SEMPLICEMENTE....IO!

Scrivere un libro senza preoccuparsi della sua sopravvivenza sarebbe da imbecilli (cit. Umberto Eco)

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Tizianac1
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Et: 37
Prov: FG
 

E' possibile acquistare e scaricare il mio libro 'Amore: arte di vivere' a questo indirizzo: 

http://www.amazon.it/dp/B00I7BD3NK

 

IL MIO INDIRIZZO EMAIL

Per chiunque volesse contattarmi può farlo direttamente a questo indirizzo email

tizianacuttano@libero.it

 
 

FRASE DEL GIORNO!!!

La felicità vera è quella felicità che ci rende davvero felici senza fingere di esserlo.

 

LA VITA DI MADRE TERESA DI CALCUTTA

La vita un'opportunit, coglila.
La vita bellezza, ammirala.
La vita beatitudine, assaporala.
La vita un sogno, fanne una realt.
La vita una sfida, affrontala.
La vita un dovere, compilo.
La vita un gioco, giocalo.
La vita preziosa, abbine cura.
La vita ricchezza, conservala.
La vita amore, godine.
La vita un mistero, scoprilo.
La vita promessa, adempila.
La vita tristezza, superala.
La vita un inno, cantalo.
La vita una lotta, accettala.
La vita un'avventura, rischiala.
La vita felicit, meritala.
La vita la vita, difendila.

 

I PASSI DELL'AMORE

L'amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso.

L'amore non è mai presuontuoso o pieno di sè, non è mai scortese o esgoista, non si offende e non porta rancore.

L'amore non prova soddisfazione per i peccati altrui ma si delizia della verità. E' sempre pronto a scusare, a dare fiducia, a sperare e a resistere a qualsiasi tempesta.

L'amore è come il vento, anche se non lo vedo, so che esiste perchè lo sento. 

Il vero amore ti può cambiare la vita, lascia che sia il cuore a condurre i tuoi passi.

 

Sono malata di una malattia incurabile,

quella malattia che ti fa chiudere lo stomaco,

quella malattia che ti fa camminare 3 metri sopra il cielo,

quella malattia che ti rende strana e pensierosa,

quella malattia di cui tutti vorrebbero essere vittime

ma c’è molta paura di soffrire,

quella malattia che ti fa sorridere

anche quando una lacrima ti sfiora il viso,

quella malattia della quale tutti sono a conoscenza

ma che nessuno sa spiegare,

quella malattia che ti fa sentire dentro una strana felicità

che ti fa dimenticare tutto quello che hai intorno,

quella malattia che ti fa passare momenti indimenticabili

attimi che non si ripeteranno mai,

quella malattia che ti fa disegnare cuori ed iniziali dappertutto,

quella malattia facile da prendere ma difficile da curare

perché può curarla una persona sola e non si tratta del dottore,

quella malattia che ti prende molte volte nella vita

ma che sono una volta è quella vera,

quella malattia che ti fa fare cose

che non avresti mai minimamente immaginato

che poi ripensandoci ti fa sorridere dicendo fra te ‘non è possibile’,

quella malattia che rende fragile

anche la persona più dura di questo mondo,

quella malattia di cui prima o poi tutti verranno contagiati,

quella malattia che molte volte non si ammette di avere

per paura di apparire deboli ma della quale alla fine il cuore è super malato.

Si io sono malata di quella malattia

che tutti chiamano Amore!! 

 

SONO QUELLA CHE SONO

Sono quella che sono
Sono fatta così
Se ho voglia di ridere
Rido come una matta
Amo colui che m'ama
Non è colpa mia
Se non e sempre quello
Per cui faccio follie
Sono quella che sono
Sono fatta così
Che volete ancora
Che volete da me
Son fatta per piacere
Non c'e niente da fare
Troppo alti i miei tacchi
Troppo arcuate le reni
Troppo sodi i miei seni
Troppo truccati gli occhi
E poi
Che ve ne importa a voi
Sono fatta così
Chi mi vuole son qui
Che cosa ve ne importa
Del mio proprio passato
Certo qualcuno ho amato
E qualcuno ha amato me
Come i giovani che s'amano
Sanno semplicemente amare
Amare amare...
Che vale interrogarmi
Sono qui per piacervi
E niente può cambiarmi

Jacques Prévert

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Grafica_MarySARA28LUGLIO2amico_per_sempre1964Nik79pTerzo_Blog.Giusmiky_74_15GiuseppeLivioL2christie_malrylacey_munroTizianac1SoloDaisyesmeralda.carinisolicino1Fanny_Wilmot
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I MIEI LINK PREFERITI

 

 

« COME SI CAPISCE QUANDO S...Sempre qui con me, al mi... »

Il tempo si fermato

Post n°448 pubblicato il 01 Marzo 2016 da Tizianac1

Strano ma vero, il mio blog è fermo a quel 9 aprile di un anno fa, qualche giorno prima che mio padre si ricoverasse in ospedale per poi scoprire di avere una brutta malattia. Da allora è iniziato un calvario ancora lungo che non sappiamo quando si fermerà, forse mai. La mia vita ha preso una piega diversa, abbiamo passato il mese di maggio scorso in ospedale poi c'è stata la riabilitazione per tutta l'estate a casa ed ancora un intervento e adesso per finire la terapia per la malattia. La chiamo malattia perchè non ho ancora il coraggio di chiamarla con il suo vero nome: tumore. Non avrei mai immaginato che la mia famiglia sarebbe stata protagonista di una simile malattia che abbiamo sempre ascoltato nei tg o nei programmi alla tv. E invece eccoci qui, fustrati da questa malattia. Per fortuna, se così si può dire, il ciclo di chemio sarà leggero e a scopo precauzionale quindi la malattia non è presente ma potrebbe ripresentarsi. 

A maggio dell'anno scorso mio padre ha subito un'operazione per un tumore scoperto così all'improvviso ed in fase terminale a cui è seguita l'applicazione della stomia, una sacchetta che non sapevo nemmeno della sua esistenza. Inutile dire che sono stati i mesi più duri e difficili della mia vita. Abbiamo passato l'estate sempre in tensione perchè il sacchetto ogni tanto faceva il pazzerello e si staccava per nostra sfortuna anche più volte al giorno. 

Finalmente dopo molto fatica papà ha ripreso a uscire e a farsi le sue passeggiate fino all'ultimo intervento di routine di gennaio per togliere finalmente la stomia. Ma come volevasi dimostrare anche qui non è andato tutto bene, infatti, durante loperazione hanno trovato un minuscolo nodulo che fa pensare ad una ricaduta della malattia e per questo inizia il calvario della terapia.

Abbiamo iniziato nel mese scorso la terapia precauzionale ma non è molto facile. papà è ancora debole ma è forte quindi passerà anche questa. Una cosa l'ho capita: ci vuole molta pazienza in questi casi.

Domani iniziamo il secondo ciclo...Spero possa finire presto questo calvario iniziato un anno fa.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/tizianacuttano/trackback.php?msg=13365422

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

INFO


Un blog di: Tizianac1
Data di creazione: 30/06/2008
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963