL BLOG 1

Questo post vuole essere un riepilogo di tutto il blog.

post 01: Prima passeggiata cinese nello spazio

post 02:Scheda di tutte le navette spaziali pilotate costruite e usate dall'uomo

Post 03: Tavola con rappresentazione comparativa in scala delle navette di Usa URSS/Russia e Cina

Post 04: Breve descrizione e storia delle navette attualmente utilizzate

Post 05: Primo post di confronto tra Space Shuttle americano e Shuttle sovietico (Buran),in questo e nei post su questo argomento si analizzano brevemente caratteristiche, storia, finalità ecc.

Post 06:Secondo post di confronto tra Space Shuttle USA e Shuttle sovietico. C'è anche una tavola grafica appositamente realizzata per illustrare alcune differenze.

Post 07: Post che parle del programma spaziale Nasa Constellation che sostituirà il programma Space Shuttle

Post 08: Post sulla nuova capsula spaziale Orion della NASA

Post 09: Altro post su Orion

Post 10: Segnalazione di info su Orion

Post 11: In questo post un disegno mostra la distanza della Terra dalla Luna mettendo in scala Luna Terra e distanza. La Luna appare molto più distante di quanto si pensi comunemente. Si parla anche di un progetto spaziale indiano.

Post 12: I motivi che hanno spinto l'uomo a viaggiare nello spazio; come ci siamo riusciti e perchè.

Post 13: Il lato segreto e quello più oscuro della conquista dello spazio.

Post 14: Auguri di buon 2009

Post 15: La fragilità del nostro pianeta: un grafico illustra quanto è sottile l'atmosfera in cui vivono tutte le spacie viventi, la biosfera.

Post 16: Confronto tra alcune caratteristiche delle capsule Apollo e delle capsule Orion.

Post 17: Segnalazione di alcuni video delle Stazione Spaziale Internazionale ISS.

Post 18: Si formulano alcune ipotesi sul perchè della costruzione di una navetta tanto complessa quale è stata la navetta Shuttle.

.

 

INDICE DEI POST 3

Post 30: Motivazioni sulla forte perplessità rispetto alla possibilità di un viaggio umano su Marte con la capsula Orion.

Post 31: La NASA studia il modo di consentire agli astronauti di uscire dalla capsula al vuoto cosmico, superando le difficoltà imposte dall'architettura della futura navetta.

Post 32: Varie alternative allo Shuttle furono prese in esame durante lo sviluppo del costosissimo e fallito progetto della navetta ad unico stadio. Si giunse infine alla soluzione della capsula Orion simile alla vecchia Apollo. Tutavia alcuni progetti potevano essere più economici e funzionali, o comunque almeno curiosi. E sono tuttora proposte da alcuni tecnici. E' il caso dello Shuttle senza ali.

Post 33: Molte potenze emergeti hanno avviato programmi spaziali. E' il caso della Cina che già manda uomini nello spazio, ma anche dell'india che sta avendo grandi successi con le sue sonde ed i suoi satelliti. Questo paese ha nel cassetto anche il sogno di una navetta spaziale riutilizzabile pilotata simile allo Shuttle.

Post 34: Lo sbarco lunare: se è falso è un capolavoro artistico della finzione cinematografica. Dubbi, perplessità e riflessioni sull'ipotesi del complotto lunare. Cosa torna e cosa non torna in questa teoria.

Post 35: Rarissimo e incredibile filmato mostra una delle fasi più complesse, misteriose e segrete delle missioni Apollo: Le manovre (così pericolose e complesse sulla Luna da lasciarci perplessi) per sganciare il Lunar Rover dal LEM. Qui il link al video.

Post 36: Ci si domanda dove fossero alloggiati nella piccolissima capsula di rientro dell'Apollo i grandi quantitativi di pietre lunari raccolte e come il loro peso abbia influito sulle fasi di rientro frenate da paracadute.

 

I MIEI LINK PREFERITI

°*°*°*°*°*°*°*°*°

Comunicazioni

In questo blog inserisco le mie ricerche personali, gli argomenti trattati possono essere uno spunto per ulteriori approfondimenti.

18-10-08

Il post numero 4 è stato aggiornato e corretto nella parte che riguarda la navetta Space Shuttle.

Ciao.

29-09-08

Poichè questo blog è in fase di allestimento e a causa del fatto che ogni singolo post viene completato in diversi giorni, è stato deciso di non abilitare i commenti.

Vi ringrazio per avere visitato questo blog.

Ciao e a presto.

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

AREA PERSONALE

 

 

« Sogno infranto da un mil...NASA cerca nuove soluzio... »

Su Marte con la capsula Orion?!?

Post n°30 pubblicato il 29 Aprile 2009 da ciaodaf3

 

(Il testo è stato corretto il 18 maggio '09)

Qui voglio inserire un'opinione del tutto personale.

Se mi chiedessero se sono felice del fatto che la NASA abbia puntato tutto sulla capsula Orion, la mia risposta sarebbe semplicemente "no". Avrei preferito una nuova navetta planante, un nuovo Shuttle.

Ora, io credo che questa piccola navetta prima o poi volerà, ma sarà un oggetto poi così utile?

Servirà a raggiungere e attraccare la Stazione spaziale internazionale ISS?

Certamente si.

Servirà a raggiungere la Luna?

Forse si.

Servirà a raggiungere Marte?

Secondo me no. Questo non è possibile.

E ora vi dico perchè: lo spazio per gli astronauti è veramente troppo poco. Un viaggio così lungo, che tra andata permanenza e ritorno durerebbe almeno due anni e mezzo, non può essere compiuto all'interno di una capsula così piccola.

All'arrivo su Marte gli astronauti sarebbero distrutti nel fisico e nella psiche.

Non mi convincono per nulla altri due particolari della capsula Orion.

Il primo riguarda la disposizione dei membri dell'equipaggio su due livelli. In questo modo, in tutti i disegni forniti dalla Nasa, si vede chiaramente che chi sta sopra ha i piedi praticamente davanti alla faccia di chi sta sotto. Potete immaginare, durante la fase di rientro in atmosfera e quando la capsula toccherà il suolo o la superficie marina, come possa sentirsi l'astronauta del livello inferiore.

I russi infatti, per la loro nuova cosmonave, stanno studiando una disposizione molto diversa dell'equipaggio che evita l'urto dell'uno contro l'altro, poichè tutti siedono sullo stesso livello.

Sembra una piccolezza, ma anche il confort fa la sua parte nel successo di una missione spaziale.

Il secondo problema riguarda la fuoriuscita dell'astronauta dalla capsula per una passeggiata spaziale.

I russi hanno sempre usato per pressurizzare le loro navette una miscela di azoto e di ossigeno. Questo per evitare che scintille e falsi contatti provocassero con troppa facilità incendi a bordo. Questo tipo di atmosfera impone l'esistenza di una camera di decompressione nella quale l'astronauta deve sostare qualche minuto al fine di adattarsi all'atmosfera della tuta, prima di uscire.

Tutte le navette sovietiche che consentivano all'astronauta di uscire dal veicolo possedevano e posseggono questa camera di assuefuazione che nelle Soyuz è è posta all'interno del compartimento sferico, davanti al modulo di comando.

Gli americani invece hanno sempre riempito le loro capsule con ossigeno puro. Sentendosi sicuri del perfetto isolamento delle parti elettriche delle loro navette, ritenevano piuttosto improbabile un incendio che, con l'atmosfera di ossigeno puro, sarebbe pressochè indomabile. Dopo la tragedia dell'Apollo1 l'ossigeno venne in parte miscelato per ridurre i rischi, ma rimase sempre molto più puro rispetto alle navette russe.

Questo tipo di atmosfera di ossigeno praticamente puro, consente di uscire dalla navetta senza passare attraverso una camera di adattamento. Infatti le navette americane non hanno questa camera di adattamento. Non lo avevano le Geminy dalle quali si usciva semplicemente aprendo i portelli ad ala di gabbiano; non lo avevano le capsule Apollo, e non l'aveva lo Space Shuttle.

Non lo ha ovviamente neanche l'Orion. Ma l'Orion avrà l'atmosfera identica a quella delle navette russe perchè più sicura. Quindi, probabilmente dalla Orion non si potrà uscire per una passeggiata spaziale, ed infatti tale ipotesi non è mai menzionata dalla NASA. Ma questo sarà un grave inconveniente, perchè uscire dal veicolo spaziale è un'operazione spesso indispensabile nelle missioni spaziali.

La nuova navetta russa, infatti, avrà al suo interno un piccolo scompartimento cilindrico intorno al quale siedono i cosmonauti, e che servirà appunto come camera di compensazione per uscire dal veicolo.

(il testo è stato corretto il 18 maggio '09)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

marco.barbutiraffa1234571gmc74SUNRISE1974loris.79stefanorossi66maxpan27dominazionibabilonia10graficamorramaurissimo1giacalone.patriziaponti1956ciaodaf3
 

LUMINARY 131 IL PROGRAMMA DELLE MISSIONI APOLLO.

Il programma che gestiva le missioni Apollo dirette verso la Luna si chiamava LUMINARY.

Gruppi di storici e studiosi ne stanno ricercando le tracce e ricomponendo i frammenti e le copie ritrovate o conservate per restituire un quadro completo di un evento storico di straordinaria importanza.

Per quanto si tratti di un argomento estremamente complesso e di difficile comprensione per chi, come il sottoscritto, non è del settore, in questo blog che parla di astronautica mi sembrava giusto segnalarlo.

Per trovare informazioni su questo "antico" software, digitate sul vostro motore di ricerca preferito le parole "Computer Program LUMINARY 131" e tra i vari risultati troverete qualche informazione. Ma vi consiglio di inserire la frase senza virgolette per ottenere un numero maggiore di risultati. Altrimenti compariranno solo un ottimo sito NASA in inglese molto approfondito ed il mio blog che cita soltanto questo software.

Diversamente compariranno logicamente molti più risultati, alcuni interessanti.

Ciao.

 

COME L'URSS TENTÒ DI RAGGIUNGERE LA LUNA

http://www.youtube.com/watch?v=PoYPxuCPY2U

L'Unione Sovietica profuse grandi sforzi per raggiungere la Luna, prima o contemporaneamente all'America.

Il programma Apollo si serviva del gigantesco Saturno V, l'Unione Sovietica realizzò l'altrettanto faraonico N1. Tuttavia questo vettore non raggiunse mai lo spazio ed esplose sempre in volo a causa dei mai risolti problemi tecnici al primo stadio.

Si tratta di uno dei progetti spaziali più segreti della storia dell'astronautica, venuto alla luce recentemente. Molti particolari di questo progetto sono venuti alla luce solo grazie ad Internet.

Ho trovato su You tube un video nel quale, un'ottima animazione garfica, illustra il razzo N1 ed il modulo sovietico di sbarco lunare, vi fornisco qui sotto il link relativo.

Ciao e a presto.

http://www.youtube.com/watch?v=PoYPxuCPY2U

 

COSMONAUTI FANTASMA

In questo video è possibile ascoltare la voce di uno dei "cosmonauti fantasma" captata dai fratelli Judica Cordiglia che, secondo molti studiosi, testimoniarono l'esistenza di missioni sovietiche fallite e tenute segrete. La voce era di una cosmonauta in grave difficoltà, nonostante quel giorno nessuno dovesse trovarsi nello spazio. Il video allegato non ha però alcuna relazione con la registrazione, quindi dovete considerare soltanto l'audio dal punto di vista storico scientifico.

Tutte le registrazioni sono riportate sul sito di "Focus" all'indirizzo che vi segnalo qui di seguito: http://www.focus.it/Scienza/spazio/multimedia/I_cosmonauti_perduti.aspx

cliccate su "versione italiana", poi nella finestra che si apre cliccate sulla scritta play in basso, ve lo preciso perchè è così piccola che potrebbe passare inosservata; comparirà comunque un testo, al termine di questo testo che spiega la vicenda cliccate sulla scritta "ascolta i file audio" e finalmente si accede ad una grafica con tante sfere ognuna delle quali attiva un file audio. Una faticata ma alla fine ci si fa...