Creato da cronacaneralegale il 23/10/2012
News cronaca legale nera

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

maxnarduccigeom.zammasdionigicosimovolpiSportinRomagnarossirepanaiFrankrossknotsabisso81thekindermartinamircobarbaraalexk78Stefanomt73the_calling
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Enrico Nicoletti in carc... »

MARCELLO COLAFIGLI TORNA A ROMA DOPO QUASI 20 ANNI !

Post n°1 pubblicato il 23 Ottobre 2012 da cronacaneralegale

Marcello Colafigli detto 'Marcellone',il 'Bufalo' di ' Romanzo Criminale ',torna a Roma dopo circa 20 anni di assenza. Difeso abilmente  dall'avvocato GianLuca Pammolli del Foro di Roma,Marcellone è tornato nel carcere di Rebibbia dopo varie peripezie legali ed una attività difensiva certosina e continua del suo legale di fiducia. Dipinto forse erroneamente dai mass media e da qualche autore ' esaltato', come un criminale assassino e capo della banda della Magliana nella sua ultima fase criminale di attività,il Colafigli a detta del suo legale pare essere invece una ' vittima' ed un 'capro espiatorio' della giustizia italiana,come al solito incapace a volte,di trovare i veri colpevoli per taluni fatti ed eventi criminali mai risolti.L'avvocato Pammolli ha fatto riaprire i processi di Marcellone nella fase esecutiva e la pena potrebbe così essere presto modificata in meglio,a favore del Colafigli. Il ritorno di ' Bufalo ' a Roma intanto,è già un grande successo difensivo che prelude,forse,a dei clamorosi capovolgimenti processuali che potrebbero rimettere in discussione la pena definitiva inflitta al Colafigli. L'avvocato difensore sostiene che il suo cliente è vittima di una persecuzione giuridica che continua da anni e che ha fatto del Colafigli l'unico capro espiatorio di tutta la banda della Magliana i cui vertici sono stati decimati anni fa oppure attualmente divenuti ' pentiti' che hanno permesso così,la condanna del Colafigli per moltissimi reati pesantissimi dai quali in origine era stato prosciolto e ritenuto estraneo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog