Un blog creato da Rafman_the_Boss il 26/07/2006

Trauma City Blues

Blog ufficiale di ONE SHOT ONE KILL - il Gioco di Ruolo italiano dei film di serie B

 
 
 
 
 
 

BERSAGLIO COLPITO!


Malato, ridondante, volutamente pacchiano, pieno di stereotipi anni '80 rivitalizzati e finti errori di montaggio.
Sangue a ettolitri e azione iper-coreografica.

Protagonisti tamarri che resteranno scolpiti nella storia... frasi senza senso e trama "pasticciata" dal regista per farla assomigliare a quella dei miei amati b-movies, dove la storia veniva ricucita e rappezzata per la fretta e la distrazione.

Non è Planet Terror. Se andate a grattare sotto la copertina il titolo originale è "OSOK".

(A mia moglie taglierò presto una gamba, per la mitragliatrice ci penserà mio figlio).
- Rafman


 
 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Davide.K1982otello592012g1o1vero_lordelisatondellistrigoi17lucabrlMusashi_87provcvolleykizkan_laxbecks84bal_zacjansanamos3100dotchmat
 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« PER CHI ANCORA NON LO AMA...CONIGLI GIGANTI ASSASSIN... »

Intervista a Roberto Grassi... si, quello di LEVITY!

Post n°68 pubblicato il 19 Ottobre 2007 da Rafman_the_Boss
 

Ho iniziato questa rubrica intervistando una bella ragazza (la Miss Due Pistole del calendario di OSOK, ricordate?), quindi per questa seconda intervista ho ben pensato di puntare su un bel ragazzo, vale a dire Roberto Grassi, l'autore di Levity, le cui pagine sono ancora fresche di stampa.

 

Allora, tu sei Roberto Grassi giusto? Bene, io sono Rafman. Tu hai scritto Levity, che è stato pubblicato da Rose & Poison. Io ho scritto One Shot One Kill (OSOK), pubblicato da Rose & Poison. Levity è alla sua terza edzione, OSOK pure. Siamo entrambi bassi. Sono solo coincidenze o c'è un disegno cosmico dietro tutto ciò?



Penso che ci sia un disegno cosmico. Le coincidenze non esistono. Quello che pero non sai e' che il disegno cosmico e' stato progettato da un semidio malato ed ubriaco, che mi chiama tutte le notti alle 3.15 per chiedermi se deve disegnare qualcos'altro.

Perché Levity? Cioè, per quale ragione pensi possa funzionare? Il tuo è un Gioco di Ruolo introduttivo, agile e veloce. A ModCon mi parlasti di un progetto per far avvicinare ragazzi e bambini al mondo del gioco di ruolo. E' questo l'Obiettivo Finale per la conquista del mondo (ludico)?



La risposta a questa domanda e' molto lunga. "Levity" significa 'leggerezza' ed 'inconsistenza'. E' cioe' qualcosa che quasi non avverti. Ecco, questa era ed e' l'idea di Levity. Giocare con un regolamento che sia 'impalpabile'. I giocatori non devono preoccuparsi delle regole, devono vivere la storia e stimolare la fantasia. Penso che possa funzionare perche' e' stato pensato da uno (io) che non ha voglia di imparare e ricordare a memoria le regole, ma ha voglia di stare attorno ad un tavolo a raccontare e sentire raccontare storie. E' nato cosi'. Intorno ad un tavolo. Giocavo a Cluedo con i miei nipoti e loro si stavano scocciando. Cosi' ho deciso di fare una sessione di gioco 'di ruolo' gialla, ed ho dovuto inventare 'al volo' regole che potessero gestire questi tipi di partite.

Conosco i Duri della Rose & Poison e so che uno dei loro obiettivi è appunto quello di pubblicare prodotti oroginali e capaci di intrigare anche chi di GdR non ne capisce nulla. Suppongo quindi sia stato facile far passare l'idea di Levity...

Ho conosciuto personalmente Sergio e Giacomo (i due capoccia della R&P, n.d.Rafman) a Pavia durante una conferenza di Luca Giuliano che presentava il libro "Il Teatro della Mente" per il quale avevo curato un capitolo. Mi sono sembrate ottime persone. Abbiamo fatto due chiacchiere ed ho presentato loro i miei interessi ed e' stato facile 'andare a nozze'. Sono passati quasi due anni, da allora. Io stavo gia' lavorando alla terza versione (che penso proprio di non cambiare per i prossimi 50 anni).

Hei, ma io consoco anche Paolo Vallerga, l'autore delle Saghe di Conquest! Micidiale! Come è nata questa collaborazione con lui? Cioè, era logico aspettarsi che dopo giochi in scatola e libri il passo successivo fosse un bel Gioco di Ruolo, ma dimmi: ti sei proposto tu per l'adattamento o è lui che ti ha accennato l'idea (fantastica, a mio avviso) di realizzare Gesta Dannatamente Rozze? (che sarà presente a Lucca sempre edito da R&P, n.d.Rafman)



Questa e' ancora piu' strana. Dobbiamo tornare indietro nel tempo. Io e Paolo andavamo alle stesse scuole e prendevamo lo stesso autobus (circa 25 anni fa). Giocavamo nella stessa squadra e suonavamo insieme. Insomma, quelle bellissime amicizie per cui poi uno dei due va via in un'altra citta' e non ci si vede piu'. Prima. Ora, con Internet, le distanze si accorciano. Cosi' un giorno, facendo ricerche nel campo ludico, mi imbatto in quel nome e cognome che mi erano piu' che noti. Provo a scrivergli: "Ma tu sei QUEL Paolo Vallerga?" e lui mi risponde "Certo che sono io...". Il passo e' stato breve. Lui voleva fare il Gdr delle Saghe, io avevo un sistema generico pronto. E' un altro disegno cosmico.

Bene, ti ho reso famoso, contento? Ci vediamo a Lucca per lo scambio dei manuali... sempre che qualche copia di Levity sia rimasta! (OSOK ne abbiamo dovuti ristampare 1500, guarda caso il numero di abitanti del mio paesino). Saluta i Duri e soprattutto le Dure che seguono il blog!



Ho una copia gia' pronta per te. Per i Duri e le Dure che seguono il blog non ho che da dire. "Ehi brutti stronzi, scucite i soldi e FORSE vi do' il manuale."

Ciao,
Rob

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

SCARICA GRATIS I BRANI DEL CD!

immagine

Disponibili l'INTRO

( www.gdritalia.it/osok/1.mp3 )

e il MAIN THEME

( www.gdritalia.it/osok/2.mp3 )

 
 
 
 
 
 
 

LUSTRATEVI GLI OCCHI, NON LE PISTOLE!

immagine
Correte a vedere le foto del Calendario delle Dure 2007 pubbicate sul sito di Repubblica!
E poi compratelo... vi spediremo i numeri telefonici delle ragazze raffigurate!

 
 
 
 
 
 
 

PRIMO SUPPLEMENTO + CD

immagine
Trauma City Blues non è solo il nome di questo blog, ma anche quello del primo supplemento di One Shot One Kill! In questo manuale troverete nuove avventure, nuove "regole", nuovi Duri pronti all'uso e, soprattutto, il CD contenente la colonna sonora ufficiale del gioco!
Tutto ciò ad un modico prezzo...

Compratelo ora, ok?

 
 
 
 
 
 
 

COSA CAZZO E'?

immagine
Okay gente, niente di più facile: One Shot One Kill (OSOK) è un Gioco di Ruolo, ma badate bene, uno di quelli davvero
BASTARDI
.
Gli “Eroi” interpretabili non sono nemmeno lontanamente paragonabili a quelle mammolette degli altri sistemi di gioco (non per niente vengono chiamati “Duri”), di conseguenza non seguono la massa ma pensano pericoloso, vivono pericoloso e... sono dei veri e propri BASTARDI!
Se vi piacciono i film di John Woo (quando era ancora bravo...), del Maestro Quentin Tarantino, quelli di Hong Kong anni ’70 in super kung fu-style, impazzite per il filone trash e per le gesta dei vari Bruce Willis e Bruce Lee di turno (per non parlare di Vin Disel), allora adorerete OSOK, un GdR BASTARDO per giocatori BASTARDI.
In OSOK non importa cosa deciderete di fare, ma COME lo farete: lo STILE conta più della sostanza e l’atteggiamento, in questo gioco, è davvero tutto (dove le ho già sentite queste? Forse in qualche altro GdR BASTARDO? Comunque sia OSOK è il più BASTARDO di tutti).

OSOK è un viaggio allucinante fatto di sparatorie al rallentatore, camminate sui muri con stop-motion finale, battute tremendamente brutte (o particolarmente stilose), recitazione prossima allo zero, mostri gommosi anni ’50, vendicatori tossici e maleodoranti, buchi nella sceneggiatura e buchi in fronte a tutti i suoi detrattori. L’ho già scritto che OSOK è davvero BASTARDO? 
Pochi calcoli, molto talento, una quintalata di STILE, un paio di dadi a sei facce (i proiettili degli impavidi) ed un sano ed innocuo istinto ludico-omicida sono le uniche cose che vi serviranno per iniziare questa epopea di inaudita violenza a metà strada tra il noir ed il pulp, il trash e lo splatter, il bizzarro e l’autodistruttivo, il poliziesco anni ’70 ed il colossal ipercinetico, ecc. ecc.

Compratelo ora, ok?

 
 
 
 
 
 
 

DOVE DIAVOLO LO COMPRO QUESTO FANTASTICO GIOCO?

immaginePotete ordinare tutti i prodotti della linea One Shot One kill sul sito della casa editrice Rose & Poison attraverso la pagina degli ordini.


OSOK è inoltre disponibile in tutti i negozi specializzati. Non lo trovate? Scaffali pieni di immondizia con la scritta "Sotterranei & Dragoni"? Okay, poco male, fatevelo ordinare dal negoziante...