Creato da specchio5 il 24/08/2006

specchio

ri-flessi di me

 

« a bocca chiusamolliche di zucchero sul foglio »

uno due tre quattro cinque e mezzo

Post n°292 pubblicato il 27 Novembre 2009 da specchio5
 

 

 

A volte riprovo a contare mettendo la punta delle dita in bocca
arrivo come sempre non oltre il 10
è così come da bambina mi stupisco perchè per me  i numeri ,

che sono difficili da far diventare memoria,
diventano fotogrammi stesi sui calendari che non ho mai appeso

calcolo e sottraggo visi
provo a far spazio
se mai l'anima avesse un luogo con un' area definibile


mi ristupisco poi quando arrivo in fondo al giorno
eppure l'ho tenuto sempre stretto a quel unico pensiero
o forse era una domanda o un desiderio ?
Lui sta lì , il pensiero intendo, si mette seduto in prima fila
e mi guarda
mentre recito, canto, borbotto e rimando a memoria
invento parafrasi metafore similitudini

non è l'unico spettatore, ma è l'unico invisibile per questo così reale
gli altri alla fine se ne vanno alle loro tiepide faccende


ecco quando conto i giorni finiti
sporgendomi dal proscenio
Lui, intendo il pensiero,

è lì
che mi aspetta
con un fiore in mano e un uomo per mano

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

BEVANO EST

 

 

 

 

AREA PERSONALE

 
Contatore utenti connessi
 

ULTIME VISITE AL BLOG

zapata71Noemy_00specchio5steffo23mariomancino.melegiugnova_85Maddalena.RobinLes_Fleurs_du_Mal79ariete512PerturbabiIefioredimielezuccheroVerveblacksoul73
 

FACEBOOK

 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963