Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19insiemesorriamo01maps.14Brasamarkneuro007bubu4427marioboviolascrivanadagoberto_83geppoincorsarenagarSpiky03mariateresa.savinodiego_powerpassionale73dgl
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 03/06/2019

INVASIONE DI CAMPO BONA...RIA

Post n°3237 pubblicato il 03 Giugno 2019 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Ogni cosa a suo tempo: l'artista Andy Warhol ebbe a dire nel lontano 1968: "In un futuro non molto lontano, ognuno sarà famoso in tutto il mondo per 15 minuti". Frase storica che nel tempo è divenuta un aforisma imprescindibile e sempre più ricorrente. Questi nostri ultimi anni in cui la vita ha raggiunto ritmi vertiginosi, i tempi sono ristretti per tutti e chiunque tende a guadagnarsi quei quindici minuti che gli spetterebbero per tacita assegnazione del caso, del destino o ancor di più, per una libera scelta. Già, una scelta obbligata dalla società attuale: oggi quel quarto d'ora non è più tale e lo possiamo riscontrare dagli avvenimenti giornalieri: una persona qualsiasi, se sceglie e coglie l'attimo fuggente, si pone difronte al mondo e viene gratificata dalla notorietà, dalla celebrità  (se ci sa fare), per anni e anni. Riflettete, pensate alla pletora di persone che dopo aver sfruttato al massimo l'iniziale momento di apparizione, oggi monetizzano e aumentano giorno dopo giorno, la loro fama universale. Non ce l'ho con costoro, anzi li ammiro (con rabbia) perché in grado di intraprendere e porsi all'attenzione della società. Siamo noi i pollastri di manzoniana memoria che addirittura ci becchiamo tra noi, facendo lo sporco gioco di questi bambocci di cartone. Alla finalissima della Coppa Campioni, tra Liverpool e Tottenham, una avvenente ragazza di nome Kinsey Wolanski è entrata, improvvisamente e con passo veloce, in campo creando lo scompiglio per la seminudità e l'avvenenza. L'arbitro ovviamente ha fermato l'incontro fino a quando gli stewards hanno bloccato la bellissima ragazza portandola fuori dal terreno di gioco. Bene, perché l'ha fatto? Domanda pleonastica e inutile: ha cercato il suo quarto d'ora di celebrità, ma nel contempo, ha raccolto milioni di click perché è una starlet cinematografica,  più specializzata sul genere hard e il suo sito oltre a youtube, ha registrato il...tutto esaurito. Altro che 15 minuti, se ci sarà un seguito e lei sarà intraprendente come lo sia stata per l'invasione bona...ria, vedrete che il suo nome ricorrerà più spesso nelle cronache e tra i suoi followers che aumenteranno in maniera esponenziale. Siamo proprio dei galletti amburghesi!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso