Creato da claudia84_z il 08/07/2005
 

claudia84_z

Quando nella gente troverai solamente indifferenza, tu non dimenticarti mai di me, e se non avrai da dire niente di particolare, non ti devi preoccupare io saprò capire, a me basta di sapere che mi pensi anche un minuto, perchè io so accontantarmi anche di un semplice saluto, ci vuole poco... SCRIVIMI

 

 

Post n°26 pubblicato il 22 Novembre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

OMAGGIO A HIKMET

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l'ho ancora detto. 

 

(Nazim Hikmet)

 
 
 

Post N° 24

Post n°24 pubblicato il 11 Novembre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

......... AMORE.... tutta per te.... 

Come ti amo?
- Come ti amo? Lascia che ti annoveri i modi.

Ti amo fino agli estremi di profondità,
di altura e di estensione che l’anima mia
può raggiungere, quando al di là del corporeo
tocco i confini dell’Essere e della Grazia Ideale.


Ti amo entro la sfera delle necessità quotidiane,
alla luce del giorno e al lume di candela.


Ti amo liberamente, come gli uomini che lottano per la Giustizia;


Ti amo con la stessa purezza con cui essi
rifuggono dalla lode;


Ti amo con la passione delle trascorse sofferenze
e quella che fanciulla mettevo nella fede;


Ti amo con quell’amore che credevo aver smarrito
coi miei santi perduti, -

ti amo col respiro,
i sorrisi, le lacrime dell’intera mia vita! - e,
se Dio vuole, ancor meglio t’amerò dopo la morte.


 
 
 

Post n°23 pubblicato il 06 Novembre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z
Scrivere di persone che hai amato, e che oggi non ci sono più, non è mai facile... qualche tempo fa scrissi questa lettera a mio zio... oggi voglio riportarla, dedicandola anche al mio adorato nonno...
oggi che di loro mi restano solo lacrime e ricordi...

Questa triste lettera che vi scrivo da questo piccolo e lontano paese, porta una immensa lacrima accumulata in una enorme pena...
Già che non ritornerete e non potrete rispondere alle mie frasi, limitatevi al pianto di ogni pioggia ed avvisatemi per mezzo del vento, che ancora continuate ad addolcire le mie spine. Come nessuno capisce il mio dolore e a nessuno interessa il mio sdegno, vi chiedo di non dire fra i vostri angeli curiosi la verità della mia anima....
Nella lunga agonia desolata sento che la vostra pelle si consuma più in là della mia impotenza. Qualcosa muore dentro di me vicino alla vostra morte e sento una sensazione nella mia memoria che si ribella contro l'origine della fede.
Questa è la vita, nell'illimitato amore, in questo amore disperato e dolce che accoglie con pregiudizio e coscienza e che ha conosciuto la catena del vostro amore, che si è invecchiato così presto, così come invecchiano le sere e i silenzi.
Non penso a piangere, perché fuggiste da me senza saluto.
 La vostra vita è rimasta come una sigaretta che si consuma lentamente, è stata come un breve sospiro, un vento lieve, una minima alata, fu come un'ave fugace, che per stare al passo, è rimasto nel suo volo, nel momento che dura una veduta, fu come un ciao troppo veloce, come una spiaggia desolata, come un gabbiano triste.
Ed ho sentito la vostra mancanza nella tiepida luce della notte, vi ho amati e ancora ve ne voglio, nella resurrezione di una aurora, nel bocciolo fecondato di una rosa, nell'innocenza dei bambini, nell'ultimo sorriso di un vecchio che sa che deve morire.
Vi voglio bene in ogni angolo della terra, voi che per me siete stati come un ala della speranza e amici della mia tenerezza e del mio dolore.
Perciò questa pena impossibile è nata nella ferita della mia vita ed è incominciata la mia tristezza, che mi ha svegliato da quel dolore addormentato.
Oggi ho voluto scrivervi miei adorati, oggi che ho pianto... oggi che si sono incontrate le bande dei nostri ricordi, sulla spiaggia senza nome della mia anima.

 
 
 

Post N° 22

Post n°22 pubblicato il 02 Novembre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

Prima di te nessuna ferita profonda
la libertà di un'onda che va
la vita mia giocava sempre di sponda
come si fa, se ci credi a metà.
Dimmi cos'è questo dolore che affonda
dentro di me fino all'anima
dimmi perché è sempre la stessa domanda
l'unica che risposte non dà.
E mi inseguono i tuoi occhi come fari nelle notti
e diventano più grandi mano a mano
mentre cerco di scappare, di strapparti via dal cuore
di nascondere il tuo nome tra la cose che farò.
ma come imparare a stare senza di te aspettare
un vento di terra o di mare che porti più in là
ma dove andare a cercare un'altra vita, un segnale
che non mi faccia pensare ancora a te.
E attraverso i miei deserti con i passi ancora incerti
calpestando i tuoi ricordi fino a farne polvere...
E' duro imparare a stare senza di te, e cercare
sempre qualcosa da fare dove non c'è.
Ed ogni notte passare quando ti posso incontrare
perché non riesco a lasciare tutto come è.
Ma devo imparare a stare senza di te, aspettare un vento di
terra o di mare che porti più in là
Ma dopo di te cosa verrà...
Un vento di terra o di mare che va, fino all'anima
...

 
 
 

lettera ad uno sconosciuto....

Post n°21 pubblicato il 22 Ottobre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

raccontami... raccontami di te, di me... raccontami di un tempo che non c'è più, di attimi fuggiti troppo in fretta, di sensazioni che ormai non provo più...
parlami... dimmi se sei tu quel gelido alito di vento, che a volte sento soffiare sul mio collo, di quegli attimi in cui so che c'è qualcuno nella stanza vuota...
raccontami... di quelle ragnatele d'ombra che scendono tra lame di silenzio, nella pioggia che dorme nel cuore della sera...
parlami... io ti sento anche da qui, e se c'è veramente una ragione per disperarsi, quando fare un sorriso sembra un pò truccarsi...
raccontami... di un'eterna bambina, di casuali percorsi,
di sguardi che si posano sul mio viso,
sorrisi da clown, in tentacoli di vita, vivendo istanti attesi nel tempo, come arcobaleni caduti...
parlami... di giorni appesi a calendari bianchi, che si infrangono fra nubi di pioggia, in cerca di autunni rossi,
di foglie e di pianto...
raccontami... di sorrisi in bianco e nero, in questa sera che scivola via tra porte socchiuse, e un altro giorno muore nella malinconica commedia della vita...
parlami... di sogni tessuti tra ragnatele di silenzio,
perduti tra le stanze arabescate della vita, di versi appassiti con pennelli di nebbia, parole dentro a quadri falsi su pareti nude...
raccontami... mentre aspetto raggi di sole filtrati dalla pioggia dei ricordi, su una primavera infinita di colori...


 
 
 

TEMPO....

Post n°20 pubblicato il 18 Ottobre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

Il tempo passa,
mentre tiro calci ad un barattolo vuoto,

mentre le stagioni
archiviano
i calendari,
mentre fiori e farfalle
colorano il Mondo,
mentre la Morte
fa gli straordinari.
Il tempo passa,
è una giostra rotonda
che passa e ripassa,
un cavallo alla ruota del mulino,
un orologio che ogni giro
segna la stessa ora,
è il risveglio nelle mattine
sempre uguali.
E il tempo passa,
ma non scorre,
gira e rigira
nella testa negli occhi.
Lo vedo allo specchio
che passa.
Lo vedo e lo rivedo.
Il suo pulsare,
è un lamento straziante
E' il cigolio del tempo
che passa, passa, passa...

 
 
 

Quelle come me.....

Post n°19 pubblicato il 18 Ottobre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

Quelle come me regalano sogni,
anche a costo di rimanerne prive…


Quelle come me donano l’Anima,
perché un’anima da sola è come
una goccia d’acqua nel deserto…

Quelle come me
tendono la mano
ed aiutano a rialzarsi,
pur correndo il rischio
di cadere a loro volta…


Quelle come me guardano avanti,
anche se il cuore rimane sempre
qualche passo indietro…


Quelle come me cercano
un senso all’esistere e,
quando lo trovano,
tentano d’insegnarlo a chi
sta solo sopravvivendo…

Quelle come me quando amano,
amano per sempre…
e quando smettono d’amare
è solo perché piccoli
frammenti di essere,


Quelle come me
inseguono un sogno…
quello di essere amate
per ciò che sono
e non per ciò che si vorrebbe fossero…

Quelle come me sono tante,
ma la maggior parte
preferisce nascondersi…
perché il dolore che si prova,
quando si è così, è talmente tanto,
da grande, che contenerlo
in un solo cuore è impossibile…

Quelle come me girano il mondo
alla ricerca di quei valori che, ormai,
sono caduti nel
dimenticatoio dell’anima…

Quelle come me vorrebbero cambiare,
ma il farlo comporterebbe
nascere di nuovo…

Quelle come me urlano in silenzio,
perché la loro voce
non si confonda con le lacrime…

Quelle come me
sono amate da tutti
sono desiderate
sono chiamate uniche e speciali
ma restano sempre con il cuore in mano

Quelle come me
sorridono
anche con un cumulo di pensieri
aggrovigliati nel cuore.
Quelle come me
se ci parli
hanno le parole incerte,
la voce che trema
di una vibrazione
che se fosse fiume in piena
ti travolgerebbe....



 
 
 

Post N° 18

Post n°18 pubblicato il 12 Ottobre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

 

Ho conosciuto molte persone in vita mia, alcune di queste rappresentano probabilmente piccole orme della mia vita... ho imparato a camminare sorridendo ad una persona che oggi non c'è più, la stessa che chiamandomi con un tenero vezzeggiativo, mi faceva sentire amata e protetta, anche quando non lo ero, la stessa persona che oggi ricordo con un sorriso nel cuore, forse ho  accettato la sua morte, forse saranno gli anni trascorsi che mi hanno un pò aiutato, non a dimenticare, ma a lasciarlo  "vivere" nel mio cuore, ed oggi è lì, con mio zio, che cito spesso, e con tutte le stesse persone che mi hanno lasciato, con  le loro esperienze, i loro sorrisi, le loro carezze... 
se oggi sono come sono, lo devo in parte anche a loro, che forse hanno percorso il mio cammino per troppo poco tempo, ma mi hanno lasciato tanto...
questi versi oggi, li dedico a chi ha permesso che la mia infanzia fosse un pò più felice, regalandomi un mondo di mostri e gnomi distrutti :-) regalandomi tanti sorrisi, e visto che l'anniversario della sua morte coincide quasi con quella dello zio...
Nonno, questa poesia, è per te....

 

La morte non è niente,
sei soltanto nascosto nella stanza accanto.
Io sono sempre io,
e tu sei sempre tu.

Ciò che eravamo prima l'uno per l'altra,
lo siamo ancora.
Chiamami con il mio vecchio nome,
che ti è tanto familiare,
parlami,
nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato,
non cambiare il tono della tua voce.

Ridi,
come facevi prima, sempre,
ai piccoli scherzi che tanto ci piacevano quando stavamo insieme...

PREGA...
SORRIDI...
PENSAMI!!

Il mio nome,
sia sempre la parola familiare di prima,
pronuncialo senza traccia di tristezza..

La vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto.
E' la stessa di prima..
C'è una continuità che non si spezza..

Perchè dovresti essere fuori dalla mia mente,
solo perchè sei fuori dalla mia vista?

Ti sto aspettando,
solo per un attimo,
in un posto vicino,
proprio dietro l'angolo di ogni strada che percorrerò...

Il tuo sorriso...
sarà la mia pace...

 

la tua marcuccio...

 

 
 
 

Post N° 17

Post n°17 pubblicato il 05 Ottobre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

 

… Il 7 ottobre, saranno giusto 2 anni che non ci sei più…

sono andata mille volte indietro col tempo, nella memoria, a quel giorno…

ed ho saputo soltanto rendermi conto che all’apparenza sembrava soltanto un giorno qualsiasi,  una telefonata qualsiasi…

a volte mi chiedo perché le cose più orribili spesso si dicano per telefono..

mi chiedo perché la vita spesso non offra altre opportunità, altre vie…

quando ho capito che non c’eri più, ricordo che ho solo saputo urlare, dal dolore, disperarmi, nascondendo e soffocando i singhiozzi, coprendo il volto tra le mie mani, lo sguardo di S. che mi chiedeva cosa fosse successo… le sue lacrime, le mie lacrime…

ed io l’ho urlato, ancora, come se urlare la morte di chi amavi fosse un modo per liberare il cuore dalla disperazione, dal dolore profondo che c’è dentro….

Ho nella mente tante immagini, alcune confuse, ma altre ben nitide, e forse ricordarle mi provoca ancora un forte dolore, forse una di quelle è un corpo sotto un lenzuolo bianco macchiato di sangue……………………

Forse sarà stata quell’ immagine cruda, a farmi realmente intendere, capire che davvero non c’eri più… ed ho odiato il mondo, la vita, la morte, tutto ciò che avevo accanto, tutto ciò che era vita, perché tu non c’eri più.

Oggi mi restano i ricordi, vivo solo di quelli, non ho foto, immagini, solo ricordi di te e me, insieme, ho solo la fortuna di ricordare cose belle, momenti in cui mi sentivo “viva”, senza dover fingere d’essere figlia ubbidiente, e ligia a non so ancora che tipo di dovere.

Con te, potevo essere me stessa, e questa forse è una consolazione che porti via con te…

Non ho voluto più rivedere quella tomba, non posso pensare che il mio amore per te, sia andato a finire lì dentro insieme al tuo corpo, non ce la faccio,

scusa……

mi manchi, ma forse questo è scontato, non posso rivederti, se non in un ricordo, o in un sogno, ma posso ancora vedere i tuoi occhi, nelle persone che hai lasciato…

oggi  ricordandoti, vivo nel rimpianto di non averti potuto dire: ti voglio bene,

ancora, ancora una volta, forse lo sapevi, ma non mi basta,

 scusa……

oggi al mio dolore si accompagna la rabbia di vedere il tuo assassino in libertà, e sentire dentro questo vuoto che logora, accompagnato dall’odio di chi decide di prendere il sopravvento sulla vita di un altro essere umano,

che lascia una moglie disperata, dei figli disperati,  una bambina che non ha fatto in tempo a conoscere  il suo meraviglioso papà, e una nipote che non riesce a rassegnarsi…

ora se ne avessi la possibilità vorrei solo dirti TI VOGLIO BENE!!!

ciao zio G.

 
 
 

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 23 Settembre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

tra le varie altre persone che ho conosciuto qui, c'è chi mi ha profondamente meravigliato per il modo in cui si è fatto conoscere, prima, e apprezzare,dopo , questa persona è antispawn. si lui è da definire, fuori dal comune, forse proprio per questo è speciale, ha un misto di simpatia, ironia spietata, a volte è un pò cattivello, ma c'è qualche essere umano che può dirsi perfetto? :-)

a tributo d iciò che ha scritto per me, ho pensato: perchè non ricambiare? nulla è banale, se è fatto col cuore.

ANTISPAWN questo è tutto per te:

Capita per caso, ma a volte capita...

 Ti imbatti in una persona che conoscevi da tempo e scopri un amico.


Scopri la stima di qualcuno sul quale non avresti mai pensato di poter contare..

 
La sensazione è simile al provare il latte al cioccolato: ti immergi di colpo in una dolcezza senza fine ed assolutamente inaspettata!

Fuori il cielo è ancora grigio, la pioggia è già pronta a venir spremuta giù dalle nuvole come se uno straccio venisse strizzato dopo essere stato intinto nell'acqua.

E tu sei seduto con i tuoi problemi e le tue paranoie, credendo impossibile di poterle sopportare ulteriormente; è a quel punto che ti sorprende la vicinanza di qualcuno che percepisce il tuo dolore e lo fa suo!

Un amico.

Una persona che c'è, per te, sempre.
Sapere che le parole non sono solamente suoni gettati al vento, ma momenti di reale voglia di esserti accanto...

Alzo gli occhi verso l'alto: chissà forse oggi non pioverà alla fine.
Ma se anche fosse, non m'importa più

 
 
 

ad un amico.......

Post n°15 pubblicato il 23 Settembre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

ho incontrato molte persone in questa chat, molte vuote, o interessate solo ai loro scopi, e poi un giorno.. ho incontrato un amico, forse sembrerà strano, come può esserti amico, una persona di cui non conosci la voce, il volto, eppure un nick apparentemente come tanti, può salvarti dal baratro della paura, del dolore, della solitudine e per caso scopri quanto diventi indispensabile in alcuni tratti della tua vita.. ecco, io voglio dedicare queste poche parole ad una persona conosciuta qui, che leggendo, capirà...

Ci sono persone, a volte, che fanno parte della nostra vita in modo strano, come se rimanessero ai margini, come se non sapessero quanto importanti sono per noi.

Così era l'uomo di cui voglio parlarvi, una persona che, pur senza saperlo, mi ha dato molto, insegnandomi che si può essere buoni e donare agli altri la serenità di cui hanno bisogno.

Non sono in molti ad avere un dono simile e non tutti sono pronti ad usarlo, ma lui ce l'aveva ed ha saputo comunicarlo a chiunque lo stava ad ascoltare.

Sapere che ora molto più di questo cielo nuvoloso ci divide, mi rende un po' triste e vuota, ma ripenso ai suoi pensieri saggi ed alle sue parole che mi erano più care di quanto fossi mai riuscita a fargli sapere e mi sento cullata dall'idea che nessun luogo, nessun tempo, nulla mai potrà tenermi lontana da tutto ciò che quella persona speciale ha distribuito con tutto il suo amore!

Soltanto una è la parola che mi viene ora in mente: grazie!
Spero che dovunque tu sia, possa sentirla...

 
 
 

Post N° 14

Post n°14 pubblicato il 20 Settembre 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

C'é una relazione
tra il mio gelido niente
ed il mio triste nessuno.


C'é una causa latente
che mi porta a chiudere gli occhi
su ogni pianto confuso
a spiegare ali di carta ad ogni parola
che sprofonda soffocata dentro.

Quale? L'infinito.


Infinito é il mio cibarmi di dolore e pazienza.
Nel logorio di ogni utopia
non c'é felicità
che possa puramente afferrare...
...non c'é mai stata.


E' come un morboso farmi male,
é un circolo tortuoso incontrollabile,
monotonamente presente
che mi porta a dar ascolto al mio istinto
quale rinnegato traditore
della sua atea posseditrice.


Forse basterebbe che mi fermassi
nella guerra dell'adempiere
al mio inutile, denutrito
bisogno d'affetto
.

 
 
 

AD UN AMICA CHE HA CAPITO CHE L'IMPORTANTE E' RISALIRE LA CHINA......

Post n°13 pubblicato il 31 Agosto 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

ADDIO....

PIOVE RABBIA, COME PUGNALATE INFERTE CHE TI DILANIANO IL CORPO, IL CUORE GEME, STRILLA INVANO.. NESSUNO LO SENTE, TU NON LO SENTI...

LE LACRIME FUGGONO IMPETUOSE COME FEROCI TORRENTI, RIGANDOTI IL VOLTO, STRAZIANDOTI L'ANIMA.

ADDIO!  UNA PAROLA SUSSURRATA AL VENTO RIMBOMBA NELLA MENTE VIOLENTA... MA LA TUA VOCE NON EMETTE SUONO....

VORRESTI GRIDARE ADDIO AL MONDO, STRINGERE LA MANO ALLA VITA ED INCAMMINARTI VERSO IL BUIO SCONOSCIUTO, LASCIANDOTI ALLE SPALLE DOLORE, GIOIA DOLORE..

 ALLUNGHI LA MANO...

LA TENTAZIONE E' FORTE...

<ADDIO> <ADDIO> <ADDIO>

.....

NO!

NO!

NO!

LA VITA MI CHIAMA,

LA RABBIA SVANISCE

LA VITA E' LA SFIDA

L'HAI ACCETTATA

LA VINCERAI

 
 
 

Post N° 12

Post n°12 pubblicato il 04 Agosto 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

Forse un giorno...


Forse ho creduto
solo a sogni
inseguiti con forza
Forse ho sbagliato
nel non credermi sola
mentre tutto sfugge
come riflessi sul lago
Un viaggio nell'illusione
che accompagna chi
come me raccoglie speranze
Eppure non so smettere
non mi potrei fermare
anche se resto ancora
qui a pescare sulla sponda
di questa vita da cercare
E' il destino di crede
anche contro la ragione
e porta avanti quel che sente
Resto ancora...
...Non smetto di gettare reti
e forse un giorno mi verrai a cercare

 
 
 

I POETI....

Post n°11 pubblicato il 30 Luglio 2005 da claudia84_z
Foto di claudia84_z

Ci sono ancora loro, strani individui,
con l'anima più leggera
di una nuvola,
loro,
i poeti ingarbugliati
nelle rime di ogni giorno...
La più vera, a più ovvia forse,
donare con il cuore,
e ancora... amore.
Ci sono loro, a risvegliarti dal torpore
che t'infonde la macchina del nulla,
a dirti quanto vali se le ali 
le dispieghi ancora,
ferite e sanguinanti forse,
...
Ci sono loro, a dirti di stranezze
disegnate dentro al vento, a dirti
quanto è vero il tuo sorriso,
se viene dopo quel dolore.
Quanto è vero questo mondo,
avvelenato da quei gas
più che mai sconosciuti ed assassini.
Quanto è vero...
Vero
come la vita che ti scuote e quella morte
che non puoi capire.

E ci sono ancora loro,
poeti...
senza più parole,
che parlano da soli,
piangono in silenzio... E nel silenzio,
accarezzano l'immenso. 

 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: claudia84_z
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 38
Prov: NA
 

io senza di te...

 

1 GIORNO ABBANDONERÒ I MIEI OCCHI NELLA TUA LUCE

un giorno ti seguirò e nella maestosità della tua luce, abbandonerò i miei occhi stanchi...

 
Get the Pink Flower Clock Widget widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 

Tu dimmi quando, quando
dove sono i tuoi occhi e la tua bocca
forse in Africa che importa.

Tu dimmi quando, quando
dove sono le tue mani ed il tuo naso
verso un giorno disperato
ma io ho sete
ho sete ancora.

Tu dimmi quando, quando
non guardarmi adesso amore
sono stanco
perché penso al futuro.
Tu dimmi quando, quando
siamo angeli
che cercano un sorriso
non nascondere il tuo viso
perché ho sete, ho sete ancora.

E vivrò, sì vivrò
tutto il giorno per vederti andar via
fra i ricordi e questa strana pazzia
e il paradiso, che non esiste
chi vuole un figlio non insiste.

Tu dimmi quando, quando
ho bisogni di te almeno un'ora
per dirti che ti odio ancora.

Tu dimmi quando, quando
lo sai che non ti avrò e sul tuo viso
sta per nascere un sorriso
ed io ho sete, ho sete ancora.

E vivrò, sì vivrò
tutto il giorno per vederti andare via
fra i ricordi e questa strana pazzia
e il paradiso, che non esiste
chi vuole un figlio non insiste.

 
Get the Maukie - the virtual cat widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 

 

..RICORDERÒ OGNI LACRIMA IMPARANDO DA ESSE...

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

LA CANZONE DEL NOSTRO AMORE...

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

minnitisabinaescapefromthepassionirsuto0stefano.dandrea1981raffaellasvergolaannavolpe1992claudia84_zeliabibiseven0077montanaridanielerosirenoilbuffonedelmomentoclaudiarufinopelacciacucciola0000
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20