Viola Arcobaleno

Un Ponte fra me e il Cielo

 

LETTERA D'AMORE

 

AREA PERSONALE

 
  IL MAESTRO E' CON TE
 
Quando senti che tutti sono contro di te
Quando ti senti rompere dentro
Quando senti che la vita ti sta ferendo a morte
Ricorda, il Maestro è con te.
Quando pensi che tutto il mondo ti sia nemico
Quando pensi che la tua anima non abbia più luce
Quando pensi che la paura sia tua compagna
Ricorda, il Maestro è con te.
Quando deciderai di finirla con questa vita
Quando camminando per la strada,
non vedrai il volto della gente
Quando camminando nella natura non troverai la luce
Ricorda, il Maestro è con te.
Quando diventerai cieco, sordo e muto
Quando il tuo corpo non avrà
più vita
Ricorda, il Maestro è con te.
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 30
 

 

« I COLORI dell'AMICIZIAper riflettere »

ILLUSIONE

Post n°339 pubblicato il 12 Maggio 2010 da unpontetrameeilcielo

Ogni più piccolo accadimento non è altro che finalizzato all’autorealizzazione.
I lustrini sono ovunque; le speranze di riappacificazione in ogni dove.
A volte ci si ritrova  ad essere bimbi davanti ad una vetrina piena di balocchi; a volte ci si perde, in quei giochi; a volte pare di scorgere una scorciatoia; a volte si vede un’erta salita. Tutto in funzione della propria autorealizzazione. Ad un certo punto si comprende che è sufficiente spostarsi di 10 centimetri rispetto a se stessi per accorgersi del film che si sta girando e, a quel punto, si vedono chiaramente i vari ruoli dei vari attori e si realizza che tutto è in funzione “di” e non si può fare altro che sorridere di se stessi, bimbi dagli occhioni sgranati, e ridere del grande gioco, Lila.
In tutto questo bailamme di luci e colori, peraltro molto accattivanti, e, a volte, quasi irresistibili, per non perdersi, non si può fare altro che essere protagonisti assoluti di se stessi. E allora è d’obbligo caricarsi il sacco sulla spalla e assumersi la responsabilità della propria strada, senza farne carico ad altri, e, questo, non per mancanza di fiducia o di riconoscimento nei confronti di chi ci accompagna; semplicemente, è indispensabile non delegare ad altri noi stessi.
Spesso capita di inciampare, di sbucciarsi le ginocchia; a volte si ha bisogno di ristoro, di conforto; a volte si ha una folgorazione, nuovo ossigeno che dà nuova forza…
La via facile porta ad apparenti risultati nel breve termine;
la via difficile, porta alla stabilità nel lungo termine.
E, allora, l’unico modo per riconoscere se si è di fronte ad una qualche forma di lusinga, ad un ennesimo abbaglio, è farsi “attraversare” dalla vita, accogliere, lasciarsi “risuonare” come una campana. A volte le risposte agli input ricevuti saranno immediate, a volte sarà necessario un tempo di decantazione, ma, prima o poi, si sarà in grado di “riconoscere” la Verità, perché essa già ci appartiene e, per il resto, avverrà un aborto spontaneo.
In tutto questo, è importante la condivisione, la comunione, come foriera di sempre nuovi stimoli ma, nel tempo, anche questi stimoli vengono abbandonati; la ricerca abbandonata; l’asservimento ad un’idea del divino lasciato. E non si ha più nulla da chiedere perché si comprende che si E’ quel “Sono la Via, la Verità, la Vita”  .
Il Maestro è la vita stessa; il Maestro, in quanto identificazione, è colui che ti rende indipendente; il Maestro è colui che ti porta a riconoscere che sei Tu il Maestro di te stesso.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/violaarcobaleno/trackback.php?msg=8813474

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
giusi pontillo il 21/09/10 alle 09:04 via WEB
Tra il rosa e il viola Tra il rosa e il viola Si agitano le onde sugli scogli E in mare aperto L’oceano svanisce Tra l’onda agitata. Terra che grida Tumulto che si lima Con l’onda.. E gode di piacere l’oceano. Madre natura diffonde Corallini d’eterno E simultaneo l’oceano e il mare Si uniscono per sempre.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: unpontetrameeilcielo
Data di creazione: 31/08/2007
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariarosacapristomariomancino.mstefyqueenAlbiFixdott.raffaelerusso0mr3pppeloisa1952chicca.prn_i_n_f_e_aferri66alf.cosmoscara.callabagninosalinaroSeria_le_Ladystevol63
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom