Creato da sweetkiss6 il 05/07/2005

giornale di bordo

Navigando tra progetti e sogni

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

AREA PERSONALE

 

 

« Buona Epifania18 gennaio ....1919 »

La leggende della salvia

Post n°420 pubblicato il 07 Gennaio 2012 da sweetkiss6

Re Erode fu oltraggiato quando seppe dell'antica

profezia della nascita del Messia e futuro re

degli ebrei nel suo paese. 

Dal momento che egli non sapeva dove trovare Gesù Bambino per

 ucciderlo, questo dittatore crudele e senza cuore

ordinò ai suoi soldati di cercare e uccidere

 tutti i bambini di età inferiore ai due anni,

in modo che potesse essere al sicuro dai suoi potenziali

 nemici. Tuttavia, gli angeli avevano già avvertito

 Giuseppe in sogno del disastro imminente e

 fuggì via  con Maria e il Bambino Gesù da Betlemme

per varcare i confini del regno di Giudea e

 recarsi in Egitto. La distanza era lunga e la gente

aveva così tanta paura degli stranieri che

 nessuno offriva loro aiuto, un riparo e neppure un po’ d’acqua.

Eppure, Giuseppe e Maria cercarono di allontanarsi dalla

 Giudea mentre si nascondevano dai

 mercenari di Erode. Durante il viaggio ad un certo punto,

 Maria non riuscì più a proseguire

  senza un pò d'acqua. 

Il loro asino aveva  sete e il bambino aveva bisogno di essere

 allattato. Così, si fermarono sul ciglio della strada dove

Maria allattò il Santo Bambino, mentre

 Giuseppe andò al villaggio più vicino per prendere

dell'acqua per loro e per l'asino. 

Improvvisamente, Maria sentì urla e grida

e un rumore di zoccoli avvicinarsi .

 

Il suo cuore tremava di paura. Sapeva che se i soldati di Erode,

l’avessero trovata, avrebbero tagliato la gola

 del bambino senza pietà.

Non c'era una grotta o un albero vicino, dove poteva

 nascondersi. Eppure, era alla disperata ricerca di un rifugio.

 

Vide un cespuglio di rose in fiore nelle vicinanze,

la Vergine Maria chiese un rifugio dove

 nascondersi, ma la rosa, orgogliosamente rifiutò di offrire il suo aiuto.

Maria era ancora in pericolo.

 Da allora, la rosa ha le spine.

 Maria si precipitò da un cespuglio di chiodi di garofano e

 chiese aiuto per nascondere lei e il bambino,

ma il cespuglio  rifiutò dicendo che era troppo

  occupato a fiorire.

 Da allora, i chiodi di garofano hanno  fiori maleodoranti.

L’unico cespuglio rimasto era una pianta di salvia. 

La salvia fu gentile e caritatevole, e quando la Vergine le si

 avvicinò con la richiesta di nascondere lei e il suo bambino,

la salvia sbocciò velocemente in modo

 da creare un rifugio più sicuro per la Madre e il Bambino.

I soldati gli passarono accanto senza sospettare  nulla.

 Da quel momento, la pianta di salvia è considerata

sacra e si crede che possieda doti  curative

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/sweet/trackback.php?msg=10957609

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ossurerotte
ossurerotte il 15/01/12 alle 23:09 via WEB
Peccato che si sia perso il gusto di tali storielle. Questa proprio non la conoscevo. Un abbraccio, Ettore
 
 
sweetkiss6
sweetkiss6 il 18/01/12 alle 01:28 via WEB
Ricambio il tuo abbraccio di cuore.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.