Creato da ventiquattro9 il 22/12/2005
La politica non è sporca. Sono gli uomini che la preferiscono così.

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

dest1noAsterisco9gervasidorachopper59devil_124Antares.89heliandrosventiquattro9tantahontas74ventididestra
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Ci sono i Generali 'Spe...L'Italia s'è desta. »

Lo PsicoGrillo

Post n°49 pubblicato il 20 Settembre 2007 da ventiquattro9
 

Ho atteso qualche giorno prima di scrivere qualcosa sul fenomeno Grillo perchè speravo si chiarisse meglio il senso della sua proposta della certificazione con 'bollino'.
Putroppo non ci sono novità e dobbiamo accontentarci delle prime anticipazioni.
Una lista civica, per essere classificata grilliana, deve essere composta da individui incensurati e che non siano iscritti a nessun partito.
Se a questa dichiarazione di principio accostiamo due slogan ripetuti più volte in questi giorni dallo stesso Grillo, ovvero: 'Io voglio distruggere i partiti' e 'Non esistono più destra e sinistra', possiamo cominciare a farci un'idea.
Il Grillo che più volte mi ha entusiasmato, il fustigatore dei costumi italici, non esiste più.
Pur non scendendo in campo di persona, lancia un nuovo modo di fare politica e come giusto che sia, presta il fianco a critiche e osservazioni.
Me ne concedo alcune:
1. Se un simpatizzante nazista incensurato e non iscritto ad alcun partito politico chiede il bollino per una lista civica lo ottiene?
2. Una volta distrutti i partiti, si suppone che i movimenti grillisti si organizzeranno. Forse nasceranno associazioni o club. Forse preferiranno chiamarsi Forum, Community o quant'altro. In sostanza però, come è ovvio in ogni consesso umano, tenderanno a riunirsi persone con alcune idee in comune su come gestire la cosa pubblica.
Praticamente, un partito.
3. In rete mi capita spesso di confrontarmi con altri su temi sociali. C'è ovviamente grande delusione nei confronti della politica e dei partiti, ma una cosa è assolutamente certa: l'approccio di destra o di sinistra ai problemi c'è, eccome se c'è!
Non so da cosa tragga la convinzione che non esistano più destra e sinistra, ma avrei piacere che Grillo, se ha elaborato una sua teoria, ce la spiegasse.
4. Se un semplice iscritto ad un partito, dopo aver frequentato una sezione per anni, lavorando duramente senza percepire denaro, attaccando manifesti o grigliando salsicce per contribuire, magari ingenuamente, alla realizzazione di un progetto sociale, volesse aderire al movimento dei grillisti, non può farlo.
E' un nuovo reietto.
5. Infine, una preghiera: frasi come 'Berlusconi, lo psiconano' o 'alzheimer Prodi' possono anche far sorridere quando si assiste ad uno spettacolo teatrale, ma quando ognuna di esse passa al TG della sera e diventa manifesto programmatico, sinceramente, mostrano la corda. Ne faccia a meno.
Non sono originali e oltretutto non sono efficaci quanto quelle, disgustose, del vicesindaco Gentilini a Treviso o di Borghezio.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/polietica/trackback.php?msg=3290128

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
>> Coloro che difendono la casta su Sale del mondo....
Ricevuto in data 20/09/07 @ 23:15
Lo strameritato successo dell'iniziativa popolare del comico blogger genovese, Beppe Grillo, ha p... (continua)
 
Commenti al Post:
Nessun Commento