Creato da sevesoaisevesini il 09/11/2006
Il Blog Ufficiale dei Giovani Padani di Seveso

LIBERTA'

I POPOLI NON DOVREBBERO TEMERE I PROPRI GOVERNI,

MA I GOVERNI DOVREBBERO TEMERE I POPOLI

immagine

 

SERVE UN TAXI?

immagine
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 

 

I 12 COMANDAMENTI »

CI "INSEGNANO" COME RISPETTARE LE IDEE

Post n°1 pubblicato il 23 Febbraio 2007 da sevesoaisevesini

Riporto qui di seguito un articolo tratto da TgCom:

Pugno al dissidente Rossi

Colpito sul treno da esponente del Pdci

Fernando Rossi, senatore uscito di recente dai dai Comunisti italiani e aprodato come indipendente dei Consumatori, sta passando un momento delicato. Dopo aver fatto parte del gruppetto dei sei dissidenti che hanno silurato Prodi, e, da quel momento, aver passato la maggior parte del suo tempo a discolparsi con compagni di coalizione e giornali, adesso non trova pace nemmeno sui treni. L'Eurostar delle 18 e 30 era appena partito dalla stazione Termini, quando il senatore seduto in prima classe si è trovato di fronte il segretario del Pdci toscano, Nino Frosini entrato improvvisamente nello scompartimento.

I due ex compagni di partito si riconoscono. Scende il silenzio, poi Frosini dice ai suoi: "Andiamo via, che io con questo quinon ci voglio stare". Poi, la situazione degenera, volano parole grosse, ed è a questo punto che succede il fattaccio. Racconta Rossi: "Prima mi ha puntato il dito contro l'occhio, io mi sono girato e lui me l'ha infilato nell'orecchio. Alla fine mi ha tirato un bel cazzottone sulla testa". Racconta Frosini: "Macché cazzottone in faccia, Gli ho dato una manata e l'ho colpito al naso con il dorso dell'indice. Tutto qua".

L'episodio rimbalza a Palazzo Chigi e viene ripreso da Oliviero Diliberto che commenta il fatto con altri esponenti della maggioranza. Alla fine una breve dichiarazione che Diliberto consegna ai cronisti: "Non giustifico in alcun modo il gesto di Frosini e deploro ogni forma di violenza, ma l'esasperazione alimentata dal comportamento di Rossi e dal tradimento del mandato elettorale se non giustifica aiuta a comprendere l'arrabbiatura dei nostri compagni".

Ormai sono proprio alla frutta!

PADANIA LIBERA

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/sevesolibera/trackback.php?msg=2331697

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 

IL BOSS

immagine
 

articolo 1 - Statuto della Lega Nord

Art. 1 - Statuto

Il Movimento politico denominato “Lega Nord per l’Indipendenza della Padania” ha per finalità il conseguimento dell’indipendenza della Padania attraverso metodi democratici e il suo riconoscimento internazionale quale Repubblica Federale indipendente e sovrana.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

matteo_carnielettodesioaidesianimadmetalpsicologiaforensebriganzistaFEDERALISTACONVINTOCapodiponte
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963