Creato da RosyPoesie il 10/11/2007

Le mie PseudoPoesie

raccolta non sistematica di flash ... di emozioni di ieri e di oggi... le mie ... PSEUDOPOESIE ... ma NON SOLO ... anche qualche POESIA Illustre ... e qualche POESIA in Musica!!

 

 

 
 
 
 

PseudoPoesia: Dolce malinconia

nell'ora che volge al desio,
struggente, puntuale,
mi prende dantesca malinconia.

Tenera malinconia avvolgente
che riporta sorrisi
amari e dolci
di una Vita ...

e in fondo,
nuova pacata speranza
dona sempre al dì
che nuovo
s'appresta a venir ...

Na - rs - 06.11.12

 
 
 

21 giugno 2012: Benvenuta Estate!

Post n°44 pubblicato il 21 Giugno 2012 da RosyPoesie
 

http://youtu.be/dN_Zj5LZ37o

Che il Calore dell’Estate
riscaldi i nostri
cuori
senza
bruciar la pelle,
sciolga
ghiaccioli

senza
inondar la terra
abbracci la
gioia

del volo di
farfalla,
della
fresca sorgente
,
del
grano maturo
,
della trasparenza di
un petalo di
papavero

e del campo di
girasoli
Che il Calore dell’Estate
possa portare
Energia di Pace

ai nostri
cuori.
Buona
Calda e Fresca

ESTATE!

r.s.

 
 
 

PseudoPoesia: La Prova di Ciro con Madrigali Augurali e Vino Passito di Pantelleria

Ed anche oggi tornerò da Te,
Amore di un Tempo,
Amico di Sempre.

Alla Vigilia
della Tua Grande Prova
torno da Te per dirti:
ti aspetto
"Più bello che pria"
per brindare insieme,
giorno dopo giorno ancora,
nei momenti importanti
di questi nostri fili che,
oggi sghembi,
un di s’incrociarono per
tessere favole danzanti.

E con l’Amore di allora,
Amicizia di Sempre,
ti trasmetto
Energia e Desideri

perché  Questa Prova domani
possa esser per Te Vitale,
per ascoltare sempre,
in briosa compagnia,
il Tuo Cantar Madrigali,
insieme sorseggiando
dolce Passito di Pantelleria

http://people.lett.unitn.it/gozzi/Oselletto%20(caccia)_Jacopo_%2008.mp3

RS-NA-230512  

 
 
 

PseudoPoesia: "Poesia di un Calore Umido" [dall'insegnamento di Benigni]

Poesia
sfiorando la Seta
della Tua Camicia
quando la stiro …

Poesia
mentre il ferro caldo
scivola … lentamente
su quel tessuto …
su e giù …
e tra l’umido e il calore
porta via ogni grinza.

Poesia
nel toccare quel Tessuto,
ormai appagato per
essere tornato ad esser
SETA
sotto le mie mani.

il Tuo Tessuto
si rinnova e respira
sotto quel calore e quell’umido
che si mescolano all’Amore
che Ogni Volta
dono alla Tua Camicia
quando l’affidi a me
per levar ogni grinza
ed appagar la trama
stessa della Sua Anima.
 
E di Seta Fina è la Sciarpa!

Un Pensiero, una Mano,
il Calore, l’Umido …
e tanto Amore
è la mia Poesia per Te!


RS-NA-220512

 
 
 

Cos'è la Poesia? ... non chiedermelo più, guardati nello specchio, la poesia sei tu...

Post n°41 pubblicato il 22 Maggio 2012 da RosyPoesie

A Lezione di Poesia
con Benigni 
http://youtu.be/Phk_o91gzEU
Tratto dal film "La tigre e la neve"

Su su.. svelti, veloci, piano, con calma...

Poi non v'affrettate, non scrivete subito poesie d'amore,
che sono le più difficili, aspettate almeno almeno un'ottantina d'anni.

Scrivetele su un altro argomento... che ne so... sul mare,
il vento, un termosifone, un tram in ritardo... ché non esiste
una cosa più poetica di un'altra!
Avete capito?
La poesia non è fuori, è dentro...
Cos'è la poesia, non chiedermelo più, guardati nello specchio, la poesia sei tu...

...e vestitele bene le poesie, cercate bene le parole... dovete sceglierle!

A volte ci vogliono otto mesi per trovare una parola!
Sceglietele... ché la bellezza è cominciata quando qualcuno ha cominciato a scegliere.

Da Adamo ed Eva... lo sapete Eva quanto c'ha messo prima di scegliere la foglia di fico giusta!!!

"Come mi sta questa, come mi sta questa, come mi sta questa.." ha spogliato tutti i fichi del paradiso terrestre!

Innamoratevi, se non vi innamorate è tutto morto... morto!

Vi dovete innamorare e tutto diventa vivo, si muove tutto... dilapidate la gioia, sperperate l'allegria e siate tristi e taciturni con esuberanza!

Fate soffiare in faccia alla gente la FELICITÀ!
E come si fa? ...fammi vedere gli appunti che mi sono scordato...
questo è quello che dovete fare... non sono riuscito a leggerli!

Per trasmettere la felicità, bisogna essere FELICI e per trasmettere il dolore,
bisogna essere FELICI.
Siate FELICI!!!
Dovete patire, stare male, soffrire...
non abbiate paura di soffrire, tutto il mondo soffre!

E se non avete i mezzi non vi preoccupate...
tanto per fare poesie una sola cosa è necessaria... tutto.

Avete capito?

E non cercate la novità... la novità è la cosa più vecchia che ci sia...

E se il verso non vi viene, da questa posizione, né da questa, ne da così,
buttatevi in terra! Mettetevi così!

Ecco... ohooo... è da distesi che si vede il cielo...
guarda che bellezza...perché non mi ci sono messo prima...

I poeti non guardano, vedono.

Fatevi obbedire dalle parole...
Se la parola 'muro' non vi da retta, non usatela più... per otto anni, così impara!

Che è questo, bhooo non lo so!

Questa è la bellezza, come quei versi là che voglio che rimangano
scritti li per sempre...
forza, cancellate tutto che dobbiamo cominciare!

La lezione è finita.

Ciao ragazzi ci vediamo mercoledì o giovedì...
Ciao arrivederci

 
 
 

PseudoPoesia: Libertà d'Amare, Respiro dell'Anima

Respiro,
ampiezza della mia Libertà

Si amplia lo spazio
che alloggia il cuore,
dolcemente palpito
con Te o senza di Te …

E son io ancora, 
farfalla mai doma
sorriso di grano e fragola,
a sentir tutto il mio Amore.

Amore senza nome
Amore senza confini
che nulla chiede
per quello che dà…

E sono io ancora
nel volo candido
di colomba
che sa tubare e sa donare …

Con Te e senza di Te,
nella Libertà Amorosa
di un Volo di Gabbiano
su Onde dolcissime o
su Mari burrascosi.

Libertà,
respiro profondo
dell’Anima mia,
Libertà d’Amare
che nulla chiede
per quello che dà!

RS-NA-210512

 
 
 

PseudoPoesia: Tra Vecchio e Nuovo ( ... i consigli di Nonna Papera!)

Post n°38 pubblicato il 21 Maggio 2012 da RosyPoesie

Vecchi e ormai noti sentieri ...
fin troppo facili da percorrere
accompagnano il Tuo andare ...

Più difficile esplorare nuovi percorsi,
accompagnati da quella leggera e
frizzante paura dell'ignoto ...

Copioni, ormai convalidati,
Ti è facile ripetere passivamente
senza dar vita all'estro
senza più guizzi creativi ...

Più difficile creare o ascoltare
il pathos che accompagna
ogni attimo di Vita Vera
al di là degli eventi stessi,
pretesti semplici per dare
spazio al Pathos a
Chi è pronto a Vivere.

Più Difficile e Ampio,
più areoso e giocoso
dare spazio all'Ignoto,
all'Assurdo, all'Insospettabile ...
Sguizzare in Paradiso e
sprofondare in Abissi per
riemergere a Nuova Vita,
senza etichette, senza giudizi,
senza triti stereotipi...
la Vera Vita di Gioia Pura ...
prima dell'Infinito!

E senza quel briciolo di Follia
verso il rischio dell'Ignoto
offri al Tuo Mondo solo
polverosa trama di Vita
scritta da altri e
da Te recitata ...

Tu "passante" che percorri
veloce queste righe
dai spazio all'Estro
esci dal Tuo Copione
segui l'obliquo
scopri lo sghembo
e lasciati andare
alla VITA!!

 
 
 
 
 

PseudoPoesia: Danza Dorata


Pioggia sottile di desiderio
bagna il cuore e la mente

Sottili pagliuzze dorate
danzano tra speranze e nostalgie

Ti incontrai in autunno
ti ritrovai a primavera
Amore Amato
che mai muori
Amore Amato
che di me sei l’Essenza.

Non hai più nome
Non hai realtà
Ti chiami
Sogno o Desiderio
Tu sei il Sacro ed il Profano
io ti son Madre, Sorella, Compagna,
Amica fidata
che intreccia con Te,
Amore Amato,
Tessuti di Parole Soavi
che velano Sogni,
sollecitano e ricusano
 Desideri
dando all’un tempo ebbrezza al corpo,
sospeso tra Sogno e Desiderio.

________________

rs-na-210512

 
 
 

Posologia di un desiderio ... 3 volte al dì!

Posologia di un Desiderio
_____________________________________________

Più forte
al tramonto
mi torna il desiderio,
quando il fuoco del sole
si mescola all’onda
e nell'onda scompare ...


Più forte
all’alba
mi torna il desiderio,
quando il fresco lenzuolo
ricopre le mie gambe
bramose di svegliarti.

Più forte
nella controra
mi torna il desiderio,
quando assonnata
mi lascio andar a sogni
in cerca di realtà.


3 volte al dì
per passeggiar insieme
l'intero giorno e dare senso
ai giorni dopo il giorno,
mescolando dolcemente
realtà, sogni e fantasie.
RS-NA-190512

 
 
 

Anche la Musica è Poesia: ... Cyrano (Ouverture) ... e Romeo Giulietta

Post n°34 pubblicato il 18 Maggio 2012 da RosyPoesie

... ora in sordina ...
inizia ad insinuarsi tra le proprie corde
ora languidamente sognante
ora vorticosamente incalzante
ora aperta in un respiro ampio
dell'anima che dilata il cuore
e fa vibrare la mente e i corpo
in un'unica emozione
 http://youtu.be/tFJHHF3aOEQ

e ancora
Tsjaikovski
Fantasia dall'Ouverture di
'Romeo e Giulietta'
http://youtu.be/rIGyCuZ9V-w

 
 
 

Respiro di Primavera

 
tra fiori, parole e venticelli
Giocherellando
tra fiori, parole
e venticelli
mi ritrovai con
TE …
che oggi ancor
non so
chi sei.
sei il Respiro forse a Primavera?
Sei il respiro
forse
in primavera?
quello che il cuore
alita leggero
per risvegliar le membra?

Sei ricordo di
freschezza dolce,
di amore che sboccia
a Primavera
di amore bambino
di amore maturo
di amore carnale
di amore puro?
... di amore ...
Vorrei saper
chi sei allora,
TU
che dai sostanza
al cuore e che
ora vuoi e ... domani
... non vuoi …
dove finisce l'Anima per dar sostanza al Corpo
Vorrei saper
ancora dove finisce
l’Anima
per dar sostanza
al Corpo…
Dove finisce
il Corpo che
dell’Anima
sente il palpito.
dove finisce il Corpo che dell'Anima senza il Palpito
Vorrei saper di
TE …
senza paura …
senza rimpianti
senza dolori;
con la gioia pura
di un’emozione
che mai muore …
Abbraccio senza Nome
E allora, semplicemente, 
io ti chiamo
AMORE!
Amore Celato
Amore senza paura
Amore senza dolore
Amore scoperto
Amore velato
Amore leggero
Amore celato
Amore che sa
Amore che vuole
Amore che dà …
dolcezza al Cuore.

tra fiori, parole e venticelli
Abbraccio dell'Anima
http://youtu.be/19OniTz3YpA

NA100512rs

 
 
 
 
 

Poesie Altrui: Ancora Tu - Battisti

Post n°31 pubblicato il 11 Maggio 2012 da RosyPoesie
 

 
 
 

Poesie Altrui: Respirando - Lucio Battisti

Post n°30 pubblicato il 11 Maggio 2012 da RosyPoesie
 

Respirando
la polvere dell'auto che ti porta via,
mi domando
perché più ti allontani e più mi sento mia.
Respirando
il primo dei ricordi che veloce appare
sto fumando
mentre entri nel cervello e mi raggiungi il cuore.
Proprio in fondo al cuore,
senza pudore
per cancellare
anche il più antico amore.
Respirandoti,
io corro sulla strada senza più frenare,
respirandoti,
sorpasso sulla destra e vedo un gran bagliore
Lontano una sirena e poi nessun rumore.
Lasciarti è fra i dolori quel che fa più male.
Fra tanta gente nera una cosa bella tu al funerale.
Respirando
pensieri un po' nascosti mentre prendi il sole
ti stai accorgendo
"che un uomo vale un altro" sempre no non vale.
Respirando più forte
ti avvicini al mare.
Stai piangendo.
Ti entro nel cervello e ti raggiungo il cuore.
Proprio in fondo al cuore
senza pudore
per cancellare
anche il più nuovo amore.
Respirandomi
ti vesti e sorridendo corri e poi sei fuori
Respirandomi
tu metti in moto l'auto e accarezzi i fiori
Lontano una sirena e poi nessun rumore.
Dolore e una gran gioia che addolcisce il male.
Fra tanta gente nera una cosa bella tu a me uguale.
Respirandoci ,
guardiamo le campagne che addormenta il sole.
Respirandoci,
le fresche valli, i boschi e le nascoste viole.
le isole lontane, macchie verdi e il mare,
i canti delle genti nuove all'imbrunire.

 
 
 

Poesie Altrui : Battisti - Una Donna per Amico

Post n°29 pubblicato il 10 Maggio 2012 da RosyPoesie
 


Può darsi ch'io non sappia cosa dico,
scegliendo te - una donna - per amico,
ma il mio mestiere è vivere la vita
che sia di tutti i giorni o sconosciuta;
ti amo, forte, debole compagna
che qualche volta impara e a volte insegna.
L'eccitazione è il sintomo d'amore
al quale non sappiamo rinunciare.
Le conseguenze spesso fan soffrire,
a turno ci dobbiamo consolare
e tu amica cara mi consoli
perché ci ritroviamo sempre soli.
Ti sei innamorata di chi?
Troppo docile, non fa per te.
Lo so divento antipatico
ma è sempre meglio che ipocrita.
D'accordo, fa come vuoi I miei consigli mai.
Mi arrendo fa come vuoi
ci ritroviamo come al solito poi
Ma che disastro, io mi maledico
ho scelto te - una donna - per amico,
ma il mio mestiere è vivere la vita
che sia di tutti i giorni o sconosciuta;
ti odio forte, debole compagna
che poche volte impara e troppo insegna.
Non c'è una gomma ancor che non si buchi.
Il mastice sei tu, mia vecchia amica.
La pezza sono io, ma che vergogna.
Che importa, tocca a te, avanti, sogna.
Ti amo, forte, debole compagna
che qualche volta impara e a volte insegna.
Mi sono innamorato? Sì, un po'.
Rincoglionito? Non dico no.
Per te son tutte un po' squallide.
La gelosia non è lecita.
Quello che voglio lo sai, non mi fermerai
Che menagramo che sei,
eventualmente puoi sempre ridere poi
Ma che disastro, io mi maledico
ho scelto te - una donna - per amico,
ma il mio mestiere è vivere la vita
che sia di tutti i giorni o sconosciuta;
ti amo forte, debole compagna
che qualche volta impara e qualche insegna.

 
 
 

Amor Sacro & Amor Profano [ Tiziano - De André : Poesie Altrui]


Amor Sacro & Amor Profano - Tiziano - Galleria Borghese

La chiamavano bocca di rosa
metteva l'amore, metteva l'amore,
la chiamavano bocca di rosa
metteva l'amore sopra ogni cosa.

Appena scese alla stazione
nel paesino di Sant'Ilario
tutti si accorsero con uno sguardo
che non si trattava di un missionario.

C'è chi l'amore lo fa per noia
chi se lo sceglie per professione
bocca di rosa né l'uno né l'altro
lei lo faceva per passione.

Ma la passione spesso conduce
a soddisfare le proprie voglie
senza indagare se il concupito
ha il cuore libero oppure ha moglie.

E fu così che da un giorno all'altro
bocca di rosa si tirò addosso
l'ira funesta delle cagnette
a cui aveva sottratto l'osso.

Ma le comari di un paesino
non brillano certo in iniziativa
le contromisure fino a quel punto
si limitavano all'invettiva.

Si sa che la gente dà buoni consigli
sentendosi come Gesù nel tempio,
si sa che la gente dà buoni consigli
se non può più dare cattivo esempio.

Così una vecchia mai stata moglie
senza mai figli, senza più voglie,
si prese la briga e di certo il gusto
di dare a tutte il consiglio giusto.

E rivolgendosi alle cornute
le apostrofò con parole argute:
"il furto d'amore sarà punito-
disse- dall'ordine costituito".

E quelle andarono dal commissario
e dissero senza parafrasare:
"quella schifosa ha già troppi clienti
più di un consorzio alimentare".

E arrivarono quattro gendarmi
con i pennacchi con i pennacchi
e arrivarono quattro gendarmi
con i pennacchi e con le armi.

Il cuore tenero non è una dote
di cui sian colmi i carabinieri
ma quella volta a prendere il treno
l'accompagnarono malvolentieri.

Alla stazione c'erano tutti
dal commissario al sagrestano
alla stazione c'erano tutti
con gli occhi rossi e il cappello in mano,

a salutare chi per un poco
senza pretese, senza pretese,
a salutare chi per un poco
portò l'amore nel paese.

C'era un cartello giallo
con una scritta nera
diceva "Addio bocca di rosa
con te se ne parte la primavera".

Ma una notizia un po' originale
non ha bisogno di alcun giornale
come una freccia dall'arco scocca
vola veloce di bocca in bocca.

E alla stazione successiva
molta più gente di quando partiva
chi mandò un bacio, chi gettò un fiore
chi si prenota per due ore.

Persino il parroco che non disprezza
fra un miserere e un'estrema unzione
il bene effimero della bellezza
la vuole accanto in processione.

E con la Vergine in prima fila
e bocca di rosa poco lontano
si porta a spasso per il paese
l'amore sacro e l'amor profano.

 
 
 

Ricordando Francesco! ... Canzone dell'amore perduto [Frabrizio de André]


http://youtu.be/JAJEkDIp01w 

Ricordi sbocciavan le viole
con le nostre parole
"Non ci lasceremo mai, mai e poi mai",

vorrei dirti ora le stesse cose
ma come fan presto, amore, ad appassire le rose
così per noi

l'amore che strappa i capelli è perduto ormai,
non resta che qualche svogliata carezza
e un po' di tenerezza.

E quando ti troverai in mano
quei fiori appassiti al sole
di un aprile ormai lontano,
li rimpiangerai

ma sarà la prima che incontri per strada
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.

E sarà la prima che incontri per strada
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

VIDEOPOESIE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

chiara_argentitrudyna07giovannicaputo_1965saraemara2011nondamorgana19610danielecolapietroScageratsicily55ranatiello2014rinolisocarmela_dimagiuseppe856fofo701claus.z
 

10 MARZO 2008 - 1° SCIOPERO NAZIONALE BLOGGERS


Per informazioni vai al blog: GUARDA FUORI   -  ed è Nato ABC/Bloghttp://blog.libero.it/abcl08/
AGGREGATORE BLOG COSTRUTTIVI di LIBERO
________________________________________
In questo Blog : leggi Mess.n° 7

________________________________________

 

ULTIMI COMMENTI

I MIEI LINK PREFERITI

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom