Creato da torossis il 08/08/2010
Perfidie di Stefano Torossi

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

torossisslavkoradiccarmelo.rizzo70minarossi82aristarco7dudeziochiarasanyenrico505tobias_shuffleRavvedutiIn2Sky_Eaglechristie_malryunastella43isolde6antelao63
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Genio e regolatezzaBrutte impressioni »

Scheletri in sacrestia

Post n°342 pubblicato il 02 Agosto 2015 da torossis

 

  IL CAVALIER SERPENTE

   Perfidie di Stefano Torossi

    3 agosto 2015

SCHELETRI IN SACRESTIA


        Se è vero che ognuno ha il suo scheletro nell'armadio, Santa Romana Chiesa ne ha sempre avuti parecchi; e per un lungo periodo li ha tenuti nascosti in sacrestia.

        Poi non ce l'ha più fatta e a un certo punto (forse per far rabbia a Lutero, ai tempi della Controriforma), ha cominciato a piazzarli sulle tombe, sotto gli occhi di tutti, a scopo dimostrativo, ammaestrativo e, diremmo, anche terroristico.

Scheletri, mezzi scheletri e quando non c'era abbastanza spazio, teschi con tutti i ghigni possibili, coi femori incrociati o no, e coi simboli del tempo che passa e della fine che incombe: clessidre, falci e ossute dita puntate.

Per fortuna non sono mai mancati gli artisti che, magari all'insaputa del committente, o addirittura alle sue spalle si divertivano a infilare in queste rappresentazioni punitive imposte dall'alto qualcosa di ridanciano, di irrispettoso, anche di blasfemo.

Abbiamo fatto un istruttivo giretto nelle chiese di Roma.   


SCHELETRI

S.Giacomo alla Lungara - Presentazione curriculum del defunto

S. Pietro in Vincoli - Impeccabili cerimonieri                      

S. Lorenzo in Damaso - Portatore d'anima     

Gesù e Maria - Tormento (e dannazione?)

 S. Maria dell'Anima - Tempus fugit

 S. Maria in Monterone - Riflessione                              

S. Maria sopra Minerva - L'abbraccio

 S. Pietro - Trionfo della morte (e del lusso)

S. Maria della Scala - C'è posta per te    

S. Maria del Popolo  - Cucù                                        


MEZZI SCHELETRI E SCHELETRINI

S. Maria della Vittoria - Ballerini a metà (il Cav. Bernini si diverte)

 

S.Marco                                                                                               S. Marco

S. Pietro in Vincoli


TESCHI, TESCHIONI E TESCHIETTI

                             

                                              

                                           

Eccetera, eccetera.


E poi, oltre alle ossa di marmo, ci sono quelle vere:



Lo scheletro di Santa Francesca Romana nella sua chiesa al Palatino.

La "Sacra Testa" di S. Agnese nella sua chiesa a Piazza Navona.

Il non meno sacro cranio di S. Valentino alla Bocca della Verità...

...e lo scheletro, tutto intero, di S. Camillo de Lellis, ospite alla Maddalena.

  E per concludere:

                        

Buone vacanze.



                                         


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/torossi/trackback.php?msg=13253302

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento