**TEST**
Creato da deniseretroda il 25/11/2014
come evitarla

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

delfinocurioso7006ep50alogicokimtysemplicementeio11195paniodineIo.Marc0enzo2484mariomancino.mmagiordomo0tekilalvg10645crazy_21_1945Sognograficarinoeserena
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Muffa: come prevenirla

Post n°1 pubblicato il 25 Novembre 2014 da deniseretroda
 

Iniziamo subito a spiegare cosa sono le muffe:

Sono un tipo di funghi pluricellulari, capaci di ricoprire alcune superfici sotto forma di spugnosi miceli e solitamente si riproducono per mezzo di spore.

È comunemente chiamata muffa un agglomerato di questi sottili miceli, formatisi su materia vegetale o animale, generalmente come uno strato schiumoso o filamentoso, come segno di decomposizione e marcescenza. Nella tassonomia e nella filogenia le muffe non costituiscono un gruppo preciso, trovandosi nelle divisioni ZygomycotaDeuteromycota e Ascomycota.

 

 

Le muffe si nutrono principalmente di acqua e di tutto ció che l´umiditá trasporta. Quindi da ció deduciamo l´arma principale é quella di abbassare al minimo l´umiditá nelle nostre abitazioni. La presenza di un eccesso di umidità in casa ( che si riconosce ad esempio dalla presenza di condensa e odori sgradevoli ) è sintomo di scarsa ventilazione e, a lungo andare, può generare danni alla salute. Una camera con una temperatura superiore a 20° C e con un’umidità superiore al 60% favorisce lo sviluppo di muffe, acari, batteri e scarafaggi. Gli ambienti con una piú alta presenza di vapore acqueo sono il bagno e la cucina, ed é proprio qui che la muffa preferisce attecchire.

Per abbassare il tasso di umiditá dentro casa nostra, se non é davvero eccessivo, dobbiamo aprire tutti i giorni le finestre, anche in inverno, facendo attenzione peró a non oltrepassare i 10-15 minuti, per evitare che i muri si raffreddino. Se invece l´umiditá é davvero troppa, allora bisogna ricorrere a deumidificatori elettrici. Sono economici e fanno un ottimo lavoro.

Ricordiamoci di lasciare qualche centimetro di distanza tra i mobili e le pareti, in modo tale che l´aria circola.

In caso la muffa é giá presente sui muri , dobbiamo ricorrere ad una buona pittura antimuffa . Solo cosí possiamo risolvere definitivamente il problema muffa.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/modem/trackback.php?msg=13029195

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
gemella7
gemella7 il 26/12/14 alle 10:33 via WEB
buongiorno e buone feste chissÓ se ti ricordi di me?
(Rispondi)
fabiana.giallosole
fabiana.giallosole il 16/09/15 alle 10:07 via WEB
Buongiorno. Auguri per il blog. In realtÓ cerco il blog "Grillo amorevole" di Doriano. Ho perso ogni traccia. Potete aiutarmi? Un caro saluto. Fabiana
(Rispondi)
sexydamilleeunanotte
sexydamilleeunanotte il 05/10/16 alle 17:10 via WEB
il tuo blog Ŕ veramente fatto bene complimenti. A presto

Artecreo

(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.