Creato da sevesoaisevesini il 09/11/2006
Il Blog Ufficiale dei Giovani Padani di Seveso

LIBERTA'

I POPOLI NON DOVREBBERO TEMERE I PROPRI GOVERNI,

MA I GOVERNI DOVREBBERO TEMERE I POPOLI

immagine

 

SERVE UN TAXI?

immagine
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 

 

« CI "INSEGNANO" COME RISP...ASPETTANDO LA MONTALCINI »

I 12 COMANDAMENTI

Post n°2 pubblicato il 23 Febbraio 2007 da sevesoaisevesini

Ecco come il nostro Governo esprime nel migliore dei modi i principi democratici:

Analiziamo I "Comandamenti Prodiani"

- Attenzione permanente al Sud e impegno concreto verso il Mezzogiorno, partendo dall'aspetto della sicurezza

(Il solito assistenzialismo Italiano, il Nord non viene mai nominato in materia di finanziamenti, anche noi abbiamo i nostri problemi)


- Azione concreta e immediata di riduzione significativa della spesa pubblica e della spesa legata alle attività politiche e istituzionali, cioè i costi della politica

(Iniziamo con le dimissioni di D'Alema, come aveva detto lui :Se non passa laa politica estera al Senato, mi dimetto.E' più pronto di prima ad iniziare il Prodi Bis)

- Riordino del sistema previdenziale con particolare attenzione alle compatibilità finanziarie e privilegiando le pensioni basse e i giovani. Con particolare impegno a reperire una quota delle risorse necessarie attraverso una razionalizzazione della spesa passando per l'unificazione degli enti previdenziali.

(Questo è il pane per i falsi invalidi del Sud)

- Rilancio delle politiche a sostegno delle famiglie, con l'estensione di assegni familiari più corposi e un piano concreto per aumentare il numero degli asili nido
(Dai almeno hanno tolto i DICO, ma Luxuria perchè rimane ancora li?ormai non serve più)

- Rapida soluzione della incompatibilità tra incarichi, di governo e parlamentari, secondo le modalità concordate

(Tutti gli attuali Ministri sono incompatibili con i Dicasteri assegnati da Prodi)

- Prosecuzione dell'azione di liberalizzazioni e di tutela dei consumatori nell'ambito dei servizi e delle professioni

(Non sanno cosa fare)

- Un programma per l'efficienza e la diversificazione delle fonti energetiche: fonti rinnovabili e localizzazione e realizzazione rigassificatoriù

(Sarà contento il Pecoraro)

- Rispetto degli impegni internazionali e di pace, con il sostegno costante alle iniziative di politica estera e di difesa, stabilite in ambito Onu o derivanti da appartenenza all'Unione Europea e all'Alleanza Atlantica, con particolare riferimento all'impegno nella missione in Afghanistan. Inoltre è prevista una azione per il sostegno e la valorizzazione delle comunità italiane all'estero.

(Rifondazione che finanzia una missione militare, l'Apoteosi)

- Impegno forte per cultura, scuola, università, ricerca e innovazione

(Tanti soldi agli statali)


- Rapida attuazione del piano infrastrutturale e in particolare dei cosiddetti corridoi europei (compresa la tav, Torino-Lione). Impegno anche nel settore della ricerca sulla mobilità sostenibile.

(I no global che votano la Tav...il massimo)


- Il Portavoce del Presidente, al fine di dare maggiore coerenza alla comunicazione, assume il ruolo di Portavoce dell'Esecutivo

(Prodi aumenta lo stipendio alla sua ombra spilungona)


- In coerenza con tale principio, per assicurare piena efficacia all'azione di Governo, al presidente del Consiglio è riconosciuta l'autorità di esprimere in maniera unitaria la posizione del Governo stesso in caso di contrasto

(Questo è il principio massimo della Democrazia:Compagni se non siete d'accordo non vi preoccupate tanto vale solo quello che dico io)

PADANIA LIBERA!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/sevesolibera/trackback.php?msg=2333853

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 

IL BOSS

immagine
 

articolo 1 - Statuto della Lega Nord

Art. 1 - Statuto

Il Movimento politico denominato “Lega Nord per l’Indipendenza della Padania” ha per finalità il conseguimento dell’indipendenza della Padania attraverso metodi democratici e il suo riconoscimento internazionale quale Repubblica Federale indipendente e sovrana.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

matteo_carnielettodesioaidesianimadmetalpsicologiaforensebriganzistaFEDERALISTACONVINTOCapodiponte
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963