Blog
Un blog creato da celr il 27/02/2007

Synaptic Mind

Cosa si dice di nuovo nell'ambito della Psicologia Sperimentale...

 
 

Chi Siamo

Chiara Incorpora
kiaramella83@libero.it 

Edoardo Santucci
edoardosantucci@yahoo.it
Lidia Cristofaro
lidiacr@iol.it

Raffaella Pellegrini
raffyw@yahoo.it

Laureandi in Psicologia della Comunicazione presso l'Universita' Cattolica di Milano.
----------
Questo blog nasce con l'intento di fornire informazioni aggiornate relative all'ambito della psicologia sperimentale, con particolare attinenza al campo della psicologia cognitiva e delle neuroscienze da un lato, e della psicologia della comunicazione dall'altro.  Data la trasversalita' di queste discipline le ricerche raccolte pertengono a numerosi altri settori limitrofi: dalla clinica alle nuove tecnologie.  L'obiettivo è quindi quello di segnalare notizie che pertengono o ruotano intorno all'ambito della psicologia e che sono state riprese dalle principali ed autorevoli riviste presenti on-line (nazionali ed internazionali).

Per qualsiasi desiderio di approfondimento delle tematiche affrontate, contattaci!

Fai sentire la tua voce!! :)

 

PERCORSI FORMATIVI & MASTER

Corso di Formazione "Strumenti di analisi per la neuropsicologia cognitiva" (Universita' Cattolica di Milano)
Corso di Formazione "Intelligenza Emotiva. Saper Gestire le proprie emozioni" (Universita' Cattolica di Milano)
Corsi di Psicologia della Comunicazione (studio di consulenza privato - Ferrara)
Master in Comunicazione e Problem Solving Strategico (MRI - Arezzo)

 

 

« Messaggio #74

Post N° 75

Post n°75 pubblicato il 07 Giugno 2007 da celr
 

Il Sistema Nervoso e le sue origini evolutive

Uno studio svolto presso l’Università di Santa Barbara in California si dimostra essenziale per l’individuazione delle origini del sistema nervoso degli esseri viventi. Le conclusioni a cui arrivano i ricercatori della sopra menzionata Università è che esisterebbero nelle spugne delle componenti genetiche che sono presenti nelle sinapsi, indipendentemente dal fatto che questi antichissimi animali non possiedano un sistema nervoso. Tuttavia a livello cellulare, le spugne possiedono la maggior parte degli elementi in grado di dar conto della formazione sinaptica.

Inoltre, la vera rivelazione di questo studio è che è stata individuata una chiara interazione tra le proteine delle spugne analoga a quanto riscontrabile nell’ambito proteico delle sinapsi umane e dei topi da laboratorio. La logica deduzione è che i ricercatori ritengono che questi organismi molto semplici  e senza organi interni, antichissimi nella loro filogenesi, hanno trasmesso quelle proteine che servono alle cellule degli esseri viventi più complessi, come appunto quelli vertebrati. Il modo in cui le proteine delle spugne interagiscono e la loro struttura atomica è quindi molto simile al SN umano.

Risulta essenziale inoltre retrodatare l’origine della comparsa del SN. Tale conclusione si basa sulla stima circa il “gap temporale” tra comparsa delle spugne (prive di sinapsi e neuroni) e i cnidari (che invece sono i primi organismi pluricellulari che hanno raggiunto un’organizzazione tissutale). Proprio sulla stima ormai consolidata della genesi di questi ultimi organismi (circa 600 milioni di anni fa) e l’evoluzione delle spugne (più antiche), è possibile inferire che la nascita del sistema nervoso è molto più antica di quanto finora sospettato e collocabile grossomodo in prossimità della comparsa di questi ultimi organismi.

Quali sono i presupposti metodologici di questa ricerca? Attraverso la definizione dei geni espressi in una sinapsi umana, è stato possibile osservare che molti dei “mattoni” del SN erano comunque rintracciabili anche nelle spugne e lavoravano in stretta interazione inviandosi segnali gli uni con gli altri.

Si assume quindi che vi sia una sorta di antenato comune alle molteplici specie, che ha fornito un meccanismo evolutivo alla base del SN e che poi ha costituito la premessa per genesi di forme molto diverse tra loro.

Tale antenato potrebbe essere la spugna, che non ha un SN, ma che ha comunque garantito una traiettoria evolutiva che con piccole alterazioni ci ha permesso di sviluppare il sistema nervoso e una funzione evolutiva del tutto originale ai tempi, e che ci permette altresì oggi di essere individui in grado di percepire, parlare, pensare, ed ovviamente acquisire una metacognizione essenziale per ragionare sulle nostre abilità innate.

Post di Edoardo Santucci

Per visualizzare la ricerca pubblicata su PLoS ONE, clicca qui

Per visualizzare la notizia ripresa da "Le Scienze", clicca invece qui

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

PARTECIPA ANCHE TU!

Contribuisci anche tu allo sviluppo di SynapticMind:
segnalaci tematiche che vorresti approfondire o linkaci articoli di tuo interesse! Daremo spazio ai vostri suggerimenti!

Scrivici a celr@libero.it

immagine

 

NEWS - EVENTI

immagine


CORSO DI FORMAZIONE IN

"STRUMENTI DI ANALISI PER LA NEUROPSICOLOGIA COGNITIVA"

UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE 

immagine

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Add to Technorati Favorites
 

NEWS RSS

Science Daily - Mind and Brain View RSS feed
Le Scienze - Psicologie e Scienze Cognitive View RSS feed