La parola...

... quale parola, Frankie? (Troisi- Ricomincio da tre)

 

SCAMPOLI-RITAGLI DI IERI E DI OGGI, IL MIO LIBRO

SCAMPOLI- Ritagli di ieri e di oggi

il mio libro

Su Libraccio

Su IBS

Su Feltrinelli

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariomancino.mturinidanielecostel93favvrobertavi_dicassetta2Coro56.RetiredmassimocoppaEmil_71arw3n63Tiburlatgeometracoppolapinos6valerio_villanigraphic.design
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: vi_di
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 63
Prov: AV
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

PASSENGERS

 

free counters

 

 

« Degno figlio di cotanta madreRiusciranno i nostri eroi... »

Così parlò!

Post n°202 pubblicato il 05 Settembre 2007 da vi_di

Come tutti sanno, ormai, sono un'insegnante.
Questo è il mio 31esimo anno di insegnamento ( marò!
 ) per cui, avendo percorso già i 3/4 della mia carriera scolastica posso cominciare a fare un qualche bilancio.
Tranquilli, nulla di serio! Nun ve ne fujte tutti quanti subbito subbito!
Trattasi di bilancio dialettico!
Vado a spiegarmi meglio.
La scuola è un mondo assai vario, come d'altronde qualsiasi altro mondo, solo che quando alcune cose succedono da noi sono decisamente notevoli.
Ebbene, con la mia ' amica al bar' ieri parlavamo delle frasi famose sentite in ambito scolastico.
Frasi da annoverare quali autentici esempi di cultura, di correttezza lessicale, di competenza linguistica e di chiarezza, da tenere da conto per i posteri, addirittura!

Cosa di più culturale, ad esempio, di un dirigente che per suggerire ad una sua insegnante come fosse indicata, per una festa, della pasticceria mignon le disse:
- Signora, porti un poco di mignotteria!'


E cosa di più linguisticamente corretto dell'interlocutore telefonico che, per informarsi del numero di plessi scolastici presenti sul territorio, chiese:
-Scusate, ma voi quanti amplessi avete?

E che dire della competenza lessicale di quel dirigente che, per salutare la moglie del sindaco presente ad una manifestazione, le si rivolse con un ossequioso:
- Benvenuta alla prima donna pubblica del paese!

Ma l'oscar va alla seguente frase,  fulgido esempio di chiarezza espositiva,  sempre di un dirigente, pronunciata a commento e compendio di un intervento di un'insegnante:
-Preso anche un poco, e un certo senso, per quanto riguarda, grosso modo voglio dire.
Fine della frase. 
Tale luminosa esposizione  fu doverosamente appuntata su foglio dagli astanti; erano essi pienamente consapevoli che NESSUNO, e ribadisco NESSUNO sarebbe stato MAI PIU' in grado di riformularla nella sua corretta accezione, diversamente!
Ora, immaginavo con la mia amica che tale foglietto potesse essere smarrito, e rimanere sepolto per anni, secoli, millenni...poi un muratore del 3000 un bel giorno lo ritrova e lo consegna ad esperti studiosi che cercano di decifrarne l'idiota...ehm..pardon, l'idioma ( lapsus tastierae, sia chiaro, nessun riferimento all'alta culturalità del messaggio).
Io li vedo, quegli antropologi, quegli archeologi, quei grafologi, quei linguisti del 3000 col foglietto in mano che cercano di capire cosa mai voglia dire.
Delle due l'una: o ci considereranno una popolazione con una lingua unica e incomprensibile o impazziranno nell'inutile tentativo di comprendere simili altezze!
Ragazzi, la stele di Rosetta gli fa un baffo a sto dirigente! 
E diciamolo, cavolo, visto che a noi della scuola ci maltrattano sempre!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: vi_di
Data di creazione: 14/01/2007
 

GRADITE UN CAFFÈ?

 

ULTIMI COMMENTI

A breve uscirà il libro dove racconto la mia vita...
Inviato da: cassetta2
il 17/12/2020 alle 11:24
 
I DPCM dovevano esistere quando la mamma, con dichiarazione...
Inviato da: cassetta2
il 14/10/2020 alle 10:38
 
Ho criptato le conversazioni con mia mamma su WhatsApp....
Inviato da: cassetta2
il 30/06/2020 alle 15:49
 
Ora e sempre Resistenza!
Inviato da: atapo
il 26/04/2020 alle 17:07
 
C'è, c'è
Inviato da: vi_di
il 21/04/2020 alle 19:22
 
 

IL MIO FACEBOOK

 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I MIEI BLOG AMICI