Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 170
 

Ultime visite al Blog

wilma.giorgiomariateresa.savinosmbiondimonellaccio19raul1nSpiky03licsi35pevenetasetolecassetta2ivan.peratelloildadelucasirenetta98sg.g70derosario.isabellaisye.dini
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 06/04/2020

KIKOJOKOJO

Post n°3528 pubblicato il 06 Aprile 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Nonostante i decreti si susseguano a raffiche, nonostante il governo cerchi disperatamente di tamponare le varie falle che si stiano aprendo nel nostro sistema economico/finanziario, sociale e lavorativo, ci sono lamenti che si levano da settori e comparti lavorativi, dove i colpiti dalla crisi coronavirus soffrono indigenza e assenza di attenzione. Spero che il grande mantello che si stenderà su tutti gli italiani coinvolti e bisognosi, copra veramente e sufficientemente coloro che sono a lamentarsi. Mi piace in questo frangente, riferirmi a personaggi foschi nonostante la notorietà, privi di ogni sensibilità e pronti ai primi segnali di emergenza, a battere i pugni sul tavolo e procedere...a prescindere. Ne hanno diritto, non violano nessuna legge e nessuno dovrebbe entrare nel merito delle loro decisioni. Tuttavia, poiché l'alone che li circonda non è bello nitido e chiaro, l'aureola appena sopra il capo trasmette solo luce a intermittenza e l'odore di santità, non arriva ancora alle nostre sensibili radici, sono ad additare Flavio Briatore, imprenditore (sic) che in questo paese non ci vive, le tasse le paga fuori e tuttavia, sulla nostra politica si infervora e si batte per gli amici della destra, il quale ha licenziato spendendo meno del tempo che occorra per fumare una sigaretta 1.200 persone della sua forza lavoro. Giusto, se non ce lavoro, si licenzia! C'è un tale Gordon Ramsay, celeberrimo e noto chef televisivo, che ha licenziato 500 persone che operano nei suoi ristoranti prima ancora che il coronavirus mietesse le sue vittime, però era già al lavoro e noi non lo sapevamo. Evidentemente ha un buon olfatto il nostro Gordon, alla prima annusata (strano) senza perdere tempo, ha buttato fuori 500 persone. Giusto, se non c'è lavoro, si licenzia! Infine, ma non sono gli unici visto che in tanti si sono affannati a licenziare dipendenti e lavoranti, c'è uno che manco a dirlo, predica bene (sic) e "ruzzola" male, anzi, malissimo: la "Trump Organization" ha licenziato 1.500 persone dai propri hotel, probabilmente seguiranno altri licenziamenti man mano che saranno in perdita altre società del gruppo! Giusto, se non c'è lavoro, si licenzia! Ripeto ce ne sono tanti di imprenditori che in momenti difficili passino immediatamente alle vie di fatto, però volendo fare comparazioni pertinenti e a voler sofisticare, perché mai un Leonardo del Vecchio (Luxottica) imprenditore ricco e famoso, ha protetto tutti i suoi dipendenti e farà il possibile per non mettere nessuno dei suoi in difficoltà? E perché la Ferrari, che prenderà sberle a causa del lockdown per le competizioni, ha deciso di tagliare una parte del budget investito sull'innovazione di motori e telai per le auto, per non licenziare nessuno dei propri collaboratori? Ha salvato tra i 25/30 milioni di euro per non rischiare i licenziamenti. E infine perché l'imprenditore Marco Tronchetti Provera (Pirelli), per non licenziare nessuno, ha tagliati i corposi stipendi dei manager, il capo si  è tagliato il suo 50%, sono stati rivisti i dividendi e altre misure economiche finanziarie e dalla società non partono licenziamenti? Tre storie negative  e  tre positive: persone, imprenditori, società e visioni diverse come da personaggi implicati. Sensibilità che lasciano intendere di che pasta siano fatti quelli che mettono davanti prima gli uomini e poi il danaro, gli affari e il loro prestigio. Certo, se le cose andranno male per tanto tempo, anche loro passeranno a vie di fatto, ma ci penseranno su e non saranno decisoni facili, ma dolorose. Briatore, Ramsay e Trump sono persone che chi le conosce o le sta conoscendo, sa di che pasta siano fatti: li abbiamo visti all'opera e specie in questo momento drammatico, hanno dimostrato tutto il loro saper fare e cosa siano: quaquaraquà con i soldi! La differenza con gli altri?  Gli altri sono IMPRENDITORI con i soldi!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso