Creato da SIAMOVIVI_VENETO il 31/01/2009

SIAMOVIVI_VENETO

Movimento di aggregazione popolare

 

25 OTTOBRE PRESIDIO A BORGO SABOTINO E A CAGLIARI

Post n°26 pubblicato il 16 Settembre 2009 da SIAMOVIVI_VENETO

NON BASTANO 20.000 TONNELLATE DI SCORIE IN GIRO PER L'ITALIA

NON BASTANO MIGLIAIA DI MORTI
NON BASTANO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PERSONE CONTAMINATE NEL MONDO A CAUSA DEL NUCLEARE
QUESTO GOVERNO HA DECISO DI RIEMPIRE L'ITALIA CON 20 CENTRALI NUCLEARI
SIAMOVIVI RISPONDE CON IL PRESIDIO E LA DIFESA DELLA TERRA CHE NON E' NOSTRA, LA DAREMO AI NOSTRI FIGLI

NON LASCIAMO LORO UN MONDO AVVELENATO!!!

SIAMO TUTTE SCINTILLE, UNIAMOCI E SVILUPPIAMO IL FUOCO DEL DISSENSO E DEL RIFIUTO

ABBRACCIARE LA LOTTA CHE E' DI TUTTI , NON E' ABBRACCIARE UN IDEA E' ABBRACCIARE TUO FIGLIO!!!

 

SIAMOVIVI ORGANIZZA IL 25/10/2009
DUE EVENTI IN CONTEMPORANEA
A
CAGLIARI E BORGO SABOTINO (LT)

PARTECIPATE E DIFFONDETE L'EVENTO
CONTATTATECI

 

http://www.facebook.com/event.php?eid=129082804802&ref=mf

 

 
 
 

LA CASTA PADANA

Post n°25 pubblicato il 18 Agosto 2009 da SIAMOVIVI_VENETO

Treviso, le case popolari della casta padana


Case a prezzi popolari? Sì, ma ai leghisti che le hanno gestite.

Quello che è accaduto nella Treviso del boom mostra che non ci sono grandi differenze tra nord e sud nella malagestione pubblica.

Per il "Progetto casa", un piano finanziato dall'Ater (l'ente che ha ereditato la gestione delle case popolari), politici e loro familiari si sono insediati in pole position. Il piano riguarda la costruzione di 30 appartamenti a prezzo convenzionato: poco più di 100 metri quadrati per 160 mila euro. Palazzine eleganti di tre piani che sorgeranno nella prima periferia della Marca in un quartiere destinato a un grande sviluppo: vi è prevista la nascita della "cittadella delle istituzioni" disegnata da Mario Botta. Ma le graduatorie delle assegnazioni si sono rivelate sorprendenti. Chi si è classificato secondo per ottenere l'alloggio a prezzo agevolato? Pierantonio Fanton, presidente proprio di Progetto casa, consigliere dell'Ater e consigliere comunale leghista nel municipio del celebre Giancarlo Gentilini. Fanton è stato tra i primissimi a depositare la domanda nel giorno stesso dell'apertura del bando. Anche il primo nella graduatoria di assegnazione è un nome noto in città. Si tratta di Giobatta Zampese: è il padre del consigliere comunale leghista Sandro, che presiede anche l'azienda pubblica di trasporto locale.

Volete una chicca finale? Fanton e Zampese Junior sono soci nello stesso studio professionale di architettura.

Il Carroccio si è difeso: le domande sono state valutate da una commissione. Ma in città la sinistra parla di "Casta padana". Ed è difficile darle torto.

 
 
 

NO AL NUCLEARE

Post n°24 pubblicato il 08 Agosto 2009 da SIAMOVIVI_VENETO

Dopo le innumerevoli scelte scellerate di questo governo, questa del nucleare è la peggiore. Mentre l'America di Obama, la Germania della Merkel e la Spagna di Zapatero hanno e stanno investendo sulle fonti rinnovabili, l'Italia di Berlusconi decide di investire su un ritorno al passato, su una tecnica pericolosa e costosa, il NUCLEARE. Si proprio lui, quello che nel 1987 è stato cacciato via dai 3/4 della popolazione italiana attraverso un referendum popolare.

Sono mille i motivi per cui la scelta di tornare al nucleare è totalmente sbagliata. I più importanti sono:

1) smaltimento scorie;

2) anche se di terza generazione è più pericoloso delle precedenti perchè ha un processo di combustione più rapido quindi in caso di eventuali incidenti gravi ci sarebbero sicuramente più vittime di Chernobyl;

3) si impiegano 10/15 anni per costruire una centrale;

 

4) le scorte di uranio stanno per finire;

 

5) i numerosi costi per la manutenzione e il mantenimento delle centrali ma soprattutto il costo dell'uranio che tra una ventina d'anni vedrà triplicare il suo valore visto l'esaurimento dello stesso.

 

 Detto ciò non ci resta che intervenire numerosi facendoci sentire gridando "NO al NUCLEARE!!!" . 

 Bisogna andare avanti non retrocedere!

 IL 10  OTTOBRE IL MOVIMENTO DI AGGREGAZIONE POPOLA RE   SIAMOVIVI ORGANIZZA A BORGO SABOTINO VICINO A LATINA UN PRESIDIO  PER DIRE

NO AL NUCLEARE

FACCIAMOCI SENTIRE!!!!!!

PARTECIPIAMO IN MOLTI!!!!!

Chi volesse partecipare solo o con un gruppo mandi un messaggio in modo da poter organizzare  l’evento

 

 

 
 
 

VICENZA CITTA' DENUCLEARIZZATA

Post n°23 pubblicato il 25 Luglio 2009 da SIAMOVIVI_VENETO

Il Consiglio comunale di Vicenza ha approvato un’importante mozione presentata da Vicenza Libera – No Dal Molin che impegna il sindaco Variati a dichiarare Vicenza città denuclearizzata, ma anche a promuovere presso i cittadini l’uso di fonti energetiche alternative e ad attivare uno spazio comunale per favorire queste scelte.

La vicenda del nucleare – contro il quale si sta sviluppando in tutta Italia un movimento di opposizione – evidenzia ancora una volta i limiti della democrazia delegata: nonostante le centrali siano state chiuse attraverso un referendum popolare, infatti, il governo vuole rilanciarle calpestando così la volontà dei cittadini con il solo scopo di favorire le solite lobby economiche e industriali.

Una tecnologia, quella nucleare, che oltre a essere pericolosa – in Francia, come segnala Autorité de sûreté nucléaire, si verificano 100 incidenti all’anno - è anche obsoleta, tanto che sempre più paesi la dismettono perché economicamente sconveniente. E che ha un ulteriore criticità nella gestione delle scorie, tanto che l’Italia è ancora alle prese con la sistemazione di quelle antecedenti al referendum del 1987; l’unico sito al mondo considerato “sicuro” per stoccare queste scorie, infatti, si trova nel New Mexico (Usa) ed è costato al governo statuniense 2,2 milioni di dollari: la sua realizzazione ha richiesto 25 anni di studio e ancora nessuno può dimostrare scientificamente che lì non possano, in futuro, esserci incidenti..

Il governo italiano si prepara a spendere dai 50 ai 75 milioni di euro per la costruzione e la gestione di 4 centrali nucleari. Fondi sottratti alle energie alternative, nelle quali il nostro paese potrebbe avere grandi potenzialità; ma, ancora una volta, gli interessi economici prevalgono su quelli collettivi e ingenti fondi vengono destinati per la realizzazione di opere inutili e pericolose. Cosa che, non avverrà a Vicenza, da oggi città denuclearizzata, dove l’amministrazione comunale si è impegnata a promuovere con i cittadini forme alternative per coprire i fabbisogni di energia elettrica.

PRESENTIAMO IN OGNI CITTA' UNA MOZIONE SIMILE A QUELLA PRESENTATA A VICENZA

DENUCLEARIZZIAMO TUTTE LE CITTA'!!!!!!!!!!!!!

 
 
 

IL VENETO HA DECISO DI APRIRE AL NUCLEARE

Post n°22 pubblicato il 17 Luglio 2009 da SIAMOVIVI_VENETO

Dopo l’approvazione da parte del governo del “ddl sviluppo”, Giancarlo Galan, ha ribadito la disponibilità a ospitare una CENTRALE NUCLEARE NEL VENETO, precisando che saranno i tecnici a decidere come e dove.

 “Non siamo khomeinisti sul nucleare - ha spiegato il governatore a margine del convegno “Paesaggio una grande occasione per il Veneto delle infrastrutture” .

 


Il presidente la regione decide per tutti senza porsi il problema di consultare la popolazione

 


.....ma chi saranno i tecnici che consulta?

.....e dove si farà la centrale?

....si userà quella dismessa di Polesine Camerini con qualche aggiustamento?

......o a Porto Tolle, in Polesine, dove, sempre secondo il governatore veneto, «sarebbe stato meglio non costruire nulla, ma visto che c'è una centrale perché non nucleare, piuttosto che a carbone?»

....o ancor meglio Me­stre, visto che soddisfa le tre va­riabili necessarie per tale opera­zione:
- disponibilità immediata di acqua di raffreddamento;
- assenza di eventi sismici particolari;
- una certa stabilità geologica nel sen­so che il terreno lì si è ben sedi­mentato nel corso dei millenni......?

MOBILITIAMOCI PER DIRE NO AL NUCLEARE E Sì ALLE FONTI DI ENERGIA ALTERNATIVA

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

 

Nessuna cività potrà essere
considerata tale se cercherà
di prevalere sulle altre.

 

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

stradiotolubopocalgiancarlodomeniconocera1975nonmale43conillaAraguaneymisteropaganoiobastardofuoriCercami_In_Un_Sogno0antoniomontemareprofondo01ilsilenziodellecosecasalinga_spensieratun_altro_mondo
 

Studiate perchè avremo bisogno
di tutta la vostra intelligenza

Organizzatevi perchè avremo
bisogno di tutta la vostra forza

Agitatevi perchè avremo
bisogno di tutto il vostro coraggio

(Antonio Gramsci)

 

 

siate sempre capaci di sentire
nel più profondo
qualunque ingiustizia
commessa contro chiunque
in qualunque parte del mondo.

(Ernesto Che Guevara)



un altro mondo è possibile!

otro mundo es posible!

an other world is possible!

 

questo è un...


 

NO A TUTTE LE GUERRE!

543733_rainbow_gay_pride_flag.jpg image in Pride


 

 

Parlamento Pulito 

 

 

SI ai ponti tra le culture
NO alle classi ponte!
 

basta morti bianche!!!

 

Se tremi per l'indignazione
davanti
alle ingiustizie,
allora sei mio fratello

 

 

 

due cose sono infinite:
l'universo e la stupidità umana.
Ma della prima non sono sicuro.
(Albert Einstein)
 

 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: SIAMOVIVI_VENETO
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 112
Prov: VE
 
«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»

 

 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.