SEMPLICEMENTE....IO!

Scrivere un libro senza preoccuparsi della sua sopravvivenza sarebbe da imbecilli (cit. Umberto Eco)

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Tizianac1
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etā: 37
Prov: FG
 

E' possibile acquistare e scaricare il mio libro 'Amore: arte di vivere' a questo indirizzo: 

http://www.amazon.it/dp/B00I7BD3NK

 

IL MIO INDIRIZZO EMAIL

Per chiunque volesse contattarmi può farlo direttamente a questo indirizzo email

tizianacuttano@libero.it

 
 

FRASE DEL GIORNO!!!

La felicità vera è quella felicità che ci rende davvero felici senza fingere di esserlo.

 

LA VITA Č DI MADRE TERESA DI CALCUTTA

La vita č un'opportunitā, coglila.
La vita č bellezza, ammirala.
La vita č beatitudine, assaporala.
La vita č un sogno, fanne una realtā.
La vita č una sfida, affrontala.
La vita č un dovere, compilo.
La vita č un gioco, giocalo.
La vita č preziosa, abbine cura.
La vita č ricchezza, conservala.
La vita č amore, godine.
La vita č un mistero, scoprilo.
La vita č promessa, adempila.
La vita č tristezza, superala.
La vita č un inno, cantalo.
La vita č una lotta, accettala.
La vita č un'avventura, rischiala.
La vita č felicitā, meritala.
La vita č la vita, difendila.

 

I PASSI DELL'AMORE

L'amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso.

L'amore non è mai presuontuoso o pieno di sè, non è mai scortese o esgoista, non si offende e non porta rancore.

L'amore non prova soddisfazione per i peccati altrui ma si delizia della verità. E' sempre pronto a scusare, a dare fiducia, a sperare e a resistere a qualsiasi tempesta.

L'amore è come il vento, anche se non lo vedo, so che esiste perchè lo sento. 

Il vero amore ti può cambiare la vita, lascia che sia il cuore a condurre i tuoi passi.

 

Sono malata di una malattia incurabile,

quella malattia che ti fa chiudere lo stomaco,

quella malattia che ti fa camminare 3 metri sopra il cielo,

quella malattia che ti rende strana e pensierosa,

quella malattia di cui tutti vorrebbero essere vittime

ma c’è molta paura di soffrire,

quella malattia che ti fa sorridere

anche quando una lacrima ti sfiora il viso,

quella malattia della quale tutti sono a conoscenza

ma che nessuno sa spiegare,

quella malattia che ti fa sentire dentro una strana felicità

che ti fa dimenticare tutto quello che hai intorno,

quella malattia che ti fa passare momenti indimenticabili

attimi che non si ripeteranno mai,

quella malattia che ti fa disegnare cuori ed iniziali dappertutto,

quella malattia facile da prendere ma difficile da curare

perché può curarla una persona sola e non si tratta del dottore,

quella malattia che ti prende molte volte nella vita

ma che sono una volta è quella vera,

quella malattia che ti fa fare cose

che non avresti mai minimamente immaginato

che poi ripensandoci ti fa sorridere dicendo fra te ‘non è possibile’,

quella malattia che rende fragile

anche la persona più dura di questo mondo,

quella malattia di cui prima o poi tutti verranno contagiati,

quella malattia che molte volte non si ammette di avere

per paura di apparire deboli ma della quale alla fine il cuore è super malato.

Si io sono malata di quella malattia

che tutti chiamano Amore!! 

 

SONO QUELLA CHE SONO

Sono quella che sono
Sono fatta così
Se ho voglia di ridere
Rido come una matta
Amo colui che m'ama
Non è colpa mia
Se non e sempre quello
Per cui faccio follie
Sono quella che sono
Sono fatta così
Che volete ancora
Che volete da me
Son fatta per piacere
Non c'e niente da fare
Troppo alti i miei tacchi
Troppo arcuate le reni
Troppo sodi i miei seni
Troppo truccati gli occhi
E poi
Che ve ne importa a voi
Sono fatta così
Chi mi vuole son qui
Che cosa ve ne importa
Del mio proprio passato
Certo qualcuno ho amato
E qualcuno ha amato me
Come i giovani che s'amano
Sanno semplicemente amare
Amare amare...
Che vale interrogarmi
Sono qui per piacervi
E niente può cambiarmi

Jacques Prévert

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Grafica_MarySARA28LUGLIO2amico_per_sempre1964Nik79pTerzo_Blog.Giusmiky_74_15GiuseppeLivioL2christie_malrylacey_munroTizianac1SoloDaisyesmeralda.carinisolicino1Fanny_Wilmot
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I MIEI LINK PREFERITI

 

 

« Sempre qui con me, al mi...UN NATALE TRISTE, VISSUT... »

LA PRIMA FESTIVITA' DEI MORTI SENZA TE

Post n°450 pubblicato il 31 Ottobre 2016 da Tizianac1

Mai avrei immaginato di festeggiare questa festività senza di te e di recarmi al cimitero sulla tomba di mio padre. Ogni anno non solo per questa festività mi sono sempre recata al cimitero per trovare soprattuo mio nonno che ci ha lasciati 27 anni fa.

E' brutto quest'anno perchè non ci sei papà e tutte le cose che facevamo insieme purtroppo non le possiamo fare. In certi momenti mi manca tantissimo e divento triste ma poi basta un bellissimo ricordo di lui che mi torna di nuovo il sorriso.

Non avrei mai immaginato tre mesi fa di non averti qui con noi e sto già pendùsando a Natale, la festa che a te piaceva tanto, quando ci raduneremo tutti da nonna ma tu non sarai accanto a me come sempre. 

A volte mi capita di camminare per casa e sentire il tuo profumo nell'aria, mi fermo per qualche istante e ti immagino accanto a me che mi guardi e mi sorridi. Ti immagino così sorridente sempre. 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/tizianacuttano/trackback.php?msg=13468014

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

INFO


Un blog di: Tizianac1
Data di creazione: 30/06/2008
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963