Creato da nicky_95thebest il 07/11/2007

Freedom.

Fate l' amore, non fate la guerra. Si sta bene sul letto, non sotto terra.

 

 

..

Post n°91 pubblicato il 04 Novembre 2010 da nicky_95thebest

Altro che gelosia la mia,
è una furia omicida,
immaginarti con altri
la follia definitiva.

 

nesli.

 
 
 

.

Post n°90 pubblicato il 03 Novembre 2010 da nicky_95thebest

STO MARCENDO.

 
 
 

Cambiamenti.

Post n°89 pubblicato il 24 Ottobre 2010 da nicky_95thebest

Sono cambiata.
Rillegendo le c
ose scritte qui, bhè non mi riconosco più.
Se sono cambiata in peggio o in meglio: di certo in peggio.

La brava ragazza quella che si faceva riguardo su tutti se ne è andata, era stufa di farsi rovinare la vita da quelli; si, quelli che si prendono gioco di te che ti guardano, ti parlano  e poi ti usano per  accartocciarti e poi lanciarti fuori dal finestrino o nel primo cestino sulla via.
Credo di aver messo nel cassetto quasi tutta la mia vita che riguardava un anno fà e appiccicandoci ogni cosa possibile che mi impedisse di ricordarla... la presi e in un solo boccone la gettai giù, e sempre più giù ll'interno del mio cuore.
Quindi BENVENUTI.
non chiedetemi perchè sto riniziando a scrivere qui, ma forse è perchè qui non mi conosce nessuno e nessuno può dirmi "hey ma che hai?" "ti va di parlarne", due frasi alquanto inutili soprattutto quando non sai neanche tu perchè ti senti soffocare dentro. Quindi da ora in poi solo Bianco o Nero nessuna via di mezzo. Sarebbe inutile sarebbe una sofferenza ulteriore a tutto questo schifo: Gente che si disprezza solo per il colore della pelle, per il modo di parlare o quello di vestire e tutto quest è una merda.

Ora vi lascio, Addio.
a più presto, si spera.

 

 

Kiki._.

 

 

 
 
 

poco.

Post n°88 pubblicato il 30 Gennaio 2010 da nicky_95thebest

Poco era il tempo che ci conoscevamo.
Poche erano le volte che ci siamo visti.
Ma il tuo nome mi uccide
e poi quella frase:
"è meglio se restiamo solo amici..."
Non riuscii a dire niente solo un "ok"
Un "ok" troppo falso.
Una stupida frase che rovinò tutto.
E ora?
Guarda come è cambiato tutto.

C'è vuoto dentro me.
Soffocherò in questo vuoto.

 
 
 

Wait & Bleed

Post n°87 pubblicato il 05 Gennaio 2010 da nicky_95thebest

Imparo a sanguinare...

Doveva essere un bell'anno e invece?
Invece va tutti d merda, perchè non capisco chi amo e su chi posso fare VERAMENTE affidamento.

Come posso crederti? Come posso FIDARMI?
Dopo tutto qulle brutte cose che ci siamo detti dopo tutte quelle TUE BUGIE.
Non ci cascherò un altra volta...anche se alla fine accadrà  MA NON VOGLIO.
Sono stufa di quei inutii litigi delle tue prese di posizione delle tue offese per delle cose che non capisci.
Probabilmente ti amo ancora ed è ciò mi fà piu male che mi distrugge, perchè non dovrebbe essere cosi. Perchè so che se anche tornassimo insieme sarebbe la solita cosa perchè TU, si proprio tu caro mio. NON SEI DISPOSTO A CAMBIARE.

"Sono diventato il bastardo di prima" mi dissi un giorno.

 

Allora sai una cosa? Non tornerò con te piuttosto sto male finchè non ti dimentico e ce la farò.

Ho bisogno di distrazione e poi dai sei TU quello che non riesce a gestire una storia "SERIA"

 
 
 
Successivi »
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Luna_95alessiacasa_1rino72.ppazzaserialkiller666unamamma1rosa19681capemarcoangie_pnicky_95thebestsereeena86silvy_97bilancia6.4fernandez1983over_meWannaStar
 
 

Il divino è cosa di Dio, l'umano dell' uomo.
La mia causa non è divina né umana, non è la verità,
non è la bontà, né la giustizia, né la libertà,
ma unicamente ciò che è mio:
e non è una causa universale, bensì unica,
come unico sono io.
Nessuna cosa mi sta a cuore più di me stesso."
[Max Stirner]

 

Taci. Su le soglie
del bosco non odo
parole che dici
umane; ma odo
parole più nuove
che parlano gocciole e foglie
lontane.
Ascolta. Piove
dalle nuvole sparse.
Piove su le tamerici
salmastre ed arse,
piove sui pini
scagliosi ed irti,
piove su i mirti
divini,
su le ginestre fulgenti
di fiori accolti,
su i ginepri folti
di coccole aulenti,
piove su i nostri volti
silvani,
piove su le nostre mani
ignude,
su i nostri vestimenti
leggeri,
su i freschi pensieri
che l'anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
t'illuse, che oggi m'illude,
o Ermione.

Odi? La pioggia cade
su la solitaria
verdura
con un crepitio che dura
e varia nell'aria secondo le fronde
più rade, men rade.
Ascolta. Risponde
al pianto il canto

delle cicale
che il pianto australe
non impaura,
né il ciel cinerino.
E il pino
ha un suono, e il mirto
altro suono, e il ginepro
altro ancora, stromenti
diversi
sotto innumerevoli dita.
E immensi
noi siam nello spirito
silvestre,
d'arborea vita viventi;
e il tuo volto ebro
è molle di pioggia
come una foglia,
e le tue chiome
auliscono come
le chiare ginestre,
o creatura terrestre
che hai nome
Ermione.

Ascolta, Ascolta. L'accordo
delle aeree cicale
a poco a poco
più sordo
si fa sotto il pianto
che cresce;
ma un canto vi si mesce
più roco
che di laggiù sale,
dall'umida ombra remota.
Più sordo e più fioco
s'allenta, si spegne.
Sola una nota
ancor trema, si spegne,
risorge, trema, si spegne.
Non s'ode su tutta la fronda
crosciare
l'argentea pioggia
che monda,
il croscio che varia
secondo la fronda
più folta, men folta.
Ascolta.
La figlia dell'aria
è muta: ma la figlia
del limo lontana,
la rana,
canta nell'ombra più fonda,
chi sa dove, chi sa dove!
E piove su le tue ciglia,
Ermione.

Piove su le tue ciglia nere
sì che par tu pianga
ma di piacere; non bianca
ma quasi fatta virente,
par da scorza tu esca.
E tutta la vita è in noi fresca
aulente,
il cuor nel petto è come pesca
intatta,
tra le palpebre gli occhi
son come polle tra l'erbe,
i denti negli alveoli
son come mandorle acerbe.
E andiam di fratta in fratta,
or congiunti or disciolti
( e il verde vigor rude
ci allaccia i melleoli
c'intrica i ginocchi)
chi sa dove, chi sa dove!
E piove su i nostri volti
silvani,
piove su le nostre mani

ignude,
su i nostri vestimenti
leggeri,
su i freschi pensieri
che l'anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
m'illuse, che oggi t'illude,
o Ermione.