Creato da vantheman il 19/05/2007
e tu non lo sopporti
 

 

« Su una poltrona di velluto rossoE non guardo più indietro »

Il professore

Post n°67 pubblicato il 29 Agosto 2007 da vantheman



"Coimbra, bianca Coimbra, dove il mio canto vide la luce,
dove un giorno conobbi Flavio Rodrigues
e regalai il mio fiato alla squadra studentesca di pallone.
Tra quelle case fui il ragazzino che cantava bene,
e, poi, da grande, divenni il professore.

Cantai la vita, la libertà, l'amore,
e fui felice quando giunse, finalmente,
in Portogallo la Rivoluzione.
Anche la goliardìa m’appartenne da giovane."

In queste strade deve esserci ancora il professore,
con quella montatura spessa calata sopra gli occhi.
E nelle tante facce tagliuzzate di vecchi portoghesi,
nel suono solitario dei miei passi, mi sembra di sentire
la sua voce.


(dedicata a José Afonso "Zeca", il professore; scritta a Coimbra, Portogallo, un po' di anni fa))

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

COPYRIGHT

I testi originali sono di esclusiva proprietà dell'autore, e soltanto lui può decidere di buttarli nel cesso. Quando uscite chiudete la porta. Grazie.
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

luciana.donnolagraziana.coricavanthemanale.scacciatitilla1993stefanotopi_46ladyesishofinitodimorirelady_trans0Grifone_della_scalaeleonora.larosanicoletta17SE_VUOI_AMAMIladispoli.ma
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti