Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 170
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19chiedididario66luisaboschiero0chiccaempolidente_d_e_l_w_e_i_s_smfrancescacomitoenzosalviangiuliano.alunni4dsdfsdsdsMarilu1978laura.campigliroberto.peghinstudio_veriliodragone850apuliahospital
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 05/06/2020

VOGLIA DI LAVORARE SALTACI ADDOSSO

Post n°3580 pubblicato il 05 Giugno 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 


 

Nuovo appuntamento con i miei tre amici al solito bar.  Dopo mesi di astinenza, ci rincontriamo al solito tavolino all'aperto e ben distanziato dagli altri con bella vista sul passeggio davanti a noi. La giornata è magnifica e dopo aver sorseggiato i nostri caffè, accendiamo sigari e sigarette. Orbene, nel pieno rispetto del quadro clinico di ciascuno, sappiate che uno soffre di cuore con bypass incorporato,  uno è iperteso con   una pressione ballerina  che nemmeno il gommista riesce a mantenere stabile, l'altro è affetto da bronchite acuta e cronica con respiratore al  seguito e infine, ci sono io che sono...sano come un pesce destinato all'acquario di Genova, reparto ittici in via di immediata estinzione! "Occhio a ore 10.00, gran gnocca in movimento!". La sollecitazione dell'amico, manco a dirlo, è subito raccolta e gli sguardi volgono verso le coordinate indicate: una sventola da calendario Pirelli passa a pochi metri dal nostro tavolo, inutili le descrizioni, roba da lustrarsi subito...le lenti degli occhiali già tutti appannate. "Eh....non ci sono più le racchie di una volta....", esclama Gianci....". "E' vero, non si possono fare più classifiche o divisioni tipo le bonazze di qua e le cozze di là...", replica Sugo con rammarico e dando una strizzatina alla pompettina del respiratore. "A proposito di cozze....", riprendo io guardando Vitiello tutto assorto nei suoi lontanissimi ricordi di verdi vallate e infinite galoppate: "....Come sta tua moglie? So che si è vista con le altre signore e hanno fatto una sortita garibaldina....". Vitiello riprende il discorso sulla cozza...pardon, sulla moglie e ci mette sull'avviso: "Vi avverto ora, teste minchiate, sappiate che tira una brutta aria per tutti e quattro, tramano e sono certo che ci scappa il...dramma!". Incuriositi, lo guardiamo  con apprensione: "Che caxxo dici, se sai qualcosa, parla ora o "'tac..ci tua"... per sempre". "...Sembra che ci sia un comune lamento per la mancata collaborazione in questo lungo e duro periodo alienante in casa, ovvero, pare che non diamo una mano nelle faccende, non aiutiamo minimamente nei servizi e nelle commissioni esterne, insomma, pare che ci inviteranno, passatemi l'eufemismo, ad un più solerte e fattiva collaborazione domestica!". AhAhAh!!! "Ma perché? Credi veramente che ci possano  mettere sotto e costringerci a fare quello che non abbiamo mai fatto in tutti questi lunghi anni?". Replico io. Sugo è interdetto e non trova altro da dire: "Dovrà passare sul mio cadavere!". Gianci, non gli è da meno: "Questa è la volta buona che dopo cinquantanni chiedo il divorzio!". E io, con il mio solito sorriso, beffardo e strafottente: "Seeeeeeeeeee!!!! Se mi vuole, se ci tiene a me, se non può rinunciare a me, dovrà solo scendere a miti pretese. AhAhAhAhAhAh!!!!!!". La fine che il destino ci ha riservato, dopo questa istruttiva conversazione da "Quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo...",  è  una sola, uno sviluppo inatteso e  obbligato: La foto in alto indica esattamente come i  quattro amici e le loro ferme posizioni, siano miseramente naufragate tra un "Mastro Lindo", un "Viakal", un "Cif Ammoniacal" uno "Svelto"...ecc.ecc. "Villa Arzilla" aspettaci, arriviamo subito!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso