Un blog creato da voce_neldeserto il 10/06/2009

PAROLE DAL DESERTO

chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice.. (apoc.2:7)

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 
 
 
 
 
 
 

I MIEI BLOG AMICI

 
 
 
 
 
 
 

 

 
« SOLA SCRITTURA

"QUANDO SONO DEBOLE, ALLORA SONO FORTE" (2ȘCorinzi 12:9-10)" LA GLORIA DELLA DEBOLEZZA.

Post n°41 pubblicato il 06 Dicembre 2016 da voce_neldeserto

Non so che parere tu abbia della Gloria di Dio ma voglio condividerne un aspetto fondamentale, che spesso viene trascurato, ma che ogni discepolo di Gesù, sincero e consacrato, deve prima o poi affrontare. Diversi anni fa, ebbi una esperienza che segnò profondamente il mio modo di camminare con Gesù. Per molti è una cosa scontata eppure vi assicuro che finchè non la sperimenti sulla tua pelle non puoi sapere cosa vuol dire. Viaggiavo verso un'altra città perchè invitato a condividere una riflessione. In quei giorni il mio corpo fisico era seriamente colpito da vari malesseri e pregai il Signore di guarirmi... ma apparentemente Egli non lo fece. Il mio corpo era talmente e severamente colpito che, mentre viaggiavo pensai: Che stupido sono. Che sto facendo, viaggiare in questo stato? Non sono in grado neppure di stare in piedi figuriamoci di dare messaggi! Eppure, benché fossi molto indolenzito, molto debole, qualcosa dentro di me mi convinceva a proseguire fino a giungere a destinazione. Arrivò il momento della riunione e mi venne chiesto di condividere il messaggio che Dio mi aveva dato. Queste persone erano in attesa di un messaggio da parte di Dio, mentre io non potevo sentirmi più miserabile di così, e questo mi spezzò dentro. Cominciando a parlare, iniziai ad aprire il mio cuore e chiesi allo Spirito Santo che mi fortificasse, per poter dare una parola da parte Sua. Fu molto difficile per me poter parlare, perché oltre allo stato fisico, cominciai a piangere toccato nel profondo dall'azione dello Spirito; le lacrime che piangevo erano più numerose delle parole che pronunciavo. Non fu un messaggio lungo e al termine, pregai nuovamente. Quando aprii gli occhi, tutti i presenti stavano in ginocchio spontaneamente ai piedi di Gesù; chi piangeva, chi adorava, chi confessava i propri peccati. Tutti erano toccati, in modo estremamente personale, da una profonda azione dello Spirito Santo. Io, stupito e senza più alcuna forza, non potendo stare in piedi, mi sedetti mettendo la mia testa fra le mani. Quasi non mi rendevo conto di cosa stesse accadendo... Fu allora che lo Spirito Santo mi parlò personalmente dicendomi: Quante volte hai desiderato vedere la Mia Gloria? Ebbene, QUESTA è la Mia Gloria! Mi fece allora comprendere una grande verità... e cioè che LA SUA GLORIA RISIEDE NEL LIMITE DELLA DEBOLEZZA UMANA!!! Carissimo/carissima che leggi: È quando tu ed io ci sentiamo come fossimo un nulla... Quando tu ed io siamo come quel Gesù che pendeva dalla croce, con la Sua carne fatta a brandelli... Quando siamo come quel Gesù che aveva il Suo cuore lacerato per il peccato del mondo, mentre con l'anima desiderava disperatamente di rimanere in unione con Suo Padre, che in quell'istante Gli voltava le spalle essendo divenuto maledetto al posto nostro... Nessun essere al mondo si sentì più miserabile di Cristo a causa del mio e tuo peccato... Abbandonato da Suo Padre, solo. I Suoi discepoli l'abbandonarono; le sue forze fisiche, anche. E' quando ti senti così che allora sei in procinto di sperimentare la VERA GLORIA DI DIO! Dio mi disse col Suo modo dolce ma profondo, autorevole: "Questa è la Mia rivelazione di una Gloria che ignoravi; LA GLORIA CHE RISIEDE NELLA DEBOLEZZA". In quell'istante pensai come, a volte, sia pure in modo inconsapevole, pur essendo amanti di Dio, tentiamo di mostrare quella forza divina, come dicendo.... Ecco qui, arriva il paladino di Dio, il gigante! Io li libererò! Non ne siamo veramente consapevoli ma la carne agisce così! Anche nelle cose dello Spirito la carne vuole la sua propria fetta di gloria! Quando Dio te lo mostra, mettendo in evidenza la tua debolezza e usandola per insegnarti a dipendere dalla Sua Forza, allora... gioisci! Sì, c'è una Gloria nella debolezza. Allora, fui cosciente di tutte le volte che scappai, di tutte le volte che fuggii da quella Gloria. Da una parte la chiedevo ma dall'altra la evitavo accuratamente. La Sua Gloria è quando ormai tu non puoi più nulla. Ricordi le parole dell’apostolo Paolo in 2ª Corinzi 12:9-10? "Ti basta la Mia Grazia; perché la Mia potenza si manifesta perfettamente nella debolezza. Pertanto, volentieri mi glorificherò piuttosto nelle mie debolezze, affinché riposi su me la potenza di Cristo. Per cui, per amore di Cristo mi rallegro nelle debolezze, nelle umiliazioni, nelle necessità, nelle persecuzioni, nelle angosce; perché quando sono debole, allora sono forte". Quel giorno, dopo la riunione, conversavo coi fratelli e dicevo loro ciò che credo e ripeto oggi un'altra volta: che l’esercito VERO di Dio sulla terra sarà come dice il profeta: Sofonia 3:12 "Un popolo umile e povero, che confiderà nel nome dell’Eterno" Pensavo al popolo di Dio in questi tempi difficilissimi ben predetti dalle Scritture e soprattutto alla persecuzione che si propaga sempre più verso i cristiani: Un popolo provato, colpito, trattato duramente, che però rimane fedele a ciò cui Dio lo chiama; vivendo senza sapere che succederà domani o dopodomani affidandosi a Dio in ogni cosa. Molti sinceri discepoli proprio in questo momento forse pensano: Che cosa sto facendo qui? Che vita è? Che senso ha? Perchè sono provato in questo modo? Dio dove sei?.... Tuttavia, Dio sta preparandoci per rivelare la Sua Gloria nei nostri cuori in mezzo al nulla; non potrai attribuirlo né alla tua fede, né a tuoi discorsi, né alle tue forze. A niente. Quando ti siedi tanto debole che quasi non puoi rimanere in piedi, potrai vedere quella Gloria venire e saprai nel tuo cuore che non è tua ma è Sua. È la Gloria che è rinchiusa nella debolezza. Egli ci rivela la Sua Gloria. Non temere i Suoi processi di formazione. Non temere! È lo Spirito Santo che sta operando, perché vuole che tu ed io siamo i depositari di questa Gloria. Egli dice che mise quella Gloria in vasi di terra affinché l'eccellenza della potenza sia di Dio e non dell'uomo: semplici uomini e donne esposti ad attacchi, a stati d’animo vacillanti, a infermità ed a tante altre cose. Uomini e donne tanto vulnerabili! Ma quando in questi processi formativi Dio è presente, quando il Suo Spirito è lì, in mezzo al nostro nulla, cominciamo a vedere i primi raggi di luce della Gloria Celeste, quella VERA! E allora impareremo a vivere in essa, cammineremo in essa, condivideremo quella Gloria, perchè stiamo imparando la grande lezione: SE VUOI VEDERE E TRASMETTERE LA SUA GLORIA ALLORA DEVI IMPARARE A VIVERE NELLA TUA DEBOLEZZA CONFIDANDO NELLA SUA POTENZA. Ricorda: "QUANDO SONO DEBOLE, ALLORA SONO FORTE"

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariomancino.mmikela.ellevoce_neldesertodancut5sempliceauroramission_impossible.0lumil_0tekilaloscardellestelleanimasugsinaicoigor_2007GiuseppeLivioL2lonewolf67linovena