Creato da vogliadite12 il 20/08/2010

Piaceri assoluti

I piaceri della vita

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

stefano.morassuttifranz88fmgiampietro29francescacutolo1lattanziolucianavogliadite12giannavrliasaltydog.piskrastal86Donna81tspagnolosanmar05adoro_il_kenyaadvisor.1albaurorasconsolatalucia
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« .....

Meraviglioso...........

Post n°14 pubblicato il 10 Dicembre 2010 da vogliadite12

Tutto ebbe inizio una calda sera di fine estate, una sera come tante altre. Il cielo era ricoperto di stelle e la luna la faceva da padrona. Una piccola e semplice immagine ridestò in me tutte quelle sensazioni ed emozioni ormai dimenticate, ormai smarrite.
Immaginavo tutto, speravo di non tralasciare nulla. Dietro quell'immagine si celava il mio sogno, si celava la felicità e la gioia ricercata e mai trovata per una vita intera.
Ricordo ancora ogni attimo, ogni momento, ogni semplice cenno velato e mascherato dal bagliore delle stelle.
Per me era l'alba, il primo raggio di sole. I suoi primi baci mi avvolgevano come vento caldo di fine estate. Avanzava prepotente nella notte il mio grande sogno.
La notte inarrestabile scorreva e le parole giungevano inaspettate come un fiume in piena. Era ormai diventata una piacevole abitudine trascorrere ore in attesa di un suo segno d'intesa, di un suo gesto di leggiadria.
Le stelle ci accompagnavano e la luna illuminava con i suoi raggi la notte. La luna era complice e ci accompagnava ogni sera lungo il sentiero che portentosamente aveva ampliato la sua visuale. Lei era li, in fondo ad aspettarmi, pronta ad accogliere colui che l'aveva cercata. Allungava la mano, in attesa di un breve rimando, ed io continuavo ad ammirarla affascinato dall'atmosfera che mi circondava. Come di incanto la distanza sembrava ridursi sempre più e li in fondo scrutavo la felicità, la gioia, l'amore.
Ero sereno, tranquillo, il mio grande sogno era ormai ad un passo e finalmente potevo rilassarmi tra le sue braccia.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog