Blog
Un blog creato da Roberta_dgl8 il 16/07/2010

La vera me stessa

i miei pensieri, le mie idee, il mio cuore, la mia anima, i miei ricordi, la mia Vita.

 
 

IL PIÙ GRANDE DI TUTTI

Fabrizio De Andrè

 

 

LAMPI DI FELICITÀ

 

100_3303

 

Abbiamo imparato, che non possiamo accettare nessuna concezione ottimistica dell'esistenza, nessuna specie di lieto fine al dramma della storia.

Tuttavia, se crediamo che essere ottimisti è una stoltezza, sappiamo anche che dichiararsi pessimisti quanto alla possibilità di agire in mezzo ai nostri simili per diminuire i mali che ci affligono e procurare qualche bene, è una viltà.

Albert Camus

 

RICORDI BELLI

                      

 

MAMMA, METTIAMO IL GRAN GENIO?

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

 

l'Autrice del blog:) io     

http://digiphotostatic.libero.it/Roberta_dgl8/sml/1b62d1ce68_8237356_sml.jpgo

14/9/14 1^comunione di Matteo, ero ancora piena di sogni, avessi invece dato retta al sesto senso della mia delusione... ma oggi, mi dico, che tutto poi, viene da se'.

 

l'amore non è "sobrio", ma è sempre brillo !

l'amore non dice "faccio quello che posso".

(ma scala le vette dell'impossibile). 

sempre io :)

https://youtu.be/aTyevqO2cfQ

 

CLASSIC BLUES

 

UNA POESIA PER ME.

                       A Roby

Non mi lascio trascorrere, ne tagliare

ho vita

che mi percorre le vene, i pensieri,

la quantità immensa dei bagagli

pagati con sacrifici immani

Porto tutto con me

e assecondo il sole

Lo mangio persino

mentre fa il suo giro

decollo

E plano, 

bambina tra frammenti di vetro,

mi sollevo e scendo

Sulla pista dei volti

che mi hanno voluto bene,

che si sono caricati tamburi di latta

per risuonarmi nel cuore

e ridermi dentro

nell'atterraggio

Con un suono esile e un amore potente


(Joe/Tobias - blogger)  

 

PERLE E ORO (VERI)

penso che il bene alla fine diventa ORO e le cicatrici possono rendere una superficie ricamata dall'esistenza autentica ... (DanySeveral, blogger)  


Perciò, Roberta, bisogna stare attenti a non deprimersi per la sconfitta, ma valutarla come un'opportunità comunque tentata nella buona fede della sua riuscita. Non avere rimpianti, è ciò che conta, come credere ancora ai miracoli, se desiderati.         (Gabriella, blogger)                                                       §

La solitudine è un drago che brucia tutto. Ma dovremmo considerare la legge della fisica: nulla si crea e nulla si distrugge. Così anche nell’animo umano ciò che (ci) brucia sarà un diverso av-venire.  Am Archetypon (blogger)                                                 §

epimetea- la ricerca della realtà
la -sconfitta- è un nido adeguato 
per confortare l'attitudine della fenice,
l'aria il moto del suo volo potente. emma01 (blogger)

 

MUORE GIOVANE CHI AL CIELO E' CARO...

MA L'AMORE E' L'ANIMA E L'ANIMA NON MUORE

io e papà

PER SEMPRE NEL MIO CUORE ...

 

2015/2011 (MATEMATICHE)

 

{ Cerchi la felicità dappertutto. La trovi nel tuo sorriso che si riaccende. Anche nel buio, dove c'è sempre una piccola scintilla, una piccola lama di luce in contrasto. In questo mondo, dove tutto sembra crudele e doloroso, proprio là, nelle notti oscure, quando i giorni non sono gioiosi come vorremmo, nel nome di chi amiamo e nel modo in cui i tuoi occhi brillano. E sai una cosa? Questo porta altra luce, altra ed altra ancora. La più luminosa di tante stelle. }

Regalo di tantestelle (blogger)

 

IO (GENNAIO2020)

IMG_20200208_165941 (2)

 

 

« *Pensieri ... (e perle) »

*

Post n°1333 pubblicato il 26 Ottobre 2020 da Roberta_dgl8
Foto di Roberta_dgl8

Caro dolce diario mio.Compagno di viaggio di bordo di trasformazioni evoluzioni della vita mia. Mio sogno bambino , di poter comunicare prima di conoscere di persona, in una sorta di lealtà bambina e dell'anima che si è persa in questo mondo.

Io non la perdo però.

Anche se sono cambiata. Si cambia, si cresce,si evolve. Caro Diario, compagno di viaggio e di vita. Che mi ha regalato persone/azioni/esperienze/Vita.

Caro Diario, non voglio guardarmi indietro... voglio andare avanti. Non sono più la segretaria, la moglie, sono altro ora e sono anche altrove.

Accanto a me, resta il ricordo di un bambino con lentiggini, sorrisone casco di capelli lisci.

Ora c'è un uomo, il mio Matteo.. Che mi sorprende, facendo passi da gigante.

E mi dona una maturità al di là del suo autismo. Come se poi, l'autismo rapisse anche ogni forma umana, non è così. Più umano e dolce che mai, hai saputo sorprendermi amore di mamma. Questa mamma imperfetta che non sempre sa mettere insieme le parole, a volte ci prova arranca, non sa raccontarsi, si porta appresso qualche insicurezza anche rispetto al da fare, del quotidiano, resto, vado via, scrivo ancora,- eppure stare qui.

La luna è a metà.. quante foto non messe!!! quanto tempo che non c'è più...c'è un altrove nella vita che mi cammina insieme sotto le scarpe abbraccio del cielo e di tutti  i miei anni.

Caro ottobre, di regali e rivelazioni... sono tornata in una Firenze Amica, che mi vide in un passato lontano arrampicarmi in un'edera infinita e disperata ricerca amorosa.... come se i miei 40 anni e poi 42 fossero 22 io distrutta da una diagnosi che era troppo grande per me, non capivo, non sapevo... distrutta dal dolore e risorta insieme ad altri dolori, semplicemente perchè doveva andare così. Avevo detto chenon volevo guardare indietro...e non lo faccio raccolgo briciole di nuvola (Caterina docet) e mi meraviglio e sono orgogliosa, di mè. di avere risistemato un passato un passato remoto, ancora più remoto ed averlo rimesso a posto. So' che è difficile starmi dietro; dietro a questo scrivere, che sembra muoversi da solo come un pennello impazzito.. Eppure questo ho provato in questo sabato senza paura, ma con una forza assoluta, a rimettere a posto tasselli che non erano ben messi.   Mio figlio mi ha sorpesa, Firenze anche. L'avevo vista sempre col sole, magnifica e signorile, MA, con le nuvole, si svelava metafisica e aristocratica, nuova, come me. E mio figlio!, grazie agli amici fiorentini, Caterina e Sandro, e la piccola Viola, Matteo ha dimostrato di essere un buon e sensibile Amico, bizzarro, ma sensibile lo ripeto, al rispetto quello Vero che gli altri hanno di lui... di più non so' dire, potete andare a vedere la mia Amica Caterina, e leggere il suo bellissimo post da cornice a qualcosa di puro semplice e bello, che mi ha fortificata... Questo anche il web sa regalare.     https://bricioledinuvola.me/

DI più non so dire, la cena  è pronta insieme alla priorità.

Ieri avevo promesso una fritturina di pesce a Matteo se si fosse comportato bene... lui è un giovane uomo che vuole far cose, ed io mi arrampicherei fino lassù alla luna per prendergliela, insieme ai raggi del sole, e costruire un mondo nuovo per lui. Ma è in questo che bisogna stare, ed essermi concessa questo viaggio, conLUI è stata un'esperienza bellissima che mi ha vista davvero felice! dopo il campo velico di Ventotene.

Sono stata felice di aver percorso questo ponte misterioso, che davvero mi ha aiutata più dell'altra volta... ogni volta è a se, ma stavolta c'era Matteo! E Viola è stata troppo brava con lui. il tempo si era fermato, si viveva a bordo di un sogno reale e possibile... non so' scriverlo bene.

Prendere il treno veloce con lui, noi insieme uniti ... e poi al ritorno nell'abbraccio con il mondo, in un lungarno notturno... indescrivibile. Sogno e Realtà: insieme. Nella nostra possibilità. Nella nostra Vita. Da vivere addosso in ogni particella.

le foto da mettere cominciano ad essere troppe per un tempo troppo piccolo.. e la tecnologia che non è davvero il mio forte.. 

 

§§§

 

L'indomani corsetta, ci  voleva... la voglio ritrovare la linea... avere smesso definitivamente con le sigarette (non me ne concedo nemmeno una da più di 4 mesi), mi aiuterà a limitarmi anche col cibo. Da eri siamo tornati a correre.... e andare a Firenze dopo che la scuola mi aveva comunicato delle lezioni via web impossibili per Matteo - visto che il suo insegnante di sostegno assegnato - ha avuto convocazione per cattedra curriculare (che ha accettato), è stata una fuga Reale di possibilità culturale per mio figlio. Incredibile che al ritorno, lui si sia ricordato la strada!! ora va bene che Firenze è piccola in confronto a Roma... ma insomma! : bravo Matteo! Stamattina siamo tornati a correre. Ho avuto prove di amicizia insieme al cornetto della colazione e al cappuccino freddo... ho tenuto in equilibrio ciò che potevo, e ci sono riuscita. Nel pomeriggio dal medico per un problema che sta dando il neurolettico che piglia... dovrò vedere il neuropsichiatra, e non voglio essere spudorata a chiedere un altro miracolo al cielo e alle stelle... la possibilità di normalità, anche senza farmaco. Ci proveremo.

Mi devo fermare, la cena attente, la Vita anche.

Ho cucinato dei filetti di orata e spigola pomodorini e capperi. Insalata, ciambelline, e frutta. Vino bianco, pochissimo, e poi, rilassata, a trovare qualcosa in tv, anche se non ho sky e nessun'altra cosa analoga.

Ho spezzato un dolore che avevo forte, - le mie protusioni, come uno spillo profondissimo a governare i lombi di un beneficio acquisito  - da sport - che al corpo serve, per allenamento e ragionamento al meglio, anche.

 

La luna non è fredda, ma onesta d'ottobre... ottobre, caro, non è colpa tua, se ti sei portato via Fabio C.   Caro Fabio.. riposa in pace. Compagno di scorribande, e di risate, qua sotto. Pezzo di passato che appariva,e sovente anche salutava. Occhi negli occhi di un'adolescenza che non tornerà più... che volevo sistemare e volevo fosse diversa, è vero, ma a ripercorrerla, c' è stato affetto e divertimento, tante sigarette e fuochi fatui fumati (rido), e tante di quelle risate, e giocate a carte, e antipatie smussate, mentre si cercava di cavalcare la vita per sembrare già più grandi di quello che eravamo, i matrimoni degli amici, le ubriacature, le gite al mare, i concerti... e poi mentre ripercorri una strada di un passato che non c'è più... ti dici, che ci sono stati degli attimi che hai avuto di meraviglia, sublime. UN attimo che forse davvero è durato tutta la Vita, che forse  ed anche senza forse, - il voler rimettere a posto ciò che è stato è impossibile, ed è giusto così.

L'autismo ha fatto colare a picco, ciò che doveva colare a picco. Ma questo non toglie, che l'estasi c'è stata, per brevi istanti di affetto, bontà, bellezza, ed anche amicizia spensierata, anche se non profonda, e percorribile in tutte le età a braccetto... non è fortuna di tutti, ma mi sono divertita... e tutto avrei pensato tranne di dover andare domani a questo funerale.

Caro Fabio, nelle verdi praterie di Manitù , staremo tutti insieme un giorno, ci rincontreremo poi come le star, e saremo gli stessi, sempre giovani, a parlare tutti insieme nella bella pineta qua sotto, oggi semi distrutta dagli anni e dall'incuria..

ciao Fabio, riposa in pace .. spero domani di reggere alla botta emotiva di questa maledetta signora con falce, che arriva, nel cuore di una sera, dà malessere e ti fa morire di infarto a 55 anni, senza averci mai sofferto prima.

 

Addio Fabio C. che amava l'America, e che mi guardava corrisposto di simpatia. Spero di riuscire domani a reggere l'impatto emotivo e a vestirmi di imperturbabilità tutta di un pezzo per rendere onore alla spensieratezza dell'amicizia che fu.

 

Correzione e aggiunta, al post. Mi manca il mare. Il mare, l'acqua, quel liquido semi amniotico che mi ha vista rinascere di dieci anni più piccola, una sorta di regalo dell'acqua, a farmi risorgere ogni volta in ogni bagno dal sale, ed ora, avere reimparato ... col mare, a fiorire e rifiorire, in una nuova età. Mi manca il mare, l'estate sulla pelle, il sole nei capelli, il sale addosso e dentro, a 'stagion.are' la  mia nuova età.   Autunno di stalci di stelle, sospeso fra colori sospeso tra una mano all'estate e una all'inverno, - accompagna questa notte alla fine, in questo nuovo giorno, e me. Mi manca il mare, ma Firenze è stata un regalo un ponte verso questi tempi difficili da affrontare ancora, ma con quella bambina sempre viva che si chiama Speranza. (quella Vera).

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

MARZO 2011

 

NOVEMBRE 2018

DSC_3039_00047

 

VITA MIA (E SALVEZZA MIA)

http://digiphotostatic.libero.it/Roberta_dgl8/med/1b62d1ce68_8748280_med.jpg

                                  

 

Mamma, qui posso toccare tutti, vero?

MAXXI (Roma) 2 APRILE 2015

-----------------------------------------

LA VOCE DI CHI NON HA VOCE :

“Essere autistici non significa non essere umani, ma essere diversi. Quello che è normale per altre persone non è normale per me e quello che ritengo normale non lo è per gli altri. In un certo senso sono mal “equipaggiato” per sopravvivere in questo mondo, come un extraterrestre che si sia perso senza un manuale per sapere come orientarsi. Ma la mia personalità è rimasta intatta. La mia individualità non è danneggiata. Ritrovo un grande valore e significato nella vita e non ho desiderio di essere guarito da me stesso. Concedetemi la dignità di ritrovare me stesso nei modi che desidero; riconoscete che siamo diversi l’uno dall’altro, che il mio modo di essere non è soltanto una versione guasta del vostro. Interrogatevi sulle vostre convinzioni, definite le vostre posizioni. Lavorate con me per costruire ponti tra noi.” ( Jim Sinclair, 1998, autistico ad alto funzionamento)

 

 Leonardo Da Vinci (studio di Leda)

Leonardo Da Vinci

 

Domenico Zipoli

 

 

H H

 
Citazioni nei Blog Amici: 47
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

 

unnamed

 

     Cuore d'altleta     

 

Fiumicino (Roma)

 

La soggettività nella sua interiorità più profonda è la verità e la realtà.

S.K.

----------------------------

Non importa quanto lontano possa andare lo spirito, non andrà mai più lontano del cuore.   (Confucio)

 

GRAZIE ...

 Io e Cate a Firenze 

9-ottobre-2016-con-roby-in-piazza-della-signoria

io e Viola

9-ottobre-2016-roberta-e-viola-santa-maria-novella

_____ *________*______     Grazie Sig. "Libero" :-)


Monica Cara e Io a Bologna

 

Risultati immagini per amicizia

 

grazie...       

Pulisci e pensi, ascolti il soliloquio ed entri in una giostra difficile  da starci sopra... cara Roby, il tuo cammino è così difficile ... Per quello il blog è una valvola di sfogo: perchè porta coi piedi a terra quelli che se ne stanno a fare troppi voli pindarici ... Tu sei la testimonianza fragile e potente di una realtà di tante altre donne che se ne stanno zitte e non hanno voce ... se torni è sempre da te che torni, mica in un posto inospitale, bensì nel tuo piccolo nido di parole difficili ma piene di amore e compassione. 

(Daniela . Several1 blogger) 

 

GRAZIE!

Firenze, 24/10/2020

24-ottobre-2020-sandro-viola-cate-matteo-roberta

 

AREA PERSONALE