progettosolskjeriano

Il nuovo futuro Solskjeriano

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 27
 

 

Impegni ma Ritorner˛

Post n°304 pubblicato il 23 Gennaio 2018 da sols.kjaer

Buongiorno carissimi signori e signore.

Per motivi professionali dovrò essere assente da questi meandri ma appena finirò i miei impegni tornerò e farò uscire dal box il resto delle puntate.

Rispondo a Singer non ho smesso di scrivere, non ce ne bisogno e già stata scritta la storia anni fa e solo conservata al box.

Mi raccomando fate i bravi, abbiate cura di voi stessi e dei vostri cari più vicini.

Il mio ritonrno probabilmente sarà per primavera, dove andrò non potrò collegarmi per questioni di sicurezza.

Appena tornò vi farò un fischio.

Prviet

 
 
 

46░Puntata

Post n°303 pubblicato il 17 Novembre 2017 da sols.kjaer

Eravamo entrati in D.D.R. la farsa al confine passò senza intoppi, eravamo già a Suhl, prima grande città che trovammo sul nostro cammino. Ci fu una pausa di poche ore. Proseguimmo verso Lipsia sempre verso nord. 

................................................

....................................................

A Potsdam ci fermammo  ad un motel, giusto per passare la notte. La mattina seguente sarebbero mancati quei 150 km per entrare a Francoforte sull’Oder. Postdam era una città molto significativa nel periodo della guerra fredda. Pensa un po' caro Mario il ponte Glienicker Brucke detto anche “Il Ponte delle Spie” era usato dagli americani e dai russi per scambiarsi le spie catturate. Era un modo di barattare un prigioniero, se lo scambiavano su quel ponte, perchè da una parte c'era il mondo dell'Ovest e dall'altra il mondo ad Est. Il ponte era lungo 130 metri circa e largo 20. Costruito nel 1907 devastato durante l'entrata dei russi verso Berlino alla fine della seconda guerra mondiale, quando un orda di soldati russi devastavano tutto ciò che trovavano davanti, prima buttavano bombe e poi arrivavano migliaia di soldati a piedi a setacciare e ultimare gli ordini impartiti dal baffo alias Stalin. Poi il ponte fù ricostruito nel 1949 e successivamente nel 1961 fu chiuso al pubblico, furono messe da un lato guardie del mondo di Est e dall'altra parte guardie del mondo ad Ovest. In mezzo tanto acciaio e sotto c'era il fiume Havel. Al centro del ponte fu segnata una linea bianca che attraversava tutta la sua larghezza. Quella linea serviva per quando c'era lo scambio dei prigionieri tra il mondo di ovest e il mondo di est.

Su quei 130 metri dal 1961 non passava nessun individuo se non per motivi di baratto. Forse qualche tartaruga, o magari qualche rana si era permessa di dormire su quel ponte, qualche uccello si era fatto il lusso di farsi un nido. Pure i ragni vagavano nella più totale tranquillità. Il silenzio di quei 130 metri rendeva surreale il mondo, nei periodi invernali la stessa nebbia creava un muro invalicabile che solo due piccoli lampioni uno ad est ed uno ad ovest davano la sensazione di essere nel mondo dei vivi. Dopo la caduta del vecchio mondo nel novembre del 1989, il ponte si sarebbe svegliato dal lungo sonno, fu aperto al pubblico. Forse quel ponte e meglio definirlo come del passaggio da un mondo sicuro ad un mondo globalizzato ma questa caro Mario è un'altra storia.

Non mi offriva grosse garanzie di sicurezza quel motel, c'era un via vai di strani personaggi, decisi di rimanere a dormire dentro la finta ambulanza, c'era un carico prezioso nel sotto scocca, non potevo permettermi proprio ora che eravamo giunti quasi a destinazione diperdere il tutto. Non era semplice dormire con un occhio chiuso e uno aperto.Avevo fatto l'esperienza di anni e anni di sicurezza nel mai dormire in uno stato di puro relax, non sai mai cosa ti può capitare durante il sonno. E proprio in quel momento che l'individuo è più indifeso. Il giorno seguente alle prime luci dell'alba una foschia rendeva quel primo mattino un atmosfera magica.

Pronti e via, si riparte, il peggio era passato, in un paio d'ore eravamo a Francoforte sull'Oder.

Lasciai la donna con il bambino, erano liberi di andare dove volevano, non ti dico la felicità della donna quando gli dissi “Dubist frei” sei libera. Mentre Maurice e Kaleb aspettavano in ambulanza trovai una cabina telefonica alla stazione ferroviaria. Finalmente era giunta l'ora, dall'altra parte del telefono c'era Von Tirpitz.  Gli spiegai che il dipinto era all'interno della finta ambulanza. Mi spiegò dove effettuare lo scambio. Da uno sfascia carrozze in periferia, al quartiere “Lebuser Vorstadt”. Ci sarebbe stata unaTrabant bianca a 3 porte con lo stemma della D.D.R. sul finestrino posteriore destro. Nel baule in un doppio fondo ci sarebbe stato il resto del denaro.Avrei consegnato l'ambulanza con la finta marmitta nel sotto scocca. Allo smontare della finta marmitta e dopo un controllo del dipinto mi avrebbero consegnato le chiavi della Trabant.

Cazzo!!! quanto bel grano tutto messo in ordine...ahh come profumava di buono. Borse da viaggio una per Maurice e una per Kaleb e la loro parte dei soldi, un affettuoso saluto e via ognuno per la propria strada. Il resto del denaro lo misi in una valigia nella Trabant che usai per andarmene dal quartiere. Non feci molta strada, andai nel quartiere Obere Stadt. Parcheggiai l'auto, presi la valigia e un taxi fino ad andare dall'altra parte della città all'estremo sud di Francoforte sull'Oder, a Hohenwalde. Meglio dileguarsi lontanissimo dallo sfascia carrozze e dalla Trabant. Che goduria in quel periodo, senza le telecamere di oggi, i cellulari. Ai tempi addietro era facile scomparire nel nulla. Sceso dal taxi, cambiai un po' il look, presi degli occhiali scuri, buttai la giacca e ne comprai una nuova, anche un passaggio dal barbiere era fondamentale, taglio dei capelli quasi a zero e pulitura del viso dalla barba. Mi trovai un bel albergo dove riposarmi. Ne avevo tanto bisogno, ero stanchissimo.Desideravo anche una donna per farmi godere un po'. Chiesi all'albergatore una donna disponibile, avrei pagato bene. Gli avevo chiesto una bionda, una vera bionda, per assaporare anche il suo triangolino biondo. Arrivò Greta. In quell'istante che vidi Greta ripresi una frase che disse Dante nella sua Divina Commedia “Non vidi mai simile a questa...”

..........................................

.............................................

Buon week end signori e signore...alla prossima puntata.

Prviet


 
 
 

45░Puntata

Post n°302 pubblicato il 27 Ottobre 2017 da sols.kjaer
Foto di sols.kjaer

 

....................................................

........................................................

 

................................................

....................................................

Buon Week End e fate i bravi.

Prviet

 
 
 

44░Puntata

Post n°301 pubblicato il 20 Ottobre 2017 da sols.kjaer
Foto di sols.kjaer

 

..................................................

..........................................................

 

..............................................

....................................................

alla prossima puntata e buon week end a tutti, buoni, cattivi, belli e brutti.

Prviet

 
 
 

Buongiorno

Post n°300 pubblicato il 09 Ottobre 2017 da sols.kjaer

Buongiorno Signori e Signore

Ho avuto parecchio da fare, tranquilli esisto ancora, ringrazio tutti coloro che erano in pensiero per me. Vedo che queste mura sono sempre le stesse, qui il tempo non cambia mai a parte le mura un pò diverse, peccato lo preferivo com'era prima, Devo farci l'abitudine. Ho fatto il bravo, lameno per ora. Durante la mia assenza cosa è successo in questo strano e folle mondo? La crisi economica in Italia è in Europa è in stand bye, nel senso che ha un freno fisiologico, non si puà scendere sempre, in certi momenti dell'ascensore c'è una fermata. La salita? di solito la salita inizia quando si tocca in terra. La catalogna? Ora il generale Franco si sta rivoltando nella tomba lui che fece ferro e fuoco negli anni 30 per unire la Spagna sotto un unico cielo in un unico Stato. Tranquilli tutto tornerà nella normalità.

Torniamo a noi, l'uscita dal box della nuova puntata? se siete interessati le farò uscire dal box da dove sono depositate.

Buon proseguimento a presto cari signori e signore. fate i bravi

Prviet

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: sols.kjaer
Data di creazione: 06/06/2012
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

RomanticPearlclock1991MenMaschioandrix110367surfinia60singer.frappspagetiquasiunaseduzioneLa_gallina_ina_inavenere_privata.xnote.infinitezanzibardgl13hurricane2O1vivodi_folliachiarasany
 

ULTIMI COMMENTI

Mizzega che vita avventurosa hai!
Inviato da: singer.frapp
il 30/01/2018 alle 15:32
 
Abbi cura di te Sols
Inviato da: RomanticPearl
il 23/01/2018 alle 11:29
 
Ciao. Ti sei stufato di scrivere?
Inviato da: singer.frapp
il 22/12/2017 alle 00:31
 
Sols. Che fine hai fatto?
Inviato da: RomanticPearl
il 15/12/2017 alle 16:11
 
:) La mitica Trabant. La ricordo ancora. Nel periodo della...
Inviato da: RomanticPearl
il 07/12/2017 alle 12:09
 
 
 

CHI PUĎ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Blog Italiani

 

12 CANZONI DENTRO UN AGGEGGINO

1-Viaggio senza Bagagli

2-Dio uno di Noi

3-La Califfa

4-Ridevi

5-D'amore si muore

6-Metti una sera a cena

7-Chi Mai

8-Questa specie d'amore

9-Immagini del tempo