Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 167
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19mariateresa.savinoSono44gattinfilax6.2prolocoserdianalascrivanae_d_e_l_w_e_i_s_sSpiky03ambradistellegabbiano642014lucre611elektraforliving1963nina.monamourdiky5woodenship
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

NON APRITE QUEL SARCOFAGO

Post n°2940 pubblicato il 21 Luglio 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per sarcofago scoperto in egitto

Sembrerebbe un bel film horror di quelli datati con tanti colpi di scena: "Non aprite quella porta 2","Non aprite quella veranda 6","Non aprite quel ripostiglio 12", sono film che hanno fatto la storia con sequele che non finivano mai, eppure, oggi davanti a quel sarcofago la storia si ripete. Scoperto recentemente in Egitto è il pezzo forte della archeologia moderna: vecchio di millenni, mai fu reperito un simile pezzo intatto e ben conservato. Scoperto ad una profondità di cinque metri, la tomba pesa circa trenta tonnellate, è lunga tre metri e larga due. Sono pronti a scoperchiarla con la speranza di trovare un faraone e reperti che aiutino ad aggiungere tasselli importanti alla storia antica: questa pare sia la tomba più antica mai reperita, risalente all'età tolemaica e consentirebbe di approfondire gli studi degli archeologi. E' l'ora ormai ma....e già, come sempre c'è un ma: molti sono contrari, porta sfiga e vorrebbero che rimanesse chiusa per sempre. Nel 1922 quando fu scoperta la tomba diTutankhamon fu un eccidio: nel breve periodo una decina di persone della spedizione, morirono in circostanze misteriose. Da allora le credenze popolari indussero a pensare ad una maledizione attiva e costante. Ragà, la storia non si può fermare e quella tomba va aperta, si proceda e scopriamo il suo contenuto. A noi Nostradamus e gli Incas ci fanno un baffo, se qualcuno morrà l'avrà fatto per la storia e noi gli saremo grati. La maledizione non ci fa paura, specie se riguarda gli altri!!!! Aprite quel sarcofago!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MAROCCHINE IN PRIMA LINEA

Post n°2939 pubblicato il 20 Luglio 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

La guerra è dura e le donne marocchine non ci tengono a perderla, quindi battaglia dopo battaglia, aggiungono al loro bollettino di guerra le vittorie e le sconfitte. Tutto è cominciato da tempo ormai, ma la pagina Facebook "Sii Uomo", aperta qualche giorno fa, ha contribuito ad accendere gli animi e ancora una volta la reazione è stata pronta e dura. A Rabat gli uomini sono stati invitati a non consentire alle loro donne, di uscire di casa con abiti succinti o addirittura, se si recassero in spiaggia, di evitare che indossino il bikini. Beh le donne hanno replicato alla grande sempre su FB per far intendere che non c'è trippa per i maschietti marocchini: "Sii donna, fa quel che ti pare" è la pagina contrapposta a quella maschile e con le chiare intenzioni esplicitate, vi saranno molte donne che usciranno di casa e andranno al mare indossando il bikini. Proclami da una parte, ordini dall'altra, le attiviste marocchine non perdono occasioni per controbattere colpo su colpo: "Chi siete voi per impedirci di indossare quel che vogliamo? Solo degli imbecilli possono aderire ad una campagna così maschilista e indietro di decine e decine di anni". Quindi le due fazioni si sono allargate su FB e tra contrari e propensi, giù botte da orbi. Intanto sulla celebre spiaggia di Casablanca e altre molto frequentate, le prime marocchine in bikini sono là a fare le donne libere, indossando quel che vogliono. Vi garantisco che quelle  avanti con la protesta, sorprendono per ciò che hanno tenuto nascosto per tanto tempo. Lo giuro!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BAGNINO? BAGNINO?

Post n°2938 pubblicato il 18 Luglio 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per spiaggia san vincenzo livorno

 

 

Ancora un imprenditore del nord Italia si lamentava ieri sulla stampa, per le grandi difficoltà incontrate per assumere operai a 1.100 euro netti al mese. Non è il primo, non sarà l'ultimo e cerchiamo di non eludere il problema come se fosse una scommessa da vincere o da perdere. Non è casuale, non è sporadico e non è solo al nord che queste difficoltà vengono evidenziate da rifiuti che in tempi relativamente recenti, non si sarebbero nemmeno immaginati. A prescindere dalle possibili professionalità ricercate, molti avrebbero anche i requisiti, ma come ben sappiamo, non hanno voglia di accettare lavori dove potrebbe essere compromessa la loro libertà di azione e movimento: non accettano turnazioni e non accettano fare tardi la sera al lavoro. La sera è sacra per i giovani di oggi: c'è da stare con gli amici e non si accettano deroghe! Poi, se a questa priorità, si aggiungono stipendi regolari da contratti nazionali e posti  a tempo indeterminato, c'è da rilevare come a 1.500 euro al mese netti, c'è da...valutare! E' diffuso questo metro di valutazione, si tende a ben altro, troppo cazzeggio in giro con soldi che entrano alla grande e con serate senza pensieri. Quindi, c'è da analizzare e studiare il fenomeno: ci sarebbe innanzi tutto da cambiare l'avviamento professionale, oggi le Poste e Ryanair cercano personale specializzato e sperano di trovarlo. Ma tra liceali, maturi e laureati in materia umanitarie, non c'è molto da pescare. La formazione professionale va radicalmente mutata aderendo a quelle che sono le richieste di mercato. Avere lauree, diplomi e preferenza assoluta per serate con gli amici, non aiutano spesso nella ricerca immediata di lavoro. Un caso esemplare è accaduto in una località in provincia di Livorno: la famosa spiaggia di San Vincenzo, una concreta testimonianza di come siano belle le coste italiane, è stata oggetto dell'attenzione (sic) di un consigliere leghista che si è meravigliato come siano stati assunti alcuni aitanti giovanotti venuti dalla Sicilia (precisamente dalla provincia di Trapani) per svolgere il lavoro di bagnini. "Ma come? Non ci sono ragazzi del luogo, ragazzi toscani disposti a fare i bagnini a casa loro?". Questa domanda, oltre a dimostrare il delirio di onnipotenza dei leghisti, manifesta come i loro punti di vista vengono espressi senza collegare lingua e cervello. E se i giovani non sono disponibili? E se fossero impegnati altrove con altro genere di lavoro più remunerativo? Più interessante? "Ma fare il bagnino è l'ambizione per di ogni giovane che vuole occupare la stagione estiva in modo piacevole, tutti giorni in spiaggia, cuccare e flirtare con le ragazze, insomma, non è possibile che nessuno si sia fatto avanti per lavorare". E no caro consigliere, fattene una ragione e convinciti che se per te vengono "prima i toscani", per Salvini vengono "prima gli italiani". Se poi i siciliani sono da considerarsi "africani del nord" allora caro amico non hai capito una mazza del lavoro in Italia e in...Toscana. Magari i ragazzi toscani stanno facendo tutti i bagnini sulla Costa Azzurra dove si prendono bei soldini e si cucca alla grande con le donne.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

E SIAMO ALLE VOTAZIONI FUMETTISTICHE

Post n°2937 pubblicato il 17 Luglio 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Immagine correlata

 

Gulp! Gasp! Acc! Sorb! Mumble! Ma che fanno ci riprovano? Oggi sulla piattaforma Rousseau, i grillini procederanno con una votazione in rete, per indicare chi secondo loro possa ambire ai vertici della RAI. Cinque nomi su cui puntare, cinque persone tra cui  vi sarà chi potrà sedere tra i grossi papaveri della nostra TV. Enrico Ventrice, Paolo Favale, Claudia Mazzola, sono nomi noti (???) perché già o ex in RAI, mentre Beatrice Coletti e Paolo Cellini  hanno maturato esperienze diverse come manager e come docente universitario. Non voglio togliere niente a nessuno, io non conosco costoro, solo Favale mi è noto perché immischiato in qualche grana giudiziaria ed ancora in...corsa per l'appello dopo la condanna in primo grado. Il gioco è sempre quello: si mandano a Casaleggio le proprie candidature, i curriculum e ci si candida. Poi c'è una selezione fatta dai vertici della piattaforma e automaticamente si passa al voto on line di quelli indicati. E' democrazia di base, popolare e aperta alla società senza inciuci e senza giacchette tirate. Resta tuttavia, la candidatura di personaggi che solo loro indicano, non c'è dibattito se no quello interno alla Rousseau e i nomi sono quelli: prendere o lasciare. Mah, sono sempre perplesso, proprio con questo sistema i grillini si sono trovati personaggi oscuri e poco affidabili e li abbiamo visti anche: una volta votati alle elezioni, il movimento li ha invitati a dimettersi e molti di questi si sono rifiutati passando al gruppo misto: gente che presa la poltrona non l'ha mollata e noi li manteniamo. Oggi c'è questa elezione, insistono e non si sono spaventati, per loro va ben così. Poiché il M5S non rappresenta tutti gli italiani, dovrebbero tenere conto, in una vera democrazia che si rispetti, del parere di tutti e comprendere che anche chi è all'opposizione potrebbe non "gradire" un sistema di scelta, per posti così importanti, simile ad una lotteria. La RAI la paghiamo tutti e abbiamo diritto ad avere funzionari e dirigenti capaci, garantiti ed esperti. Ma con gente che non si conosce, come si può ben sperare? 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

COLPA DEI SOLITI NOTI

Post n°2936 pubblicato il 16 Luglio 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per disordini a Parigi per la vittoria ai mondiali

 

 

E' vero, tutto il mondo è paese, ma se un grande festeggiamento deve assumere risvolti malandrini ed eccessivi, allora, sarà forse il caso che ci si dia una calmata. La Francia ha vinto il Mondiale ma alcuni segnali poco piacevoli avevano già segnato il giorno prima la gioia incontenibile: alla grande manifestazione tradizionale del 14 luglio ai Campi Elisi, due motociclisti della polizia si sono scontrati, la pattuglia acrobatica si è esibita su nel cielo e i colori della bandiera francese erano sbagliati. Si gioca il mondiale e sin dall'ora di pranzo gli Champs-Elysées erano affollati dai tifosi che avrebbero seguito l'incontro dai mega schermi. Bene, la festa c'è stata, la Francia ha vinto il suo secondo mondiale e la gioia è stata incontenibile per tutti. A Parigi si è scatenata la movida, l'animazione si è moltiplicata e dalla festa si è passati alle scene della nota guerriglia urbana. Un nutrito gruppo di facinorosi ha appiccato fuoco alle auto e ha saccheggiato alcuni negozi. Certo tutto premeditato, non erano tifosi ma gente che vive di questa malsana attività. La Polizia ha dovuto ricorrere ai gas lacrimogeni e dopo battaglie con i teppisti è riuscita a dileguare gli incappucciati e i mascherati coraggiosi. Una grande occasione di festa e comunione nel celeberrimo viale dei Campi Elisi, rovinata parzialmente, ma fino a notte si è continuato laddove non si erano infiltrati i guastatori! Succede ovunque, tutto il mondo è paese, ma si dovrebbe fare di più, non sono i 110 mila agenti schierati che offrono la tranquillità, sono le unità speciali che dovrebbero sapere se e come, costoro appariranno. Non sono fantasmi, sanno tutti chi sono, dove vivono e come si muovono, quindi prevenire se è possibile, dovrebbe essere la priorità. Non si possono rovinare i festeggiamenti con centinaia di migliaia di persone, solo perché all'improvviso appaiono gli incappucciati. Spero che per il futuro si faccia meglio, a Torino ci è scappato un  morto per le cazzate di alcuni sciocchi e deficienti. Massima allerta, dove c'è tanta gente che si riunisce, dovrebbe essere la parola d'ordine. I danni ci sono stati, auto incendiate e negozi saccheggiati non è un buon risultato al contrario del 4 a 2 conseguito sulla valorosa Croazia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »