Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 170
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19chiedididario66e_d_e_l_w_e_i_s_sombr99impelgioStil03soleluna202gedaco0lascrivanalicsi35pepetrusbzcassetta2Lalla3672Cherrysl
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 01/06/2020

STA PERDENDO L'AMERICA SENZA ACCORGERSENE

Post n°3576 pubblicato il 01 Giugno 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

E' solo un accoppiamento farlocco e anche se quelli che parlano bene lo hanno definito fake, per me ci sta tutto! Il famoso "TIME" non ha mai proposto tale copertina per il suo giornale,  se mai, il disegno del 2016 eseguito da Luc Descheemaker, è stato riadattato per comporre una foto tipica da copertina di una nota e grande rivista. Nessun pregiudizio, nessuna voglia di forzare situazioni che peraltro, si forzano da sole o vengono forzate direttamente dall'interessato che non è...Hitler! La stura, la famosa goccia che ha fatto traboccare il vaso, è stata la morte di George Floyd. Una scintilla pericolosa che nel giro di due/tre giorni, sta trascinando l'America in un vicolo cieco che presto potrebbe riempirsi di morti e sangue a volontà. Ci si aspettava già da settimane una messa in scena molto coordinata e ben eseguita: la polizia che ammazza un negro! Trump fa proseliti, è un presidente che influenza con i suoi atteggiamenti e le sue visioni ferree e severe. Occorreva che qualcuno fornisse il "LA" per accordare tutta la scena con i coinvolgimenti necessari di quelli che non aspettavano altro: proteste, scontri e battaglie stradali esasperate e virili. Non si sono salvati nemmeno quelli che fanno il lavoro dei cronisti: stanno lì, filmano, curiosano dappertutto e talvolta qualche domanda al volo, giusto per chiedere un'opinione. Arrestati anche quelli, alla faccia della libertà di stampa. Il problema è serio e lui "belli capelli" che fa? Getta benzina sul fuoco, irride il clima violento, minaccia interventi militari e parla di coprifuoco severo e coatto. Beh, siamo forse al capolinea, la prossima campagna elettorale di Donald sarà molto particolare. Sta tentando disperatamente di girarla dalla sua parte, tutte le mosse che intraprende giorno dopo giorno, significano che è sull'orlo di una crisi di nervi. Non ci sta a perdere, l'uomo/padrone è in prima fila per fronteggiare attacchi che gli arrivano da tutte le parti e il caso Twitter, lo ha risolto a modo suo in un modo poco democratico. Ha mollato l'OSM senza remore continuando ad accusare la Cina di essere padrona dell'organo sanitario mondiale, vuole più soldi dall'Europa per la Nato, cura il covid-19 a c...o di cane, si offende se qualcuno non fa quello che dice lui (vedi il rifiuto della Mekel a partecipare in prima persona al G7 che si terrà a breve in America) e infine decisioni importanti per la sua nazione prese "ad capocchiam" che irritano il popolo. Sappiamo come si sia imposto, sappiamo chi sono gli amici che lo tengono in piedi per curare solo i propri interessi molto vasti e per tenervi al corrente, giocando d'astuzia e con fare sornione, firma leggi e decreti fuori da ogni logica e raziocinio. Del pianeta non gliene frega niente e l'ultima puttanata deliberata è che in Alaska (stato americano) i cacciatori potranno uccidere cuccioli di orsi e lupi anche nelle tane. Le tribù che abitano lassù potranno cacciare liberamente perché vivono solo di caccia. Una bella patate bollente per gli animalisti, visto che sarà caccia aperta per molti animali. Inoltre il famoso Parco Tongas National Forest, uno dei più grandi al mondo, sarà "aggredito" da un piano che permetterà nuove strade, miniere e industrie. Uno scempio mai visto e che potrà solo rompere quegli equilibri vitali per il pianeta. Questa sua politica per me può essere definita con un termine molto preciso: "Dittatura Democratica". Io dico quel che si fa e voi mi dite che va bene...comunque! Forse non sarebbe proprio un fake se il "Time" facesse una copertina come quella che vedete su. Il piccolo profilo di Trump, a mo' di baffo, mi sembra proprio azzeccato. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso