Blog
Un blog creato da Roberta_dgl8 il 16/07/2010

La vera me stessa

i miei pensieri, le mie idee, il mio cuore, la mia anima, i miei ricordi, la mia Vita.

 
 

IO (GENNAIO2020)

IMG_20200208_165941 (2)

 

IL PIÙ GRANDE DI TUTTI

Fabrizio De Andrè

 

 

LAMPI DI FELICITÀ

 

100_3303

 

Abbiamo imparato, che non possiamo accettare nessuna concezione ottimistica dell'esistenza, nessuna specie di lieto fine al dramma della storia.

Tuttavia, se crediamo che essere ottimisti è una stoltezza, sappiamo anche che dichiararsi pessimisti quanto alla possibilità di agire in mezzo ai nostri simili per diminuire i mali che ci affligono e procurare qualche bene, è una viltà.

Albert Camus

 

RICORDI BELLI

                      

 

MAMMA, METTIAMO IL GRAN GENIO?

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

 

l'Autrice del blog:) io     

http://digiphotostatic.libero.it/Roberta_dgl8/sml/1b62d1ce68_8237356_sml.jpgo

 

l'amore non è "sobrio", ma è sempre brillo !

l'amore non dice "faccio quello che posso".

(ma scala le vette dell'impossibile). 

sempre io :)

https://youtu.be/aTyevqO2cfQ

 

CLASSIC BLUES

 

UNA POESIA PER ME.

                       A Roby

Non mi lascio trascorrere, ne tagliare

ho vita

che mi percorre le vene, i pensieri,

la quantità immensa dei bagagli

pagati con sacrifici immani

Porto tutto con me

e assecondo il sole

Lo mangio persino

mentre fa il suo giro

decollo

E plano, 

bambina tra frammenti di vetro,

mi sollevo e scendo

Sulla pista dei volti

che mi hanno voluto bene,

che si sono caricati tamburi di latta

per risuonarmi nel cuore

e ridermi dentro

nell'atterraggio

Con un suono esile e un amore potente


(Joe/Tobias - blogger)  

 

PERLE E ORO (VERI)

penso che il bene alla fine diventa ORO e le cicatrici possono rendere una superficie ricamata dall'esistenza autentica ... (DanySeveral, blogger)  


Perciò, Roberta, bisogna stare attenti a non deprimersi per la sconfitta, ma valutarla come un'opportunità comunque tentata nella buona fede della sua riuscita. Non avere rimpianti, è ciò che conta, come credere ancora ai miracoli, se desiderati.         (Gabriella, blogger)                                                       §

La solitudine è un drago che brucia tutto. Ma dovremmo considerare la legge della fisica: nulla si crea e nulla si distrugge. Così anche nell’animo umano ciò che (ci) brucia sarà un diverso av-venire.  Am Archetypon (blogger)                                                 §

epimetea- la ricerca della realtà
la -sconfitta- è un nido adeguato 
per confortare l'attitudine della fenice,
l'aria il moto del suo volo potente. emma01 (blogger)

 

MUORE GIOVANE CHI AL CIELO E' CARO...

MA L'AMORE E' L'ANIMA E L'ANIMA NON MUORE

io e papà

PER SEMPRE NEL MIO CUORE ...

 

2015/2011

 

{ Cerchi la felicità dappertutto. La trovi nel tuo sorriso che si riaccende. Anche nel buio, dove c'è sempre una piccola scintilla, una piccola lama di luce in contrasto. In questo mondo, dove tutto sembra crudele e doloroso, proprio là, nelle notti oscure, quando i giorni non sono gioiosi come vorremmo, nel nome di chi amiamo e nel modo in cui i tuoi occhi brillano. E sai una cosa? Questo porta altra luce, altra ed altra ancora. La più luminosa di tante stelle. }

Regalo di tantestelle (blogger)

 

AREA PERSONALE

 

 

« ** »

**

Post n°1328 pubblicato il 20 Agosto 2020 da Roberta_dgl8

Ripeto l'esercizio di ieri sera, perchè ha sortito un buon effetto ho dormito come un sasso. Quindi eccomi qui,a scrivere di nuovo.

 

Stamattina sono andata al mare, un vento fortissimo, mare mosso, non ho potuto nuotare, anche se ho fatto parecchi bagni. Mi sono addormentata, più volte, svegliata di soprassalto. ... Ho provato a leggere il saggio, molto bello,estremamente utopistico, ma non è affatto una critica. Nell'altro 'mare' del disfattismo dilagante, sapere che c'è chi stila trattati e coopera per un mondo civile e più giusto, fondato anche sulla sorellanza e fratellanza, è cosa positiva, sebbene, poi c'è un retaggio di fondo da contraltare. Io non sono avvezza ad un'analisi di questo tipo, non sono una socioloca, una psicologa.  I mali di questo mondo, a patto che possano davvero essere contrastati, per un avvenire migliore, lasceranno sempre indietro qualcuno.  Non mi sento di scrivere oltre, non voglio liquidare la cosa, ma non ce la faccio.

E' difficile da leggere un testo così... Perchè poi ti accorgi che Serve una volontà che manca, mondiale, che si possa svolgere anche a livello informativo e mediatico, ma siamo tirati via da tutta una melma tentacolare, che impedisce le cooperazioni al bene, inteso come civiltà e collaborazione tra tutti gli esseri umani. Che con la ricchezza di pochi, si è affamata la terra, lo sapevo già.. rileggere i numeri mi ha fatto male. Così come mi fanno male altri mali del mondo, così come so' che a volte, anche dentro ognuno di noi, va combattuto il male, per cercare davvero di farla funzionare bene la testa, come dice mia madre. Ti accorgi che c'è sempre prevaricazione perchè c'è DA sempre chi si sente investito di superiorità verso un altro essere umano.

 

Stasera il cielo è stellato, a me pare di non riuscire a riprendere il filo delle cose, di nuovo il ponentino si solleva, mentre io comincio a sudare, - anche se non come ieri!

ho fatto la tinta da sola,tornata dal mare, ho avuto anche un attacco di cistite fulminante, mi accade sovente, è una forma di somatizzazione, a cui non sono nuova. Sento dei rumori, mi spavento ma non tanto.

Dopo aver letto un po mi sono addormentata, ripeto, più volte, fatto bagni, osservato le mie dune, e.... magia delle magie, ... non ho pensato a nulla, - libera da ogni pensiero, si può, si deve, fa bene.

Stamattina, mentre arrivaVo in macchina, ho finito di sentire il cofanetto dei B.S., sono vintage a tutti gli effetti, quando è partita  paranoid dal vivo, - mi sono rivista vestita da sposa col vestito di mamma, i tacchi, e gli orecchini da gitana pesanti e d'oro che mi facevano male, perchè io non avevo le orecchie forate, da bambina, e ...la radio di papà che suonava radiondaorossa che se lui l'avesse saputo... e ora mentre lo scrivo (il ricordo si dilata) - mi mettevo anche le camicie da notte di mamma, una rosa bellissima, un'altra bianca, e il baby doll, no, quello più tardi.. non posso riprendere tutti i ricordi, ora sto pensando alla mia di vecchia casa, mi manca, un po... e forse l'ho un poco sostituita con questa, quella non esiste più - ma forse non è nemmeno questo il punto...

Devo essere più forte di tutto, e voglio e posso farcela.

In macchina, finito il cofanetto, ho acceso la radio, e grazie a radiorock, è stato semplice, così come il vento che mi faceva compagnia, dai finestrini tirati giù, riprendere l'ultimo anno, e mezzo .... , ma grazie veramente... alla radio. Come posso dire? mi ha restituito, - ciò - che mi andava restituito.... Non rimpiango nè rinnego nulla. La prova del nove mi si era già rivelata, in un sms , puro e semplice nel suo dispiegamento.. che diceva che io la verità non l'avevo meritata perchè non avevo delle qualità adatte affinchè mi venisse detta. ECCO DOVREMMO ESSER BRAVI, CHE QUANDO ACCADE UNA LUCE CHE CI SI ILLUMINA, - allora là trovarci la forza dentro, - per capire - che bisogna declinare, defilarsi, salutare, congedarsi in tempo, perchè la prova del nove è pura e semplice.. ed invece insistiamo, insomma, non si capirà una ceppa, ma non importa, (scusate), ho bisogno di scriverlo, perchè quel brano, un brevissimo escursus nel passato, il sole, il caldo , la nuova età, ed ogni illusione e disillusione ormai lontane, anzi!, ti accorgi, CHE, pure quelle ti si rivelano, come veli che cadono leggeri e la natura, ti trasporta, insieme con la macchina a guidare, la musica a suonare e il passato si macina nel presente ti traghetta, verso la pulizia di ogni ricordo mal posto, mal messo, mal svoltosi. SI può... e quindi... Poi una volta fatta questa operazione, che arriva naturale, come il vento che soffia, la strada pulita di ogni ricordo, e ti dici, - che il  colore sbiadito di quella fermata, sbiadisce ogni male, e resta il bene profuso.. quello nessuno lo cancella, ecco perchè non tolgo le mie foto, qui, ...accanto. 

 

 

E poi, la musica, il vento la strada, tutto il passato della tua vita, si rimette a posto, - mentre rimetti a posto, il pensieri, e il corpo, si rimette tutto a posto... davvero.

la musica suona ancora, prima di  .. arrivare come una canzone, può DIRE TUTTO.

 

 

E un'altra ancora, ricordarti tanto altro.

 

 

I pensieri belli, se ne stanno mescolati con il sangue che mi circola nelle vene, negli occhi che sbatto, in queste dita che scrivono all'etere, ma non solo, e nello specchio delle mie consapevolezze.    Lascio spazio alla totalità... mi dico tante cose... una parte di me, si è addormentata, ma non aspettava nessun principe, ma de che?? bensì, certamente una presenza onesta che aiutasse il risveglio con la naturalezza come bere acqua. Se fossi davvero brava, riuscirei sinteticamente a dire non solo i miei pensieri più belli, ma altresì a legarli risolutivamente alla soluzione di sgancio e aggancio e spiegazione, anche per me stessa, di tutto quello che ho vissuto.

Continuo a sentire rumori, è il vicino.. .. di casa, mi sono alzata, ho chiuso il portoncino, ho avviato la lavatrice... la mia libertà ha i minuti contati, sarà dura, MA STAVOLTA, è diverso, diverso ben diverso dagli altri anni. Anche se, devo decidere per Ventotene, e sono davvero preoccupata.   Forse, il covid è anche una scusa? .... ma la paura è lecita, - o meglio - non posso fare a meno di partire anche io, qualora decidessi per la partenza.

 

Ora mi prendo qualche altro giorno. Sabato mattina spero di riuscire a chiamare l'assistente di scuola.    Matteo rientra sabato sera, e , parlare con lui presente... può essere problematico, questo non sempre, ma voglio stare tranquilla. A parte il fungo che si è preso, la sua voce è particolarmente serena, calma, - non ha mai detto 'che ho alzato la voce' al telefono (suo mantra a tappeto), ma si è limitato a dire la canonica frase 'perchè sono fatto così' ... stella mia, sarà un 'emozione ancora più grande quest'anno, rivederlo. all'altro non ci voglio pensare, ogni anno ha la sua bellezza, anche nella rovina.. che le tragedie in una vita sono ben altre, ed a volte, - certe altre piccole tragedie sono necessarie a che' poi non avvenga l'irrimediabile.

Il colore stinto della fermata, dell'autobus, - mi fa pensare, ad un giorno, che forse, l'atac, le sostuirà, che roma possa tornare ancora più bella... e meno desolante di questi giorni, in cui la sua bellezza, si fa struggente, malinconica... anche se mi trovo a rivivere, la mia prima adolescenza, a causa del poco affollamento, a tratti... sebbene, la sua maestosità nel cielo un poco più pulito, e gli alberi meravigliosi, - la facciano apparire, aprano squarci sopra l'asfalto lucido, come stamattina, dove regnava,e mi regnava dentro un pace soave e consapevole, che non avevo mai vissuto/provato... forse la beatitudine è anche questo, - o meglio a tratti si può avere uno stato di beatitudine, ed a tratti la serenità di abbracciarsi insieme alla propria vita. E ti senti naturale, e tutto ti viene naturale, anche la dolce solitudine che ti fa rimettere a posto il caos indotto(ti) che mai avresti voluto.. Ti ritrovi nella cornicetta dello specchio orizzontale modello ikea nella toilette, anche se il cancello era più indietro, TI riprendi, riprendi, la tua dignità, più grande di una finta signorilità di ripiego verbale, per non ammettere MAI e poi MAI, anche le esigenze o il pensiero e funzionamento degli altri... pretenderlo a proprio modo, ma poi, quando si verifica, - scocciarsi e millantare perchè l'involucro che si voleva calzasse ancora gli altri a proprio, non calza più. E giù allora col gas nervino che sa essere creato da parole di morte, quanto le invenzioni potevano essere di gran lunga e meglio differenti, e poi spacciarle per schiaffi per autoassolversi una mezza specie di impalcatura di coscienza inesistente. 

 

§

 

Mi sentivo leggera, nonostante tutto quello che capivo!!, che capisco... come i veli di cui parlavo sopra, che cadono uno ad uno leggeri... anche se le mie gambe sono diventate più pesanti, ma anche in tempi buissimi come questi si può sentirsi addosso la propria vita passata, come il vento, la mattina leggero in macchina, che ti fa essere consapevole come le ruote sulla strada, e pare pure abbracciarti tutto il mondo, là fuori, e ti abbracci pure tu: CAPIRE SENTIRE FINALMENTE come è ...Ti perdoni, e poi quel vento ancora più forte, il sole, che non è che non ti vuole abbracciare ma un poco ti brucia, - devi avere più cura delle ferite - perchè non può essere sempre uguale... nei ricordi che scorrono insieme alle musiche TUTTE della radio, di tutti tutti tutti gli anni, della mia vita, che ho vissuto fuori di qui, ma anche qui in rete, perchè io, HO VISSUTO, tanto e tutto, in prima persona, e non solo virtualmente. E ne sono contenta. La radio, continua a lasciare le sue tracce, come un capogiro, - che fa rimettere a posto, anche i dolori immensi vissuti che hanno lasciato voragini incolmabili (ma ci convivi perchè ora senti in sintonia ogni parte, di te) e quindi  come se anche i fili della radio, e tutto concorresse matematicamente e scientificamente alla risoluzione, E ti scopri 'contenta'. Ma non di una contentezza normale, è qualcosa di più.. che non ha descrizione di parole-

 

L'esercizio di memoria, quindi non serve come crogiulo all'immobilismo ma come esercizio per comprendere il presente...

E mi dico, che si fa anche meno dolorosa la comprensione di tutte le cose, come se, tutto questo, fosse non un boomerang che torna addosso e fa male, ma una comprensione in cui tutto di te, funziona come deve, come un orologio perfetto...

si. e mentre i brani continuano... è incredibile come ogni cosa, raggiunge il suo archivio la sua collocazione il vento fortissimo, la strada sempre lucida, il sole scotta, arriverai prima o poi a vedere un altro tramonto, con altri occhi, oppure e per l'appunto, ce l'hai dentro come se il cuore, fosse il sole, di quel tramonto e del tuo sogno a guarire gli squarci (almeno di quello) e proteggerlo ... salutarlo e trasformarlo.

 

passo e chiudo .. serena notte, buona!  ah!! dimenticavo.. domattina sarò alla rocca.  Monica cara, che so' che non mi leggi qui, verrò a trovarti prima o poi, e mia sorella, la casina l'ha poi presa, andrò spesso a trovare anche lei... adoro il lago.. arriveranno giorni migliori, che questi non è che siano malaccio, e non voglio fare progetti. Dicevo manco dalla rocca dal 2011. Ci andanno con Matteo meraviglioso, ci sono delle foto bellissime, e suo padre. Nel 2011, prima andammo al sacro speco, ci avevo fatto anche un bellissimo post, con le foto. E poi dal sacro speco andammo alla rocca. Mia cugina non c'era la casa era chiusa. Accanto la casa del fratello di mio nonno, che non aveva figli. Professore di lettere antiche in pensione,  - invece - di lasciare in eredità ai nipoti di suo fratello, (alla sua morte)  ha dato la sua casa in beneficenza, non so bene a chi.. domani me lo farò dire da mia cugina. Al Sacro Speco di Subiaco, ci sono poi tornata nel 2015, nel 2016, nel 2018 e l'anno scorso a ferragosto. E' un posto che vi consiglio di visitare, se vi capita, è bellissimo!.   Quindi domani, al sacro speco non ci andremo; girerò al bivio per la rocca, ci aspetta mia cugina che ci ha anche invitati a pranzo. Oggi era il suo compleanno.. Ha 51 anni.    Sarà una botta emotiva, rientrare in quella casa... non ricordo l'ultima volta che ci sono stata. Ci andammo per due anni di seguito in vacanza, con mia sorella e la mamma. ... Lo zio (suo padre, fratello maggiore del mio) si prendeva cura di noi... conservo un ricordo bellissimo.. di quel periodo. Un mese al mare, un mese in albergo! in abruzzo e un mese alla rocca... Lo zio ci voleva bene. Severissimo, ma ci voleva bene. Non aveva paura di niente, degli insetti dei grilli, ma non ricordo quello che mi diceva, mi diceva che dovevo essere brava, qualche volta l'ho sognato. Riposa in pace, caro zio... 

La vista mozzafiato del terrazzo sulla valle e sui paesi è spettacolare.. mi ricordo un gattone gigantesco che mettevamo in carrozzina, con mia sorella e mia cugina, e le marmellate e i pomodori che facevano mamma e la zia. Le rocce, la raccolta di more, il latte di pecora che ci portava belardino... 

insomma, domani torno là!!   fu bello quando ci andai con Andrea e Matteo, ora metterò la fotina di ricordo... nel 2011, ne avevo fatto anche un post, ma è tardi, riprenderlo significherebbe fare le tre di notte, e non ho tempo. Denti già lavati.., domattina guiderò io, che il compagno di mia madre,mi fa paura come guida!!!!!

passo e chiudo. Notte

Roberta

 

PS: Chiudo con una canzone bellissima REGALO della giornata trascorsa... 

Grazie

Commenti al Post:
Cherrysl
Cherrysl il 20/08/20 alle 17:11 via WEB
Quando parli delle cose tue più private, più intime, riesci a dire tantissimo senza che noi si possa capire i fatti, giustamente. Questo è il tuo diario. Prezioso. Da conservare. Però una cosa l ho percepita. Forse perché mi ci sono ritrovata. Ma potrei anche aver capito tutto altro. È il momento in cui dici che ti era stato dato un messaggio chiaro e definitivo ( almeno per chi l aveva lanciato), direi anche brutale, ma tu non hai voluto accettare e ci hai dovuto sbattere la testa Su quella esperienza a Ventotene che non sai se accettare, io non avrei tutti questi dubbi. Potrebbe essere invece interessante e utile da fare, se non è un problema di tipo economico naturalmente.
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 21/08/20 alle 18:03 via WEB
Grazie, per le tue parole, Serenella, frutto del tempo che dedichi a leggerle. (e leggermi). Per alleggerirmi :)) Quel che scrivi è vero a metà, nel senso CHE, da quel msg che non fu brutale, affatto, ma FU PER0' RIVELATORIO, ecco diciamo che sei io l'avessi colto come andava colto, mi sarei risparmiata la brutalità poi a venire. Nel senso CHE, - non si può lasciar passare un qualcosa di talmente profondo e fondamentale per noi, - ed anzi, - quando dico RIVELATORIO, dico proprio che con semplicità ci si rivelano le cose migliori, e che sta poi, a noi, COGLIERNE TUTTA L'ESSENZA, e , averci la forza di cogliere il segnale, e con garbo e risolutezza, DECLINARSI, CONGEDARSI, senza ulteriori repliche, per fare anche in modo che certe esperienze non sfocino poi nella drammaticità. Ma lasciamo perdere. Sul seguito del tuo commento, è chiaro che si, ci ho dovuto 'sbattere la testa' diciamo così... eh , chi l'avrebbe detto mai che una 'beota' come me, (chi.mai) l'avrebbe detto che avrebbe poi capito in toto? si vede, che si deve arrivare ad un punto di non ritorno, per capirle bene poi le cose alla fine. Riguardo Ventotene, cara Serenella, magari fosse solo un problema economico!... magari... proverò a scriverne, vediamo. CIAO.
 
cateviola
cateviola il 21/08/20 alle 18:20 via WEB
La tua mente è piena di sale
di quel sale mattutino che tu prendi in riva al mare
di quel sale che a pensarci ti vien voglia di pensare...
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 21/08/20 alle 18:31 via WEB
E' la prova dell'esistenza di Dio, ... che ognuno lo chiamasse come vuole... UN REGALO, inaspettato, a dirmi molto.. a dirmi tutto. A rimettere a posto tutto, senza necessità vendicative ma con la giusta comprensione e restituzione del mio sogno reale, il mio sogno, - che non era corrisposto, cioè non ero io la corrispondente. Ed allora ci ha pensato il cantante, la radio, e il Buon Dio, che onnipotente come è, nel computo di tutto il lavoro che da fare, ha trovato pure il tempo matematico di farmi una carezza con le note. E mi ha restituito una Realtà ed una Verità PIENA di quell'amore che volevo, MA IN ALTRO MODO... (non scema, nè beota, ma matta autentica) sono. Ti voglio bene. PS: la canzone ce l'ho in testa, fissa :-) sapevi si che Gaetano abitava qui, a Montesacro, vicino casa mia? :-) PS2: attraverso le consapevolezze, il vento, e il sale, e il mare... ogni pensiero cattivo, è andato via, e... ho svuotato la testa, gustando solo la canzone inno di amore... quello VERO. Ti abbraccio stretta. R
 
   
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 21/08/20 alle 18:43 via WEB
la giustizia di.VINA ha suonato con quella canzone :-) e mi ha restituito il sorriso...e il sale in zucca!! e non solo .... tu lo sai, tu hai capito.
 
     
cateviola
cateviola il 21/08/20 alle 19:05 via WEB

...quanto ho amato quella canzone! E ora la riascolto sorridendo, anche se un tempo ci ho pianto lacrime salate
 
     
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 21/08/20 alle 19:21 via WEB
tutto torna ;-)
 
     
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 21/08/20 alle 19:21 via WEB
tutto viene da se'... e si rimette a posto. Bene. :-)
 
maresogno67
maresogno67 il 25/08/20 alle 10:36 via WEB
anche fermarsi sta diventando un'opera titanica, perché rilassare la mente è un operazione spesso titanica. E il fatto che ci riesci è un'ottima cosa. Perché in fondo è tutta una questione di ritmo e stare meno male dentro il tempo scandito non solo dalla luce ma da quello che si prova, giorno e notte. Lui sapeva descriverlo meglio: https://www.youtube.com/watch?v=b8ACrk5d8CI
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 25/08/20 alle 18:56 via WEB
caro Gianni, grazie, per D.A., ... lui è lui.. ho quel dvd - lo so' a memoria. Riguardo il mio 'fermarmi', sì,ci riesco, ma, come dici è un'operazione titanica. Ancor di più, quando poi, completamente rilassata, torna il mio Matteo (croce e delizia), e allora devo imparare di nuovo la calma.. con lui, - difficile da spiegare, - è impossibile, poi, per me, fermare il cervello rilassarmi e siamo di nuovo alle solite. Eppure mi dico, che posso imparare anche una nuova gestione. E' la mia meta. Ciao
 
   
maresogno67
maresogno67 il 30/08/20 alle 19:12 via WEB
creare equilibri per prevenire tempeste è un mestiere di vivere importante, ma allo stesso tempo sicuramente stressante e spesso di non facile soluzione. Soprattutto quando questi equilibri a volte significano togliere o ritagliare un pezzetto di noi stessi per non stare troppo male e soprattutto per raggiungere l'obiettivo. ciao, gi
 
     
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 31/08/20 alle 06:39 via WEB
vero... ciao :-)
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 25/08/20 alle 13:19 via WEB
-:), M@

..dal minicaos etereo: https://www.youtube.com/watch?v=n_JRwlcpiYM
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 25/08/20 alle 18:52 via WEB
grazie :-)
 
several1
several1 il 25/08/20 alle 23:02 via WEB
:-*
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 26/08/20 alle 08:38 via WEB
Se tu sapessi, il bene che mi fanno i tuoi occhi sulle mie parole, i tuoi passaggi, che arrivano in momenti 'bui', e ieri sera un poco lo è stato... durano poco ormai, brevi frammenti. E... allora, arrivano qui su questa finestra in questo mio posto virtuali, passaggi benefici. E sai, che è vero quello che sento e scrivo. :-*
 
   
several1
several1 il 27/08/20 alle 18:56 via WEB
Le finestre si chiudono o si aprono ... lasciale aperte, è ancora estate ...
 
     
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 27/08/20 alle 21:35 via WEB
Si :-) e forse nel suo momento più bello :-)
 
cateviola
cateviola il 25/08/20 alle 23:15 via WEB
con gli occhi che bruciano di notti insonni, ma col cuore pieno di luce (anche senza sale), un passaggio per darti una carezza
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 26/08/20 alle 08:42 via WEB
Cara Amichetta, mia. Anche tu, con la tua luce nel cuore, hai illuminato e vegliato sul sonno del mio. Come ho scritto sopra a Daniela, arrivano brevi momenti in cui accadono 'cose' di noi che non possiamo dire/scrivere, ma che dobbiamo avere il coraggio di guardare, ... allora là arriva un attimo di buio duro (che c'è anche il buio bello quello dell'amore e degli amanti che si amano in quel buio).. un attimo un cui senti che quello che guardi dentro te, fa tanto male, un male dell'anima, che sai che è cura guardarlo, ed allora, poi, l'indomani, ti accorgi che passaggi di bene ed amicizia seminati, hanno dato dei frutti , e che passaggi di questo tipo,non solo hanno vegliato sul tuo sonno e sulla tua ferma volontà a procedere, ma, sanno regalarti all'indomani, il valore e la riprova veri di ciò che è importante. Al di là delle nostre miserie e delle ragnatele che ancora vediamo... non solo qui, ma anche fuori di qui. VI ABBRACCIO CON AFFETTO, RICONOSCENZA E STIMA VERI. Roby
 
   
cateviola
cateviola il 26/08/20 alle 22:37 via WEB
quando arriva il buio duro è bene passare di qui, trovare parole vere, un'anima onesta, pulita, con tutte le ragnatele e le miserie della vita vera ... grazie
 
     
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 27/08/20 alle 00:05 via WEB
grazie a te, Caterina.
 
     
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 27/08/20 alle 00:05 via WEB
tu, hai capito.
 
     
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 27/08/20 alle 00:13 via WEB
e guarda cosa ho trovato ora, su un blog amico ... una bellissima preghiera, ne prendo un pezzettino... "Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela". (Madre Teresa di Calcutta). serena notte. :-)
 
     
cateviola
cateviola il 27/08/20 alle 23:10 via WEB
buonanotte amica mia
 
     
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 28/08/20 alle 10:21 via WEB
lo è stata, grazie :) che sia un buon giorno, anche !
 
cassetta2
cassetta2 il 31/08/20 alle 19:01 via WEB
Vorrei vivere come Chiara Ferragni che è in vacanza da 3 mesi e continua a farsi i massaggi per alleviare lo stress
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 31/08/20 alle 23:33 via WEB
non mi interessa :-) dico davvero... certo tre mesi di vacanza sono - sarebbero belli, MA, io voglio vivere la mia vita per come è. (la mia).. sai, mentre lo scrivo, mi dico che sta a NOI , anche provare a vivere la ns vita come una 'vacanza', alla fine, possiamo farlo. E' difficile ma non impossibile.. Buonanotte Cassetta :-)
 
maresogno67
maresogno67 il 01/09/20 alle 22:02 via WEB
ciao
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

MARZO 2011

 

NOVEMBRE 2018

DSC_3039_00047

 

VITA MIA (E SALVEZZA MIA)

http://digiphotostatic.libero.it/Roberta_dgl8/med/1b62d1ce68_8748280_med.jpg

                                  

 

Mamma, qui posso toccare tutti, vero?

MAXXI (Roma) 2 APRILE 2015

-----------------------------------------

LA VOCE DI CHI NON HA VOCE :

“Essere autistici non significa non essere umani, ma essere diversi. Quello che è normale per altre persone non è normale per me e quello che ritengo normale non lo è per gli altri. In un certo senso sono mal “equipaggiato” per sopravvivere in questo mondo, come un extraterrestre che si sia perso senza un manuale per sapere come orientarsi. Ma la mia personalità è rimasta intatta. La mia individualità non è danneggiata. Ritrovo un grande valore e significato nella vita e non ho desiderio di essere guarito da me stesso. Concedetemi la dignità di ritrovare me stesso nei modi che desidero; riconoscete che siamo diversi l’uno dall’altro, che il mio modo di essere non è soltanto una versione guasta del vostro. Interrogatevi sulle vostre convinzioni, definite le vostre posizioni. Lavorate con me per costruire ponti tra noi.” ( Jim Sinclair, 1998, autistico ad alto funzionamento)

 

 Leonardo Da Vinci (studio di Leda)

Leonardo Da Vinci

 

Domenico Zipoli

 

 

ULTIMI COMMENTI

Ciao Alfredo. Avevo 9 anni e mezzo, e mia sorella...
Inviato da: Roberta_dgl8
il 03/12/2020 alle 19:33
 
bello. .. Grazie :-)
Inviato da: Roberta_dgl8
il 03/12/2020 alle 19:29
 
Si. Grazie a te...
Inviato da: Roberta_dgl8
il 03/12/2020 alle 19:28
 
Bello il ricordo di tuo padre....quanti anni avevi quando è...
Inviato da: alf.cosmos
il 03/12/2020 alle 19:15
 
Non è facile credere in sé stessi, ma essere autentici...
Inviato da: Rotolandonelvento
il 03/12/2020 alle 16:03
 
 

H H

 
Citazioni nei Blog Amici: 47
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

 
 

unnamed

 

     Cuore d'altleta     

 

Fiumicino (Roma)

 

La soggettività nella sua interiorità più profonda è la verità e la realtà.

S.K.

----------------------------

Non importa quanto lontano possa andare lo spirito, non andrà mai più lontano del cuore.   (Confucio)

 

GRAZIE ...

 Io e Cate a Firenze 

9-ottobre-2016-con-roby-in-piazza-della-signoria

io e Viola

9-ottobre-2016-roberta-e-viola-santa-maria-novella

_____ *________*______     Grazie Sig. "Libero" :-)


Monica Cara e Io a Bologna

 

Risultati immagini per amicizia

 

grazie...       

Pulisci e pensi, ascolti il soliloquio ed entri in una giostra difficile  da starci sopra... cara Roby, il tuo cammino è così difficile ... Per quello il blog è una valvola di sfogo: perchè porta coi piedi a terra quelli che se ne stanno a fare troppi voli pindarici ... Tu sei la testimonianza fragile e potente di una realtà di tante altre donne che se ne stanno zitte e non hanno voce ... se torni è sempre da te che torni, mica in un posto inospitale, bensì nel tuo piccolo nido di parole difficili ma piene di amore e compassione. 

(Daniela . Several1 blogger) 

 

GRAZIE!

Firenze, 24/10/2020

24-ottobre-2020-sandro-viola-cate-matteo-roberta