Poesia: la pecora ed il lupo

depositphotos_44083883-stock-illustration-wolf-vs-sheep

 

POESIE  DI EGIDIO..

LA PECORA ED IL LUPO..

Nelle favole fantasiose si sà,

le persone e gli animali hanno le stesse opportunità,

forse sono persone e forse no,

ugualmente di scrivere questa poesia io potrò….

non sempre è possibile tenere nascosti i nostri peccati

non sempre i nostri errori possono essere dimenticati

Un giorno un lupo era affamato

e cercava del cibo prelibato

si mise in cerca per il bosco di una pecorella

lontana dal suo ovile e trovatella..

Finalmente il lupo la incontrò

una pecora che stava da sola ed a lei si avvicinò

“Cara pecorella così gentile e bella

dai fatti mangiare da me graziosa cicciottella!”

e la pecora rispose giudizio dimostrando

poiché sapeva che il lupo stava barando:

“No! perché mi vuoi mangiare? non sai che io sono un essere mite e solare,

non mi sembra giusto che tra i tanti proprio me devi molestare!”

Fu così che il lupo capì che per la pecora convincere

a farle accettare di morire, doveva fare il furbo e si mise a fingere:

“Cara pecora devi sapere che sò che hai commesso errori

e quindi se non vuoi provare nel ricordare malumori

dai.. fatti mangiare e più dispiacere non proverai

poichè morirai, ma mi nutrirai, parte di me diventerai,..

e la pecora rispose tranquilla restando

“No! Brutto lupo, devi sapere, che io ricordando

che è vero ho commesso degli errori per destino e mio volere

è vero che ho causato a qualcuno del dispiacere

ma è anche vero che il Buon Pastore mi ha perdonata,

quindi io voglio e posso scegliere di vivere consolata!”

ed il lupo continuò a fare il furbo con quella ostinata

sapendo che quell’ingenua andava incoraggiata:

“come fai a essere sicura che pur avendo tu un peso sulla coscienza…

il tuo Pastore per davvero per te ha deciso con  indulgenza…

hai tu rimediato ai danni causati dal tuo peccato?”

hai fatto pace con chi hai danneggiato?

“Si! ho rimediato a tutti i miei peccati,

ed ho molta Fede in questo, sono risanati!

ho chiesto aiuto ed il Buon Pastore si è interessato

ho capito questo dal fatto che quando ero in pericolo nel fossato

ho chiesto aiuto a Lui, poichè fare solo questo io posso

si vede che il Suo Buon Cuore si é commosso

ed il Buon Pastore, pur avendo io commesso errore,

mi ha salvato ed ha comandato di dare pace al mio dolore,

ed infine la pecora giudiziosa aggiunse risoluta:

“ed ora brutto lupo chiamerò il Buon Pastore che di certo mi aiuta!

i predatori come te Lui bastonerà

vedrai che presto presto questo accadrà!..

Fu così che anche quella volta il cattivo lupo,

temendo per se stesso un destino cupo

e che i pastori arrivassero della pecora in aiuto

decise che era meglio essere risoluto

vedendo da lontano i pastori con i loro bastoni

si arrese quindi delle sue egoiste intenzioni

ed il lupo se ne andò in tutta fretta restando senza mangiare

poiché dovete sapere che la furbizia non sempre fa guadagnare…

fine

Autore Egidio Zippone

(Milano, Novembre 2022)

Poesia: la pecora ed il lupoultima modifica: 2022-11-22T16:30:53+01:00da scrittore59

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.